Campagna per la Sicurezza Stradale

Roberto AzzardaCristina SvegliaPierina Azzarda
Carletto AzzardaEster SciantosiEmanuele Giusto
Edoardo Svelto Federico Prudente Pio Claudia Semprepronta
Alberto Risoluto Mario Nero Teresa Tormenta
Fabrizio Sotuttoio Geremia Azzarda

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Mettiti alla guida della tua vita!

Conosci tutti personaggi della Campagna

roberto

Roberto Azzarda

Superficiale, caciarone, svagato, distratto e pure ingegnere. Non si rende conto del rischio che corre e che fa correre agli altri con una guida aggressiva, spesso inadeguata e incurante delle regole. È spesso soggetto ad incidenti, ma non impara. Inoltre, siccome i guai non vengono mai da soli, è anche sfortunato: quando gli capita un impiccio, di sicuro viene nel posto o nel modo peggiore. Ha perso tanti punti dalla patente che se li potesse giocare nei concorsi a premi, potrebbe vincere un viaggio ai Caraibi. I punti, per lo più glieli ha tolti Emanuele. Ciò nonostante apprezza la correttezza di Emanuele e quindi rimangono grandi amici.

Tutti i consigli [+]

Velocità che passione...

Niente paura in galleria

Non guidate mai quando siete stanchi!

Non mangiate o bevete mentre guidate!

Non fumate mentre guidate

Attenti ai farmaci che assumete prima di guidare

VELOCITÀ CHE PASSIONE…

La velocità è il maggiore assassino sulle strade italiane ed europee.
Secondo le Istituzioni Europee, se riuscissimo a ridurre la velocità media di guida di 3 km/h si salverebbero circa 5000-6000 vite ogni anno risparmieremmo da 120.000 a 140.000 incidenti sul territorio dell’Unione.
Rispettare i limiti di velocità salva la vita!
A quanto si può viaggiare?

Autostrade 130 km/h, scendono a 110 in caso di maltempo
strade extraurbane principali 110 km/h; 90 in caso di maltempo
strade extraurbane secondarie e locali 90 km/h
in città 50 km/h; 70 in alcuni tratti espressamente segnalati

Le sanzioni:

fino a 10 km/h in più rispetto al limite sanzione pecuniaria compresa tra 39 e 159euro  
oltre 10 km/h e fino a 40 km/h in più sanzione pecuniaria compresa tra 159 e 639 euro decurtazione di 3 punti sulla patente
oltre 40 km/h e non oltre i 60 km/h sanzione pecuniaria tra 500 e 2000 euro decurtazione di 6 punti sulla patente e sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi
oltre 60 km/h i limiti massimi di velocità sanzione pecuniaria compresa 779 e 3.119 decurtazione di 10 punti sulla patente e la sanzione accessoria della sospensione della patente da sei a dodici mesi. In caso di recidiva in un biennio è disposta la revoca della patente di guida.

Queste sanzioni sono aumentate per i neopatentati e per i conducenti professionali

NIENTE PAURA IN GALLERIA

Entrare e uscire da una galleria è un momento critico perché l'occhio deve adeguarsi progressivamente al livello dell'illuminazione interna del tunnel, per quanto il gestore predisponga correttamente i sistemi di illuminazione di rinforzo. Il pericolo sussiste ed è tanto più elevato, quanto più alta è la velocità del mezzo ove questa sia sopra al limite prescritto, anche perché gli impianti di illuminazione sono progettati in relazione alla velocità di percorrenza sull’itinerario: il superare questi limiti porta quindi ad avere il “colpo di buio”. Accade che il ‘colpo di buio’ costringa il conducente a guidare in situazione di incertezza psicotecnica.

Di giorno:

  • Togliere gli occhiali da sole: il loro uso può aggravare il fenomeno di shock visivo, rendendo più lungo il periodo di adattamento e più difficoltoso riprendere la visibilità di strada.
  • All'uscita dalla galleria abbassate l'aletta del parasola per ridurre al minimo lo shock visivo.



