Campagna per la Sicurezza Stradale

  • images/823.%20Trasporti%20e%20Green%20deal%20%20la%20prospettiva%20europea.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Trasporti e “Green deal” – la prospettiva europea

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Passa sotto nome di “Green Deal” la strategia che impegna l’Unione a rendere l’economia europea neutrale rispetto al carbonio entro il 2050. Si presume che i trasporti potranno contribuire in modo significativo al raggiungimento di questo obiettivo di sostenibilità e sicurezza. Le novità nelle istituzioni europee ed il green deal sono l’oggetto dell’editoriale scritto da SINA per il numero 2/2020 della rivista Le Strade. Vi invitiamo a leggere l’articolo seguendo questo collegamento.    

    Leggi tutto >>
  • images/824.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Sensibilità e senso civico: attraversamento pedonale, cinture di sicurezza e seggiolini auto!

    di Simonetta Sanasi - SINA

    Fraternità della strada ha pubblicato una nuova newsletter che in questo mese di marzo pone l’attenzione su un paio di focus. Nel primo caso riprende un’analisi già cominciata sul comportamento dei pedoni. L’autore ricorda la necessità che il rispetto su strada debba essere bilaterale. L’autista deve necessariamente rispettare il pedone in quanto utenza debole, ma a sua volta quest’ultimo deve considerare anche le necessità del primo. L’articolo, in particolare, fa riferimento all’attraversamento pedonale ed evidenzia come alla cortesia del guidatore di fermarsi per lasciare passare il pedone, questi dovrebbe rispondere attraversando velocemente la strada senza perdere tempo e ringraziando il primo dell’attenzione. In questo modo si riuscirebbe a ingenerare un rapporto più cordiale e favorire il ripetersi di cortesie con un evidente ritorno in termini di sicurezza stradale.   Il secondo focus riguarda il tema delle cinture di sicurezza posteriori. Se l’idea di mettersi le cinture è oramai consuetudine per i viaggiatori che occupano i sedili anteriori, le statistiche dicono che l’uso delle cinture è una pratica ancora poco usata nel caso di coloro che occupano i sedili posteriori dell’auto. L’autore riporta anche delle percentuali differenziando tra nord e sud oltre a uomini e donne. Tra tutti i numeri è interessante evidenziare come la percentuale di utilizzo delle cinture posteriori è superiore da parte dei giovani che si rivelano più accorti degli adulti: a utilizzarle infatti sono il 49,5% dei 18-24enni, contro il 42,6% dei 35-50enni. Dei rischi sul mancato uso delle cinture di sicurezza posteriori, Autostradafacendo ha avuto modo di parlarne con le sue vignette. Tra queste quella più significativa che speriamo possa sintetizzare il caso e incoraggiare all’uso è visionabile qui. Attenzione, se il seggiolino viene posizionato sul sedile anteriore c’è da disattivare l’airbag. Vi invitiamo a leggere la newsletter di Fraternità della strada seguendo questo collegamento.

    Leggi tutto >>
  • images/822_tamaro.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Uno specchietto ci salva la vita – intervento di Susanna Tamaro

    di Autostradafacendo - SINA

    A seguito dell’incidente che ha causato la morte del diciottenne Matteo Prodi, la scrittrice triestina Susanna Tamaro pubblica un intervento sul Corriere della sera dal titolo “Uno specchietto sulla bicicletta ci salva la vita” a sostegno dei concetti base per la sicurezza in bicicletta:- Rispetto e cura alla guida da parte delle utenze forti della strada- Attenzione, visibilità e prudenza da parte dei ciclisti (comprese luci lampeggianti, casco, abiti ad alta visibilità e specchietto) Per leggere l’articolo della Tamaro ti invito a seguire questo collegamento.

    Leggi tutto >>
  • images/821.%20Un%20nuovo%20sito%20dedicato%20alla%20sicurezza%20stradale.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Un nuovo sito dedicato alla sicurezza stradale

