Campagna per la Sicurezza Stradale

  • images/811.%20SmartRoads_Formazione%20SINA.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Smart Roads: SINA studia le strade più sicure per il futuro

    di Simonetta Sanasi - SINA

    Il 24 ottobre 2019 si è svolto a Milano l’incontro dal titolo “Le Strade del Futuro”, nel quale si è discusso di come le tecnologie dell’informatica e delle telecomunicazioni stiano incidendo in modo sensibile sulle modalità di esercizio delle infrastrutture stradali. Questo è stato il primo di una serie di incontri formativi che SINA, curatrice di Autostradafacendo, sta organizzando a favore dei propri dipendenti. Si tratta di eventi aperti al personale del gruppo ASTM ed alle parti interessate. In questa occasione sono state messe a disposizione dei partecipanti alcune chiavi di lettura sulle principali evoluzioni in corso nel settore, con particolare riferimento ai temi in cui SINA è parte attiva, offrendo così l’occasione per diffondere informazioni relative alle prospettive delle “smart roads” a partire dai risultati della European ITS Platform ed e dei Corridoi Europei di interesse dell’Italia (MedTIS, URSA MAJOR, Crocodile). Gli interventi dei relatori di SINA sono stati aperti dal Direttore Generale SINA, ing. Stefano Torresani e conclusi dall’ing. Angelo Rossini, Amministratore Delegato di SAV. Al termine delle presentazioni la discussione finale è stata animata dall’intera platea che ha beneficiato di un pubblico proveniente da diverse realtà. Oltre ai dipendenti SINA, infatti, erano presenti ospiti esterni tra cui rappresentanti della Polizia Stradale, della Regione Lombardia, di Concessioni Autostradali Lombarde, di ASTM e SINELEC e grazie alla loro esperienza l’evento ha potuto concludersi beneficiando di punti di vista diversi ed interessanti. L’occasione è servita anche per allineare i dipendenti e gli ospiti che hanno partecipato all’evento, sul progetto a favore della sicurezza stradale. Il Gruppo che si impegna quotidianamente per garantire sicurezza sulle proprie infrastrutture è anche consapevole che sia soprattutto il comportamento umano il fattore principale della maggior parte degli incidenti. Per questo motivo da tempo investe parte delle proprie risorse sulla comunicazione della cultura della sicurezza stradale. Autostradafacendo, infatti vuole mettere in luce quei comportamenti virtuosi ed errati che possono fare la differenza tra un viaggio sicuro o rischioso.L’incontro è stato scandito da questo programma:- Prospettive tecnologiche per il mondo della grande viabilità - Concetti innovativi per l’uso degli spazi stradali - La normativa nazionale ed europea inerente i Sistemi Intelligenti di Trasporto - I programmi europei nella responsabilità di SINA- Le “Deployment Guidelines” della European ITS Platform - Attuali attività della European ITS Platform - Il telepedaggio europeo: normativa, azioni e prospettive per le concessionarie austostradali - Conclusioni e attuali indirizzi delle concessionarie sul tema

    Leggi tutto >>
  • images/814.%20Calendario%202020.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Siamo tutti frecce di un arco. Buon 2020 in sicurezza