Di notte:

  • Il passaggio dal buio alla luce ('colpo di luce') richiede all'occhio umano alcuni secondi di adattamento, quindi decelerare prima di entrare in una galleria per ridurre i metri percorsi 'alla cieca' dall'automobile durante gli istanti dell'adattamento dell'occhio.



Dal punto di vista statistico gli incidenti in galleria sono lievemente inferiori a quelli che avvengono nelle corrispondenti tratte a cielo aperto.

NON GUIDATE MAI QUANDO SIETE STANCHI!

Il sonno può uccidere se si è alla guida. Più di un morto su due (56%) in strada è provocato dalla "sonnolenza diurna". Un incidente stradale su cinque ha come concausa l'improvviso calo di attenzione dovuto alla sonnolenza. Sono due i momenti della giornata più pericolosi: tra le 14 e le 16, e tra le 2-3 di notte.

Con un Colpo di Sonno al volante di un qualsiasi automezzo di soli 5 secondi a 80 km/h, si percorrono circa 200m senza che il conducente ne abbia coscienza, che su una carreggiata autostradale possono significare il caos più totale e incidenti dalle conseguenze inimmaginabili.

Non credete ai rimedi antisonno: non esistono! È inutile, se non dannoso:

  • sporgere la testa dal finestrino non ha alcuna efficacia. Dopo 2 secondi tutto torna come e peggio di prima.
  • Bere caffè non allontana il rischio del colpo di sonno. Superata la dose ben tollerata dal singolo individuo la caffeina non ha nessun effetto maggiore, anzi, accentua la sudorazione, con conseguenze di irregolari frequenze cardiache e tremori.
  • Bagnarsi il volto continuamente, ha lo stesso effetto dello sporgersi dal finestrino, dopo un momentaneo beneficio tutto torna come e peggio di prima.
  • Assordarsi con la musica ad alto volume ha l’effetto inverso: produce affaticamento sensoriale
  • aumentare la velocità per stare più allertati è inutile e pericoloso: l’azione richiede riflessi più pronti e si risolve in un maggiore pericolo di stanchezza.



"IL COLPO DI SONNO"

NON MANGIATE O BEVETE MENTRE GUIDATE!

Non è esplicito il divieto mangiare durante la guida, ma è bene sapere che se mangiate:

  • usate almeno una mano per reggere saldamente il panino/biscotto/altro e non il volante;
  • se mangiate vi distraete, per forza;
  • il cibo richiama il flusso sanguigno verso il sistema digerente, a scapito del flusso verso il cervello, quindi è probabile che vi venga sonnolenza.

NON FUMATE MENTRE GUIDATE

Chiedetevi quanto tempo ci vuole per accendere una sigaretta? Circa 4 secondi. In auto non solo a sigaretta distrae più del telefonino, ma riduce il livello di attenzione aumentando le probabilità di provocare un incidente.
Tenere in mano una sigaretta non permette di eseguire i movimenti in modo corretto e, sicuro. Se, ad esempio, cade l'accendino o, peggio, la sigaretta accesa, il guidatore, nel tentativo di evitare che si bruci il tappetino dell'auto, viene a trovarsi in una situazione di pericolo. E al volante questo può uccidere.
Non fumare in auto non è una questione di divieto, ma di buon senso.

ATTENTI AI FARMACI CHE ASSUMETE PRIMA DI GUIDARE

Molti farmaci hanno un effetto deleterio sull’azione di guida, anche se non ce accorgiamo. Anche un semplice antidolorifico può interferire con la nostra sicurezza.

Molti farmaci

  • inducono sonnolenza
  • riducono la capacità di concentrazione
  • influenzano i riflessi
  • allungano il tempo di reazione
  • alterano la coordinazione motoria e la capacità di giudizio
  • influenzano il senso di valutazione delle distanze e delle velocità

Massima attenzione se assumete farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale,
"I FARMACI CHE INFLUISCONO SULLA GUIDA"

Le vignette in cui è presente

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>