Campagna per la Sicurezza Stradale

In questa sezione trovate i nostri articoli di approfondimento tecnologico e di novità sulla strada.

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Barriere di sicurezza, la formazione di SINA è promossa con 342 e lode

È stato un evento riuscito quello organizzato da SINA a Milano per la formazione sul tema “Barriere di sicurezza: criteri di protezione passiva. Dalla concezione all’esercizio” che ha visto la partecipazione complessiva di 208 presenze divise tra le due giornate di lavoro: 93 presenze il 12 febbraio e 115 il giorno seguente. Aperto a tecnici ed esperti di diverse realtà italiane, di tale formazione hanno beneficiato principalmente gli operatori del gruppo ASTM che sulla base di uno specifico accordo di SINA con l’ordine degli ingegneri territorialmente competente hanno guadagnato complessivamente 342 crediti formativi professionali.

 

819. Formazione SINA barriere di sicurezza

 

La prima giornata è stata aperta da Stefano Torresani a nome di SINA e da Federico Lenti a nome delle concessionarie del gruppo ASTM.

Giornata riservata ai tecnici ASTM
Riservato ai tecnici ASTM, il primo giorno ha visto come protagonisti i responsabili delle concessionarie ASTM (Matteo Boroni, Massimo Caraccio, Francesco D’Ambra, Giuseppe Fratino, Valter Re) e i tecnici di SINA esperti di concezione, progettazione e realizzazione dei sistemi di sicurezza posti a protezione del margine autostradale (Claudio Ardemagni, Enrico Ghislandi, Luca Greco, Barbaro Lo Giudice, Stefano Sinopoli).

Giornata aperta a tecnici ed esperti del settore
Analogo mix per i relatori del secondo giorno, alcuni dei quali avevano già contribuito al seminario interno del giorno precedente. Tali relatori sono stati coadiuvati, sempre a nome del gruppo ASTM, da Mario Bruni e Daniele Buselli. Raffaella Grecco ha arricchito il bagaglio informativo della seconda giornata, portando l’esperienza di ANAS in termini di concezione, sperimentazione e realizzazione dei sistemi di barriere.
Oltre al personale ASTM, la seconda giornata ha visto la presenza interessata di 50 esperti ospiti: 9 rappresentanti del Ministero (tra uffici ispettivi e provveditorati), 8 rappresentanti degli uffici tecnici delle autorità locali (Regione Lombardia, province di Cremona, Pavia, Monza e Brianza), rappresentanti dell’industria, della consulenza e di operatori stradali diversi dal gruppo ASTM.

Roberto Arditi ha contribuito animando il dibattito delle due giornate.

I temi

-        criteri di progettazione dell’installazione

-        difficoltà che si sono riscontrate nelle passate realizzazioni

-        criteri di verifica che i parametri di prova siano rispettati sia nella fase progettuale che nelle fasi di installazione

-        criteri di buona progettazione attuale da adottarsi nella rete del gruppo ASTM per prevenire criticità

-        criteri minimi per la definizione ed il progetto dei componenti speciali delle barriere di sicurezza, verifiche formali che la DL deve effettuare per garantire che il progetto sia correttamente eseguito e quindi collaudabile

-        il ritorno di esperienza sugli incidenti da parte delle concessionarie

-        il criterio di progettazione delle barriere di sicurezza adottato da SINA e da ANAS

-        i diversi tipi di barriere che sono necessari in relazione ai livelli di protezione da garantire (stato di fatto ed evoluzione storica)

-        le prove d’urto, la normativa, le analisi e simulazioni ad elementi finiti, i criteri di installazione


Prospettive
I contributi dei relatori hanno posto le premesse per garantire ai nostri tecnici una più ampia consapevolezza dell’intero ciclo di concezione/progettazione/installazione/manutenzione delle barriere di sicurezza. In questo modo l’impegno dei relatori per la diffusione è suscettibile di produrre un miglioramento della prestazione complessiva dei tecnici di SINA e del gruppo ASTM, a potenziale vantaggio della sicurezza delle Autostrade di competenza ed a tutela della vita umana.

Gli interessanti risultati conseguiti hanno confortato gli organizzatori sull’opportunità dell’iniziativa e su quella dei seguiti attesi.

Ultimi articoli

Sicurezza stradale, al via i bonus per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono

17/04/2020A partire dal 7 novembre 2019 è scattato l’obbligo di montare sulle auto i cosiddetti “dispositivi antiabbandono” in caso di...

Trasporti e “Green deal” – la prospettiva europea

19/03/2020Passa sotto nome di “Green Deal” la strategia che impegna l’Unione a rendere l’economia europea neutrale rispetto al carbonio entro...

Il GIS per l’ingegneria contribuisce alla sicurezza delle infrastrutture stradali

19/03/2020Continua la formazione organizzata da Sina. Per il giorno 28/05/2020 è programmato il seminario dal titolo: “Il GIS per l’ingegneria...

Sensibilità e senso civico: attraversamento pedonale, cinture di sicurezza e seggiolini auto!

19/03/2020Fraternità della strada ha pubblicato una nuova newsletter che in questo mese di marzo pone l’attenzione su un paio di...

Uno specchietto ci salva la vita – intervento di Susanna Tamaro

10/03/2020A seguito dell’incidente che ha causato la morte del diciottenne Matteo Prodi, la scrittrice triestina Susanna Tamaro pubblica un intervento...

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>