    di Christophe Ramond - Association Prévention Routière

    Il Gruppo Renault, con il sostegno della sua Fondazione e dell'associazione Prévention Routière hanno deciso di agire congiuntamente per sensibilizzare sui pericoli della strada e sui comportamenti corretti da adottare sulla strada, creando un sito adattato a tutto il pubblico.   Le premesseSecondo il rapporto 2018 dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), gli incidenti stradali sono la principale causa di morte per le persone dai 5 ai 29 anni e sono causa della morte di 1,35 milioni persone ogni anno: 1 morto ogni 24 secondi in tutto il mondo.Al fine di fornire risposte utili a questo problema di salute pubblica, i due partner hanno svolto un lavoro preliminare per identificare le principali cause di incidenti e comportamenti rischiosi sulla strada. Questa indagine, alimentata dalla ricerca dell'OMS, ha permesso ai due partner di stabilire linee guida di prevenzione sui rischi prioritari: alcol, caschi, cinture di sicurezza, droghe, motociclette, pedoni, soccorso, smartphone, visibilità, velocità, ecc.  Universale, divertente e gratuitoIl sito web di Road4us è progettato per essere semplice da usare e accessibile a tutti i tipi di utenti della strada, siano essi pedoni o conducenti, indipendentemente dalla cultura, dall'età o dal livello di istruzione.Sulla base di questa idea, sono state ideate illustrazioni semplici, con codici universali, senza testo o connotazioni culturali. Per essere scaricati gratuitamente, questi elementi visivi sono inoltre destinati ad essere utilizzati liberamente da educatori, insegnanti o associazioni che desiderano presentarli al pubblico.La navigazione sul sito è disponibile in 7 lingue: francese, inglese, spagnolo, portoghese, cinese, arabo e hindi.Road4us è stato precedentemente testato da una vasta audience ed è anche uno strumento partecipativo ed in evoluzione. Gli utenti Internet possono assegnare una valutazione a ciascuna illustrazione e suggerire miglioramenti ritenuti utili per soddisfare le esigenze degli utenti della strada e migliorare la comprensione dei messaggi.A conclusione vi invito a visionare il video illustrativo della nostra campagna (in lingua francese con sottotitoli in inglese).

    Leggi tutto >>
  • images/820.%20Nettuno%20-%20ICARO%202020.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Sicurezza stradale, Autostradafacendo torna a Nettuno per ICARO 20

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Il primo appuntamento dell’anno per Autostradafacendo è stato l’annuale corso di formazione e di aggiornamento che si è tenuto a Nettuno tra il 6 e il 7 febbraio presso l’Istituto per Ispettori della Polizia di Stato e destinato agli specialisti della Polizia Stradale, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell'Istruzione.L’incontro è stato organizzato dalla Polizia Stradale nell’ambito del progetto nazionale ICARO che alla sua ventesima edizione rappresenta il più importante percorso permanente di educazione alla sicurezza stradale dal quale è nato anche uno specifico progetto europeo. Nella due giorni di studio, i docenti dell’Università di Roma La Sapienza, da tempo partner e coordinamento scientifico del progetto, hanno aggiornato i presenti sui percorsi che vengono attuati nelle scuole di primo e secondo grado. A contribuire all’evento è stata chiamata SINA nella sua qualifica di coordinatrice di Autostradafacendo che di ICARO è partner attivo grazie ad uno specifico Protocollo di Intesa che il gruppo ASTM, di cui SINA fa parte, ha siglato con il Ministero dell'Interno. Nell'intervento a Nettuno, SINA ha ribadito la volontà di Autostradafacendo alla diffusione della cultura della sicurezza stradale attraverso percorsi educativi, alcuni realizzati appositamente per progetto ICARO, tra cui gli ormai noti CD-Rom “Esercitazioni in Sicurezza”. Questi sono affidati agli esperti della Polizia Stradale e consegnati, in occasione degli interventi nelle le scuole della Penisola, ai docenti che scelgono di riflettere e sviluppare con i proprio alunni il tema della sicurezza stradale.

    Leggi tutto >>
  • images/819.%20Formazione%20SINA%20barriere%20di%20sicurezza.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Barriere di sicurezza, la formazione di SINA è promossa con 342 e lode