    di Giovanni Frante – ASTM e Roberto Arditi – SINA

    Anche questo 2020 porta con sé il nuovo calendario che Autostradafacendo realizza ogni anno per assegnare ad ogni mese un messaggio di sicurezza stradale. 13 pillole di sicurezza stradale affidate come di consueto ai nostri eroi della sicurezza stradale e ambientate su luoghi di interesse ingegneristico o storico-culturale che scorrono lungo le autostrade che contribuiscono ad Autostradafacendo. La copertina è dedicata alla nuova iniziativa del gruppo Gavio su Luni, una concreta realizzazione per la valorizzazione del patrimonio artistico nazionale. Siamo arrivati al 2020. Mancano 12 mesi al momento per cui le istituzioni europee avrebbero voluto un dimezzamento ma l’Europa non sembra vicina a questo traguardo. Il compito è di tutti. Il compito è soprattutto di noi utenti che collaboriamo al progetto europeo con i nostri comportamenti alla guida. La maggioranza degli incidenti accadono con un contributo del comportamento umano: per disattenzione o imprudenza dei guidatori, per comportamenti sbagliati e azzardati, per stanchezza o solo per ignavia. La disponibilità di cellulari e varie tecnologie di comunicazione in movimento sta provocando una epidemia sotto forma di una recrudescenza degli incidenti stradali. Un numero significativo di Concessionarie contribuiscono ad Autostradafacendo e cercano di dare il proprio contributo, non solo con la loro professionalità nella costruzione e gestione, ma anche informando e comunicando la sicurezza stradale, sicurezza che è diventata cartina anche della sostenibilità. Anche in questa nuova edizione del calendario, il mese di aprile è dedicato al bilancio di sostenibilità che illustra i risultati del gruppo ASTM verso gli obiettivi globali per lo sviluppo sostenibile. L’obiettivo della Commissione Europea nel raggiungere un dimezzamento dei morti in Europa è certamente un obiettivo ambizioso, forse più alto di quanto non sia possibile realmente fare o di quanto non sia possibile poi mantenere ma questo è uno di quei casi in cui proprio non si può non puntare al massimo risultato. Nella volontà dell’Europa sembra di rileggere la metafora dell’arciere di Macchiavelli dove la Commissione è il Principe e tutti noi, operatori autostradali e utenti, le sue frecce. (…) e fare come gli arcieri prudenti, ai quali parendo il luogo, dove disegnano ferire, troppo lontano, e cognoscendo fino a quanto arriva la virtù del loro arco, pongono la mira assai più alta, che il luogo destinato, non per aggiugnere con la loro forza o freccia a tanta altezza, ma per potere con lo aiuto di sì alta mira pervenire al disegno loro. (Macchiavelli, Il Principe, Cap. VI) ll calendario è disponibile anche online, seguendo questo collegamento. Buon 2020 a tutti in sicurezza con Autostradafacendo.

    Leggi tutto >>
  • images/813.%20Il%20cioccolato%20e%20la%20sicurezza%20stradale%20non%20sono%20poi%20mondi%20così%20lontani.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Cioccolato e la sicurezza stradale. Sono mondi così lontani?

    di Assunta De Pascalis - SINA

    I pericoli della strada e la volontà di rendere consapevoli gli utenti, soprattutto i giovani, evidentemente sono preoccupazioni che accomunano molti a prescindere dal ruolo che si ha nella società. Genitori, insegnanti, Enti istituzionali, operatori stradali, aziende di prodotti, Polizia stradale… tutti coloro che si sentono coinvolti nella sicurezza stradale cercano, come possono, di spendersi per attirare l’attenzione sul tema ed evitare tragedie. Abbiamo il piacere di farvi leggere qui un messaggio in cui Lucio Forino, Campione Italiano di Cioccolato Artistico, testimonia il suo impegno a favore della sicurezza stradale. Colpito da un evento che lo ha coinvolto da vicino racconta la sua esperienza e ricorda i pericoli ai giovani colleghi che svolgono il suo lavoro.Ringraziamo l’Associazione Italiana Chef, partner di Autostradafacendo, di averci dato modo di condividere l’attenzione del sig. Forino al tema della sicurezza stradale.

    Leggi tutto >>
  • images/812.%20Nuove%20tecnologie%20x%20sicur%20strad%20su%20corridoio%20med.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Nuove tecnologie per la sicurezza stradale sul corridoio mediterraneo

