Campagna per la Sicurezza Stradale

Roberto AzzardaCristina SvegliaPierina Azzarda
Carletto AzzardaEster SciantosiEmanuele Giusto
Edoardo Svelto Federico Prudente Pio Claudia Semprepronta
Alberto Risoluto Mario Nero Teresa Tormenta
Fabrizio Sotuttoio Geremia Azzarda

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Mettiti alla guida della tua vita!

Conosci tutti personaggi della Campagna

claudia

Claudia Semprepronta

Medico dell’Emergenza, donna dotata di grande forza e determinazione. Nonostante la grande esperienza, ancora stenta a metabolizzare le immagini che è costretta a vedere. L’autostrada non è certo la sua attività principale, ma l’esperienza di intervento l’ha portata a ben comprendere la natura umana e le conseguenze dei comportamenti. In questo modo, è divenuta lei stessa un guidatore più che perfetto. Possiede capacità professionali che le consentono di affrontare le terribili conseguenze degli incidenti stradali. L’aver salvato vite umane e tante e poi tante situazioni che apparivano ormai impossibili non è per lei un vanto, ma l’unico pungolo che le conferma quotidianamente la bontà della sua scelta professionale.

Tutti i consigli [+]

Guidi di notte? Occhio alla vista!

Non bevete alcolici

Non fare uso di droghe e stupefacenti

Non fumate mentre guidate

Regolate sempre correttamente il poggiatesta

GUIDI DI NOTTE? OCCHIO ALLA VISTA!

Per una reazione dell’occhio alla oscurità e al buio, la capacità visiva si riduce di circa una diottria e mezzo. Ciò accade a tutti, con o senza occhiali, e, dal momento che la diminuzione non avviene in modo immediato, non è percepita e anzi questo fenomeno “fisico” è quasi sconosciuto. La riprova di questo fatto può essere facilmente dimostrata da chi ha una leggera miopia che non comporta l’obbligo delle lenti alla guida ma che induce la persona a dotarsi di occhiali con leggere lenti correttive per sua comodità, ad esempio per vedere meglio una proiezione cinematografica. Se questa persona mette quegli occhiali alla guida notturna, in autostrada, la differenza visiva viene colta immediatamente ed avrà poi difficoltà a guidare, subito dopo essersi tolto gli occhiali. Indipendentemente dall’esito del rinnovo della patente, è opportuno che la vista venga “d’occhio”, soprattutto dopo i 45 – 50 anni, con un semplice controllo, anche dal negoziante di fiducia: se emergessero piccole carenze, è bene allora effettuare una visita dallo specialista. La precauzione è d’obbligo.

NON BEVETE ALCOLICI

NON FARE USO DI DROGHE E STUPEFACENTI

REGOLATE SEMPRE CORRETTAMENTE IL POGGIATESTA

Quasi la metà degli automobilisti continua a guidare con un poggiatesta non correttamente posizionato. Invece, in caso di impatto, un poggiatesta ben regolato in altezza e distanza riduce il rischio di danni ai tessuti del collo. La giusta posizione è importante perché, in caso di tamponamento, si viene leggermente sollevati dal sedile. Se il poggia-testa è troppo basso, la testa può subire un‘accelerazione all‘indietro oltre il poggiatesta, con conseguente stiramento dei muscoli del collo. Se il poggiatesta è troppo distante dalla testa, questa può piegarsi in maniera eccessiva all‘indietro rispetto al corpo, il che può comportare dei danni. Bastano pochi accorgimenti: regolare il poggiatesta alla giusta altezza (se non è possibile può aiutare la regolazione del sedile) facendo in modo che il lato superiore del poggiatesta si trovi alla stessa altezza della sommità del capo; e regolare la giusta distanza, cosicché la nuca tocchi il poggiatesta.

NON FUMATE MENTRE GUIDATE

Chiedetevi quanto tempo ci vuole per accendere una sigaretta? Circa 4 secondi. In auto non solo a sigaretta distrae più del telefonino, ma riduce il livello di attenzione aumentando le probabilità di provocare un incidente. Tenere in mano una sigaretta non permette di eseguire i movimenti in modo corretto e, sicuro. Se, ad esempio, cade l'accendino o, peggio, la sigaretta accesa, il guidatore, nel tentativo di evitare che si bruci il tappetino dell'auto, viene a trovarsi in una situazione di pericolo. E al volante questo può uccidere. Non fumare in auto non è una questione di divieto, ma di buon senso.

Le vignette in cui è presente

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>