    di Roberto Arditi - SINA

    È stato un evento riuscito quello organizzato da SINA a Milano per la formazione sul tema “Barriere di sicurezza: criteri di protezione passiva. Dalla concezione all’esercizio” che ha visto la partecipazione complessiva di 208 presenze divise tra le due giornate di lavoro: 93 presenze il 12 febbraio e 115 il giorno seguente. Aperto a tecnici ed esperti di diverse realtà italiane, di tale formazione hanno beneficiato principalmente gli operatori del gruppo ASTM che sulla base di uno specifico accordo di SINA con l’ordine degli ingegneri territorialmente competente hanno guadagnato complessivamente 342 crediti formativi professionali.     La prima giornata è stata aperta da Stefano Torresani a nome di SINA e da Federico Lenti a nome delle concessionarie del gruppo ASTM. Giornata riservata ai tecnici ASTMRiservato ai tecnici ASTM, il primo giorno ha visto come protagonisti i responsabili delle concessionarie ASTM (Matteo Boroni, Massimo Caraccio, Francesco D’Ambra, Giuseppe Fratino, Valter Re) e i tecnici di SINA esperti di concezione, progettazione e realizzazione dei sistemi di sicurezza posti a protezione del margine autostradale (Claudio Ardemagni, Enrico Ghislandi, Luca Greco, Barbaro Lo Giudice, Stefano Sinopoli). Giornata aperta a tecnici ed esperti del settoreAnalogo mix per i relatori del secondo giorno, alcuni dei quali avevano già contribuito al seminario interno del giorno precedente. Tali relatori sono stati coadiuvati, sempre a nome del gruppo ASTM, da Mario Bruni e Daniele Buselli. Raffaella Grecco ha arricchito il bagaglio informativo della seconda giornata, portando l’esperienza di ANAS in termini di concezione, sperimentazione e realizzazione dei sistemi di barriere.Oltre al personale ASTM, la seconda giornata ha visto la presenza interessata di 50 esperti ospiti: 9 rappresentanti del Ministero (tra uffici ispettivi e provveditorati), 8 rappresentanti degli uffici tecnici delle autorità locali (Regione Lombardia, province di Cremona, Pavia, Monza e Brianza), rappresentanti dell’industria, della consulenza e di operatori stradali diversi dal gruppo ASTM. Roberto Arditi ha contribuito animando il dibattito delle due giornate. I temi -        criteri di progettazione dell’installazione -        difficoltà che si sono riscontrate nelle passate realizzazioni -        criteri di verifica che i parametri di prova siano rispettati sia nella fase progettuale che nelle fasi di installazione -        criteri di buona progettazione attuale da adottarsi nella rete del gruppo ASTM per prevenire criticità -        criteri minimi per la definizione ed il progetto dei componenti speciali delle barriere di sicurezza, verifiche formali che la DL deve effettuare per garantire che il progetto sia correttamente eseguito e quindi collaudabile -        il ritorno di esperienza sugli incidenti da parte delle concessionarie -        il criterio di progettazione delle barriere di sicurezza adottato da SINA e da ANAS -        i diversi tipi di barriere che sono necessari in relazione ai livelli di protezione da garantire (stato di fatto ed evoluzione storica) -        le prove d’urto, la normativa, le analisi e simulazioni ad elementi finiti, i criteri di installazione ProspettiveI contributi dei relatori hanno posto le premesse per garantire ai nostri tecnici una più ampia consapevolezza dell’intero ciclo di concezione/progettazione/installazione/manutenzione delle barriere di sicurezza. In questo modo l’impegno dei relatori per la diffusione è suscettibile di produrre un miglioramento della prestazione complessiva dei tecnici di SINA e del gruppo ASTM, a potenziale vantaggio della sicurezza delle Autostrade di competenza ed a tutela della vita umana. Gli interessanti risultati conseguiti hanno confortato gli organizzatori sull’opportunità dell’iniziativa e su quella dei seguiti attesi.

    Leggi tutto >>
  • images/818.%20Strade%20sicure%20in%20Campania.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Strade più sicure in Campania con il nuovo sistema informatizzato di gestione delle strade

    di Augusto Burchi – Siteco informatica

    Al fine di promuovere una migliore conoscenza e sicurezza della proprie strade, ACaMR (Agenzia Campana per la Mobilità Infrastrutture e Reti) ha aggiudicato la gara per la “Fornitura del Catasto delle Strade relativo alla rete viaria regionale della Campania e dei servizi di formazione, assistenza e manutenzione in garanzia” al raggruppamento temporaneo di imprese formato da Siteco Informatica e Sina. Il Servizio proposto dal raggruppamento prevede l’identificazione, la localizzazione e il censimento delle pertinenze stradali (larghezza e pendenze della piattaforma, intersezioni, segnaletica stradale, accessi, opere d’arte, ecc.) per un’estensione di 1500 km. La fornitura comprende tutte le informazioni necessarie all’istituzione del Catasto Strade ai sensi del D.M. 01.06.2001, e la realizzazione di un sistema informativo stradale, in ambiente GIS, per la navigazione e la gestione della banca dati e del geodatabase. Fase di grande importanza nell’esecuzione del progetto è l’analisi dello stato delle pavimentazioni della rete in oggetto, che verrà effettuata tramite l’elaborazione automatica delle nuvole di punti, rilevate grazie al sistema mobile mapping (laser e telecamera Ladybug). L’indice IRI (International Roughness Index) e lo stato di deformazione consentiranno alla Stazione Appaltante di condurre analisi sulle priorità di intervento. Inoltre sono previste varie prestazioni aggiuntive con caratteristiche migliorative rispetto agli standard di mercato, allo scopo di fornire un servizio di qualità. Per ulteriori informazioni, invito a visitare questa pagina.

