Campagna per la Sicurezza Stradale

In questa sezione trovate i nostri articoli di approfondimento tecnologico e di novità sulla strada.

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Ritiro immediato della patente per chi usa il cellulare alla guida – audizione alla Camera della Stradale

La principale causa di incidenti stradali è la distrazione e l’uso improprio di telefoni cellulari ed altri dispositivi elettronici. Una modifica normativa che consenta il ritiro della patente alla prima violazione va incontro all’esigenza di essere più efficaci nel contrasto a questo comportamento pericolosissimo, questo è il cuore di quanto riferisce Santo Puccia, primo dirigente della Polizia Stradale, in audizione alla Commissione Trasporti della Camera.
Attualmente la legge prevede la sospensione della patente solo in caso di recidiva, e questo provvedimento si è mostrato poco efficace in termini di deterrenza. Secondo Puccia, la modifica normativa che pone la possibilità di procedere alla sospensione e contestualmente al ritiro della patente già alla prima violazione è di grande aiuto dal punto di vista della prevenzione e per educare in maniera più efficace gli utenti della strada.
 
780 Ritiro immediato della patente

I dati dell’attività di contrasto a questo comportamento, ha proseguito il dirigente della Polizia stradale, evidenziano un incremento delle violazioni. Purtroppo si tratta di una trasgressione diffusissima e difficile da contrastare. Per questo lo spauracchio del ritiro della patente alla prima violazione potrebbe essere efficace. Ormai si trovano a buon mercato auricolari e dispositivi di viva voce. Si potrebbe generare un effetto virtuoso come lo abbiamo registrato con il meccanismo della patente a punti.
Il dirigente della Polizia stradale ha poi auspicato un’altra modifica al Codice al fine di contrastare più efficacemente l’abuso di sostanze stupefacenti, cioè la possibilità di perseguire chi è stato trovato positivo ai test ma non in stato di alterazione alla guida, in modo da sottoporlo a verifica da parte delle commissioni competenti.
Puccia ha inoltre chiesto una modifica alle modalità di manutenzione degli etilometri in dotazione alla Polizia: “Attualmente le visite periodiche per questi strumenti vengano fatte presso due soli centri del Ministero dei Trasporti a Roma e Milano che non riescono a smaltire il gran numero di attrezzature da controllare, accade così che per lunghi periodi le forze di polizia non possono usarli perché fermi in attesa delle visite periodiche”

Ultimi articoli

Luc Besson: Salvate la vita dei bambini!

08/07/2019Save Kids Live è il toccante cortometraggio realizzato dalla FIA, Federazione Internazionale dell'Automobile, attualmente presieduta da Jean Todt, che ha...

Attimi di tensione in autostrada

08/07/2019Tardo pomeriggio di domenica 30 giugno 2019, rientro a Milano dopo una visita di cortesia ai parenti veronesi di mia...

Il sito archeologico di LUNI: antichità, cultura, sviluppo e sicurezza stradale

05/07/2019Lo scorso 18 maggio è stato inaugurato il progetto “Portus Lunae”, una passerella ciclopedonale completa di opere accessorie realizzata da...

Autostradafacendo premia i ragazzi che scrivono della sicurezza stradale

17/06/2019Anche quest’anno si è conclusa l’avventura del Campionato di Giornalismo - “Cronisti in classe” organizzato da “QN-Il Giorno” in collaborazione...

La sicurezza stradale tra le priorità del Piano di Sostenibilità di Gruppo

14/06/2019Il Piano di Sostenibilità “Going Global Sustainably” del Gruppo ASTM-SIAS è un documento che declina gli impegni assunti inerenti le...

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>