    di Simonetta Sanasi - SINA

    Il 20 novembre 2019, negli uffici della Commissione Europea a Bruxelles si è tenuto il Forum del corridoio Mediterraneo.Organizzato dalla Commissione Europea, l’incontro è stato presieduto dalla sig.ra Iveta Radičová, già primo ministro della repubblica slovacca, attualmente alto rappresentante della Commissione per il coordinamento del Corridoio Mediterraneo.SINA (Gruppo ASTM) a nome della European ITS Platform, ha tenuto una relazione dal titolo “Towards a smarter and more efficient mobility: success cases on Mediterranean Core Network Corridor”, relazione curata da Roberto ARDITI.Il Corridoio Mediterraneo è il principale asse est-ovest della rete TEN-T a sud delle Alpi. Corre tra la regione mediterranea sud-occidentale della Spagna ed il confine ucraino dell'Ungheria. Seguendo le coste mediterranee di Spagna e Francia, il Corridoio attraversa le Alpi, l'Italia del Nord, la Slovenia e la Croazia, proseguendo attraverso l'Ungheria fino al confine orientale dell’Unione.

    Leggi tutto >>
  • images/810.%20Manuale%20di%20sicurezza%20stradale_aggiornamento.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Politiche per la Sicurezza Stradale: il nuovo manuale è disponibile online

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Il XXVI Congresso Mondiale della Strada svoltosi ad Abu Dahbi lo scorso 6-10 ottobre è stata l’occasione per pubblicare la terza edizione del Manuale per la sicurezza stradale dell'Associazione Mondiale della Strada. La delibera A/RES/72/271 “Improving global road safety” è la prova tangibile di come l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite riconosca nel Manuale un testo capace di offrire ai responsabili della sicurezza stradale di tutto il mondo un set di politiche e criteri in grado di migliorare la sicurezza delle infrastrutture stradali. Questa nuova edizione è stata redatta dal Comitato Internazionale “Politiche e programmi per la sicurezza stradale”, comitato che attualmente vanta una presidenza italiana ma che beneficia di esperti provenienti da diverse parti del mondo. Il testo aggiornato offre nuove riflessioni sulla sicurezza stradale, fornendo aggiornamenti per ciascuno dei capitoli e incorporando nuove informazioni e casi di studio. Sin dalla sua prima stesura del 2003, il Manuale ha voluto proporre un approccio olistico alla sicurezza stradale sfruttando la vasta gamma di conoscenze ed esperienze fornite dagli esperti dell’Associazione Mondiale, ma mantenendosi sempre in linea con i "pilastri" definiti per il Decennio ONU di iniziative della sicurezza stradale (2011-2020) ed in particolare: • Pilastro 1: gestione in sicurezza delle strade• Pilastro 2: Strade più sicure e mobilità• Pilastro 4: utenti della strada più sicuri Il Manuale, che può essere scaricato anche per capitoli, è diviso in tre parti ed è disponibile gratuitamente on-line in lingua inglese e francese. Lo spagnolo sarà disponibile a breve, mentre versioni cartacee del manuale sono già state realizzate in lingua cinese ed in lingua farsi.

    Leggi tutto >>
  • images/808.%20Torino_Incontro%20europeo%20guida%20automatizzata.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Quale sarà la mobilità del futuro? A Torino l’incontro Europeo in preparazione di una guida ad elevata automazione in autostrada