    Leggi tutto >>
  • images/817.%20UNASCA%20sicurezza%20stradale%20alla%20guida%20in%20Europa.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Sicurezza stradale: presentata a Bruxelles la strategia europea delle scuole guida

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Il 23 gennaio 2020 Bruxelles è stata la sede del primo evento internazionale di UNASCA, la principale Associazione nazionale delle Autoscuole. In tale occasione sono state presentate ai principali stakeholder internazionali la strategia UNASCA ed EFA per il 2020.Si è trattato del primo di una serie di eventi internazionali in cui saranno coinvolti i parlamentari europei, le istituzioni nazionali e le principali organizzazioni non governative che si occupano di sicurezza stradale. Gli obiettivi degli incontri nascono dalla consapevolezza dell’EFA, l’Organizzazione Europea delle Autoscuole di cui UNASCA è la rappresentante italiana, che sia necessaria l’applicazione a livello europeo di una matrice formativa per ottenere un livello di consapevolezza alla guida superiore a quello attuale. Alla giornata hanno contribuito attivamente ETSC, CS MARE, AIPSS, SINA, CIECA, AWSR, INEA, MIT, ACI e FEVR e di notevole spessore è stato anche l’intervento dell’eurodeputato Marco Campomenosi, che si è dimostrato sensibile alle problematiche della sicurezza stradale e ha apprezzato iniziative come queste capaci di diffondere tra i giovani e non una guida responsabile.

    Leggi tutto >>
  • images/816.%20Formazione%20barriere%20di%20sicurezza.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Al via la formazione SINA sul tema delle barriere di sicurezza

    di Roberto Arditi - SINA

    Nell’ambito della formazione aziendale SINA, è stata definita una seconda serie di incontri che verteranno sul tema delle barriere di sicurezza. Tali incontri sono stati programmati per il 12 e il 13 febbraio 2020 a Milano.   Il pomeriggio del 12 febbraio si terrà un seminario per i tecnici che operano direttamente nei processi di progettazione, installazione e manutenzione delle barriere del gruppo ASTM ed al quale sono invitati i soli tecnici dipendenti delle società nel perimetro del gruppo ASTM e che risultano attivi nei citati processi operativi. La mattina del 13 febbraio i temi saranno ripresi con un respiro più ampio e la giornata è stata aperta anche ad alcuni colleghi SINA che si occupano di tematiche diverse dalle barriere di sicurezza e ad altri esperti del settore, non necessariamente limitati allo staff del gruppo ASTM. Visto l’accordo stipulato da SINA con l’ordine degli ingegneri di Milano saranno riconosciuti 3 Crediti Formativi Professionali per ogni singolo evento (trattandosi di formazione aziendale questo riconoscimento vale solo per il personale SINA ed è esteso ai dipendenti del gruppo ASTM, se regolarmente iscritti all’ordine degli ingegneri). Il 6 febbraio si prevede la chiusura delle iscrizioni. Per ulteriori informazioni simonetta.sanasi@sina.co.it 

    Leggi tutto >>
  • images/811.%20SmartRoads_Formazione%20SINA.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Smart Roads: SINA studia le strade più sicure per il futuro