    di Claudio Gombi - SINA

    Presso la sede torinese di ASTM (gruppo Gavio) i primi due giorni di ottobre 2019 si sono incontrati 40 esperti da 14 Paesi in rappresentanza delle principali amministrazioni europee, degli operatori autostradali e della Commissione Europea. Organizzato su iniziativa dell’European ITS Platform il workshop ha affrontato il tema dell’“Highly Automated Driving: an exploration of benefits, costs and ODD in Europe” con lo scopo di individuare gli sviluppi necessari al fine di preparare la grande viabilità europea in vista di una mobilità sempre più automatizzata e di valutare le opportunità che l’automazione può portare. L’evento ha potuto beneficiare della presenza di importanti attori che operano nel settore, a vari livelli istituzionali e operativi. A rappresentare la Commissione Europea è intervenuto Tom Alkim che ha presentato le principali politiche comunitarie nello specifico ambito tecnologico. Risto Kulmala, dell’ Agenzia finlandese dei Trasporti ha illustrato il punto di vista degli operatori stradali, portando anche l’esperienza della Conferenza europea dei direttori delle Strade. La prima giornata di workshop è stata aperta da Angelo Rossini, amministratore delegato della Società per le Autostrade Valdostane e da Roberto Arditi di SINA (gruppo Gavio) ed è stata moderata da Maarten Amelink, in rappresentanza del Ministero Olandese delle Infrastrutture e Gestione delle acque (RWS). Era presente anche il Centro Ricerche FIAT, con Luisa Andreone, in rappresentanza del consorzio internazionale produttori di veicoli L3Pilot. Sul tema del trasporto merci ha coordinato il dibattito il rappresentante dell’Amministrazione Svedese dei Trasporti, Magnus Hjalmdahl. La seconda giornata ha sviluppato il tema dei costi/benefici della mobilità automatizzata.Come già accennato, l’incontro è stato organizzato dalla European ITS Platform ovvero la piattaforma europea delle autorità e degli operatori stradali nata con lo scopo di favorire l’armonizzazione dei sistemi intelligenti di trasporto in Europa. L’iniziativa è coordinata dal Ministero italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti e il consorzio internazionale ha affidato a SINA il coordinamento del progetto. L’evento è stato oggetto di un articolo pubblicato sulla rivista “Strade e Autostrade” che è possibile scaricare da questo link.

    Leggi tutto >>
  • images/807.%20Torino_17.10.19_Workshop_Tecn_Form.jpg

    Esercizio e tecnologie

    A Torino si è dibattuto sui Sistemi Elettronici di Assistenza alla Guida per la sicurezza stradale. Minaccia o opportunità? L'on. Donina apre l'evento

    di Simonetta Sanasi - SINA

    Lo scorso 17 ottobre l’EFA (European Driving School Association) e SIMUSAFE (Simulation of behavioural aspects for safer transport) hanno organizzato nel capoluogo piemontese il 2° Workshop Internazionale con l’obiettivo di rispondere alla domanda “Tecnologia e Formazione: una minaccia o un’opportunità?”. La giornata di Torino prende spunto da un precedente incontro che EFA ha organizzato a Bruxelles lo scorso maggio alla presenza dei responsabili della Direzione Generale della Mobilità e dei Trasporti della Commissione Europea (DG Move), incontro in cui è stato affrontato il tema dei veicoli autonomi e della sicurezza considerando l’aspetto della formazione sia dei conducenti che degli istruttori di guida.Questa nuova occasione europea ha offerto l’opportunità di focalizzare ancor più le riflessioni sulla massiccia presenza della tecnologia nei veicoli e su come questo cambiamento affidi importanti responsabilità anche a coloro che andranno a formare i futuri guidatori.L’incontro è stato aperto dall’on. Donina e organizzato dal dr. Picardi (EFA). Nel corso della giornata di lavoro un gruppo di esperti paneuropei ha lavorato per dare una prospettiva all’insegnamento della guida per i ragazzi: insegnamento della guida con le attuali metodologie o c’è l’esigenza di pensare a sistemi interattivi più efficaci sia nell’insegnamento alla guida che negli stessi esami da sostenere per ottenere la patente.In sostanza, il tema della giornata è ruotato attorno alla domanda su quale debba essere la formazione corretta da dare ai futuri guidatori perché le macchine del futuro, così tecnologicamente prestanti, possano essere effettivamente tutrici della sicurezza stradale e non armi pericolose in mano a guidatori acerbi.Al workshop hanno partecipato i delegati delle associazioni nazionali, le istituzioni nazionali, le Università, le autoscuole italiane e altri soggetti che sono coinvolti nel mondo della formazione e della sicurezza stradale. Al riguardo SINA (Gruppo ASTM), che ha posto la sicurezza stradale al centro della propria azione e cerca di dare un contributo anche con Autostradafacendo, è stata presente all’evento contribuendo, a nome della European ITS Platform, nell’ambito di un dibattito sui sistemi elettronici di assistenza alla guida (ADAS - Advanced Driver Assistance Systems) e sulle possibilità che questi siano in grado di cambiare il modo di guidare e su quanto l’attuale società sia davvero pronta a questo cambiamento.

    Leggi tutto >>
  • images/806.%20Congresso%20ad%20AbuDhabi_6_10.10.19.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Gli Emirati Arabi Uniti ospitano gli esperti globali per il primo congresso mondiale della strada nel Medio Oriente

    di Assunta De Pascalis - SINA

    La capitale degli Emirati Arabi Uniti è stato il luogo dove si è svolto dal 6 al 10 ottobre il XXVI Congresso Mondiale della Strada sul tema “Collegare le culture – Accelerare le economie“, congresso organizzato in stretta collaborazione tra la World Road Association (PIARC) ed il Ministero dei Trasporti di Abu Dhabi.Il Congresso ha previsto la presentazione dei risultati del lavoro svolto dai 22 Comitati del PIARC nonché una serie di sessioni specialistiche e workshop che hanno trattato argomenti di interesse attuale e futuro. Alle giornate hanno partecipato amministrazioni stradali, fornitori di servizi e attrezzature, consulenti e organizzazioni del settore stradale nonché ministri di tutto il mondo che hanno condiviso le loro opinioni su temi chiave come la sicurezza e la sostenibilità delle infrastrutture stradali, l’Intelligenza Artificiale, la Pianificazione Territoriale e la Futura Rete di Trasporto. Poiché SINA detiene la Presidenza del Comitato Internazionale su “Politiche e programmi per la Sicurezza Stradale”, ha partecipato all’evento intervenendo nelle seguenti sessioni:• Sessione 2 sul tema “Costruire partenariati per una migliore sicurezza stradale” nell’ambito di un intervento coordinato con il Segretario Generale dell’Associazione Mondiale della Strada• Workshop 3 dedicato al “Manuale di Sicurezza Stradale e obiettivi ONU”, in qualità di moderatore del dibattito conclusivo. Durante questa sezione di lavoro il Vice-Ministro svedese ha lanciato l’evento conclusivo del decennio ONU sulla sicurezza stradale (detta conferenza ministeriale sarà organizzata infatti in Svezia nel 2020)• Sessione strategica di direzione C – “Le sfide poste dal decennio per la sicurezza stradale” con la partecipazione di SINA alla tavola rotonda conclusiva• Comitato Tecnico C.1 "Programmi e politiche per la sicurezza stradale", lavori presieduti da Roberto Arditi in qualità di Presidente del Comitato Tecnico Internazionale sulla sicurezza stradale. Il Congresso è stata un’opportunità per condividere, a livello mondiale, conoscenze, idee e innovazione in vista di infrastrutture più sicure e sostenibili.

    Leggi tutto >>
  • images/805.%20Fissaggio%20del%20carico.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Camion perde il carico: muoiono madre e figlio quindicenne

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Noi tutti abbiamo letto sui quotidiani di questi primi giorni di ottobre riguardo alla tragedia che è avvenuta in paesino della provincia di Sondrio. Matteo e la sua mamma sono morti su una statale della Valtellina a causa di un camion che arrivando nell'altra direzione ha perso tonnellate di assi di legname che sono precipitate sulla vettura uccidendoli entrambi. Due persone hanno perso la vita mentre il camionista, risultato negativo ai test di alcol e droga, è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di duplice omicidio stradale: su di lui grava il sospetto di una negligente preparazione del carico. Un atto di garanzia per consentire a lui ed alla ditta di autotrasporti per la quale opera di nominare dei consulenti di parte in vista degli accertamenti tecnici che saranno svolti sul mezzo e sulle cinghie che hanno ceduto.Purtroppo si tratta di incidenti frequenti tanto che la “perdita del carico” è un tema ben presente nella campagna Autostradafacendo che viene mostrato sia dal punto di vista del trasportatore professionista che da quello del conducente di auto non professionista.