    di Simonetta Sanasi - SINA

    Il 24 ottobre 2019 si è svolto a Milano l’incontro dal titolo “Le Strade del Futuro”, nel quale si è discusso di come le tecnologie dell’informatica e delle telecomunicazioni stiano incidendo in modo sensibile sulle modalità di esercizio delle infrastrutture stradali. Questo è stato il primo di una serie di incontri formativi che SINA, curatrice di Autostradafacendo, sta organizzando a favore dei propri dipendenti. Si tratta di eventi aperti al personale del gruppo ASTM ed alle parti interessate. In questa occasione sono state messe a disposizione dei partecipanti alcune chiavi di lettura sulle principali evoluzioni in corso nel settore, con particolare riferimento ai temi in cui SINA è parte attiva, offrendo così l’occasione per diffondere informazioni relative alle prospettive delle “smart roads” a partire dai risultati della European ITS Platform ed e dei Corridoi Europei di interesse dell’Italia (MedTIS, URSA MAJOR, Crocodile). Gli interventi dei relatori di SINA sono stati aperti dal Direttore Generale SINA, ing. Stefano Torresani e conclusi dall’ing. Angelo Rossini, Amministratore Delegato di SAV. Al termine delle presentazioni la discussione finale è stata animata dall’intera platea che ha beneficiato di un pubblico proveniente da diverse realtà. Oltre ai dipendenti SINA, infatti, erano presenti ospiti esterni tra cui rappresentanti della Polizia Stradale, della Regione Lombardia, di Concessioni Autostradali Lombarde, di ASTM e SINELEC e grazie alla loro esperienza l’evento ha potuto concludersi beneficiando di punti di vista diversi ed interessanti. L’occasione è servita anche per allineare i dipendenti e gli ospiti che hanno partecipato all’evento, sul progetto a favore della sicurezza stradale. Il Gruppo che si impegna quotidianamente per garantire sicurezza sulle proprie infrastrutture è anche consapevole che sia soprattutto il comportamento umano il fattore principale della maggior parte degli incidenti. Per questo motivo da tempo investe parte delle proprie risorse sulla comunicazione della cultura della sicurezza stradale. Autostradafacendo, infatti vuole mettere in luce quei comportamenti virtuosi ed errati che possono fare la differenza tra un viaggio sicuro o rischioso.L’incontro è stato scandito da questo programma:- Prospettive tecnologiche per il mondo della grande viabilità - Concetti innovativi per l’uso degli spazi stradali - La normativa nazionale ed europea inerente i Sistemi Intelligenti di Trasporto - I programmi europei nella responsabilità di SINA- Le “Deployment Guidelines” della European ITS Platform - Attuali attività della European ITS Platform - Il telepedaggio europeo: normativa, azioni e prospettive per le concessionarie austostradali - Conclusioni e attuali indirizzi delle concessionarie sul tema

    Leggi tutto >>

Pagina 1 di 65

Multimedia

Guarda le immagini raccolte dal Gruppo ASTM e le campagne disponibili in rete

fotoVisibilità - nebbia

Fonte: Polstrada

fotoVelocità eccessiva 2

Fonte: Polstrada

videoSocial Death

fonte: Road Safety Film

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire

videoLo sballo più bello è poterlo raccontare

fonte: Comune di Lecce

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da evitare, Artistico

videoEU road deaths on the decline | euronews, Europe

fonte:  Road deaths across the EU decreased by 9 percent in 2012, according to new figures published by the European Commission.

tipologia:

lingua: Inglese

categoria(e): Rischi da evitare, Casi reali

videoNEL VIDEO SI VEDONO UN SUSSEGUIRSI DI INCIDENTI A CAUSA DELLA CONFUSIONE CHE È PRESENTE NELLE STRADE DOVE OGNUNO FA QUELLO CHE VUOLE

fonte: CITY DISTRICT GOVERNMENT KARACHI - PAKISTAN

tipologia: Documentario o filmato con scopo educativo

lingua: Non Disponibile

categoria(e): Casi reali, Città, Drammatico, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

videoin questo video un guidatore in stato di ebbrezza causa un incidente e uccide la moglie.

fonte: TAC

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Drammatico, Famiglie, Giovani, Rischi da prevenire

videoQuesto video ci mostra un accadimento spiacevole, evitabile qualora si fosse usato il casco (video divertente).

fonte: Naval safety center

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico, Divertente, Giovani, Rischi da prevenire

Statistiche Approfondisci >>
Aiutaci a diffondere la Sicurezza
Abbiamo bisogno del contributo di tutti per diffondere la cultura e le pratiche della Sicurezza sulle strade.

Scopri come collaborare con noi in questa importante missione >>

Seggiolino-336X280

Iscriviti alla newsletter
Abbiamo bisogno di te per diffondere la cultura della sicurezza. Resta collegato. Scopri come >>

augusto

Q.V.M.S. QVOD VIAE MUNITAE SVNT

Le strade tra storia ed archeologia a 2000 anni da Augusto Imperatore

Clicca qui per scaricare l'ebook.

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>