    Leggi tutto >>
  • images/804.%20Otranto_Incontro%20AISCAT_PS.jpg

    Esercizio e tecnologie

    AISCAT-Polizia Stradale sulla Sicurezza Stradale

    di Assunta De Pascalis - SINA

    È stata la terra salentina ad ospitare tra 29 settembre e il 1° ottobre l’annuale incontro AISCAT-Polizia Stradale il cui tema è stato dedicato alla “SICUREZZA 2.0: LA SFIDA DEL FUTURO”. Alla presenza delle autorità istituzionali (tra tutti il capo della Polizia Franco Gabrielli) e dei principali referenti nazionali e internazionali che si occupano della sicurezza stradale. L’incontro ha cercato un confronto sulle strategie utili ad aumentare i livelli di sicurezza della grande viabilità nazionale. Nel primo giorno i lavori si sono focalizzati sulla sicurezza stradale come responsabilità condivisa affrontando in una prima sessione l’ambito europeo a cui è seguita un’analisi sul contesto italiano. Ha chiuso la prima giornata una sessione incentrata sul tema della comunicazione e dell’informazione come strumenti per la sicurezza ed in questa fase è intervenuto Roberto Arditi, esponente del gruppo Gavio portando, tra gli altri temi Autostradafacendo, la campagna di comunicazione sulla sicurezza stradale, sempre più integrata nell’ambito degli obiettivi di sviluppo sostenibile del gruppo ASTM/SIAS. Nel corso della mattinata sono stati premiati gli agenti della Polizia stradale di Bolzano e Messina, che si sono distinti in operazioni di soccorso in ambito autostradale. I confronti del secondo giorno sono stati dedicati alle nuove tecnologie e al futuro della viabilità italiana che si dovrà costruire. In questo ambito è intervenuto Marco Comi sul tema della gestione operativa delle infrastrutture stradali.

    Leggi tutto >>

Pagina 1 di 64

Multimedia

Guarda le immagini raccolte dal Gruppo ASTM-SIAS e le campagne disponibili in rete

videoUn sogno a metà - Valeria D'Addabbo

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

videoPolizia Stradale in azione: guasto, cosa fare

fonte: Polizia Stradale

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): rischi da evitare

videoDistracted Driving - When You Drive, Just Drive

fonte: Liikenneturva

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico, Rischi da prevenire

videoWhy We Insure Women Only

fonte: Insurance Brokers (PTY) LTD

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Inglese

categoria(e):  Divertente, rischi da prevenire

videoEl Búho video: Campaña de Educación Vial

fonte: El BÚHO

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Spagnolo

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire, Casi reali

 

 

videoBici-Film: Di notte, luci sempre accese!

fonte:  Veloplus

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e):  Video per pensare, buoni comportamenti

videoIl fumetto per la sicurezza stradale

fonte: Provincia di Lucca, SALT, SATAP

tipologia: Lucca Comics & Games 2011

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire, Luoghi comuni

videoIncidente causato dalla guida sotto l' effetto di stupefacenti.

fonte: MINISTERTZVO DOPRAVY

tipologia: Campagna

lingua: Repubblica Ceca

categoria(e): Drammatico, Giovani, Rischi da prevenire

videoUna bambina resuscita e ci spiega quanto può essere pericoloso superare i limiti di velocità.

fonte: THINK!

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico, Città, Divertente, Famiglie, Rischi da prevenire

Statistiche Approfondisci >>
Aiutaci a diffondere la Sicurezza
Abbiamo bisogno del contributo di tutti per diffondere la cultura e le pratiche della Sicurezza sulle strade.

Scopri come collaborare con noi in questa importante missione >>

Seggiolino-336X280

Iscriviti alla newsletter
Abbiamo bisogno di te per diffondere la cultura della sicurezza. Resta collegato. Scopri come >>

augusto

Q.V.M.S. QVOD VIAE MUNITAE SVNT

Le strade tra storia ed archeologia a 2000 anni da Augusto Imperatore

Clicca qui per scaricare l'ebook.

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>