Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 46

La distrazione fa strage

CAMBIA MUSICA ... MA DA FERMO

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS hanno cura di progettare e mettere in esercizio strade confortevoli sulle quali viaggiare in sicurezza. Ricorda però che comfort non significa abbassare la guardia o togliere le mani dal volante. La guida distratta è uno dei principali fattori di incidentalità sulla strada. Nonostante la gravità delle conseguenze di una guida distratta, noi guidatori non abbiamo una corretta percezione di quanto i comportamenti abitudinari possano incidere negativamente sulla sicurezza stradale (es. cambiare la musica, manovrare CD telefoni o altri dispositivi durante la marcia). Se vuoi cambiare musica, fermati nell'area di servizio e prenditi due minuti per scegliere con calma la tua musica preferita e per telefonare.

Quando ?
Sempre, durante la guida.

Cosa ?
Quando guidi, guida! Guidare in sicurezza vuol anche dire non lasciare alcuno spazio alla distrazione.

Perchè ?
Cambiare il CD mentre si guida è una grave fonte di distrazione perché, oltre a provocare deconcentrazione, fa distogliere lo sguardo dalla strada e riduce i tempi di reazione. Chi guida e contemporaneamente usa un dispositivo elettronico riduce del 50% il proprio tempo di reazione. Ricorda che cambiare un CD durante la marcia è causa di incidente nell'11,4% dei casi imputabili alla distrazione. Anche in questo caso, la tecnologia contribuisce a darci una mano con i comandi dello stereo posizionati sul volante o con i caricatori per più di un Compact Disc.

Il sistema autostradale è sicuro, ma a condizione che i guidatori siano attenti. Una distrazione può costare molto cara a te stesso ed agli altri. La strada non perdona i distratti.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)


fotoVignetta 49

Rispetto reciproco.

E' UNA BASE DELLA CIVILTA'.

Noi per Voi
Sono mille e poi mille le occasioni in cui pedoni e veicoli si incontrano. Allo stato attuale delle statistiche ogni dieci incidenti stradali almeno uno comporta l'investimento di un pedone. Ne viene un tributo sociale ed umano enorme perché l'investimento è un incidente che spesso risulta tra i più gravi, tanto è vero che non uno ogni dieci, ma ogni sette incidenti mortali abbiamo l'investimento di un pedone, per non parlare di tutti coloro che portano poi danni permanenti.
Anche in autostrada ci sono dei pedoni. Chi si ferma in autostrada per motivi di emergenza è un pedone, inoltre le autostrade gestite dal Gruppo ASTM-SIAS sono adeguatamente dotate di stazioni di servizio, aree di ristoro, con bar ed altri servizi: questi sono tutti servizi dove sono lecitamente presenti i pedoni. Noi cerchiamo di delimitare gli spazi, evidenziare con segnaletica e proteggere i percorsi pedonali. A questo punto è tuo il compito di fare quello che ti prescrive il Codice, ovvero circolare solo sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli spazi predisposti per i pedoni; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti devi camminare con prudenza senza distrarti e devi essere conscio che - pure essendo tu nel tuo buon diritto - qualche guidatore potrebbe lui essere ... distratto.
Quando invece sei un automobilista, sappi di avere l'altrui salute e vita nelle tue mani ed assumi comportamenti rispettosi e mai aggressivi anzi, ogni volta che ne hai la possibilità, arrestati e lascia passare i pedoni che vedi intorno a te, proteggili con la sagoma del tuo veicolo che è sicuramente più evidente e visibile dagli altri veicoli.

Quando ?
Sempre, quando sei un pedone o quando incontri un pedone.

Cosa ?
Se sei un pedone, marcia negli spazi previsti ed assumi un atteggiamento difensivo ... alla guida delle tue scarpe: non dare per scontato che i veicoli seguano con precisione quelle regole ideate per proteggerti perché il guidatore potrebbe essere distratto, stanco o addirittura alterato da sostanze vietate.

Se invece sei su un veicolo, allora sei protetto dalla massa e dalle lamiere del tuo mezzo, ma gli altri no. Se non vuoi rischiare di diventare un assassino, mettiti con serietà alla guida della tua vita.

Perchè ?
I pedoni, i ciclisti (che non ci sono in autostrada, ma che in Italia offrono un tributo di mortalità sostanzialmente pari all'insieme di tutte le autostrade) ed i motociclisti sono utenze deboli della strada, che meritano e richiedono una particolare attenzione. Quando sei a piedi, ricorda che sei un pedone e quando sei su un veicolo ricorda che sei alla guida di un'arma che ogni anno stronca decine di migliaia di vite in tutta Europa.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 190. (COMPORTAMENTO DEI PEDONI)
ART. 191.(COMPORTAMENTO DEI CONDUCENTI NEI CONFRONTI DEI PEDONI)

Regolamento di Attuazione Codice della Strada
ART. 351 (ARRESTI E SOSTE DEI VEICOLI IN GENERALE)


fotoVignetta 32

Distrazione?

Mai abbassare la guardia alla guida!!

Noi per Voi
In fase di progettazione della strada, il Gestore Autostradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta e aree di parcheggio. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa, per favore, tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non distrarti con il rischio di costituire un pericolo per te e per gli altri. Se devi telefonare, consultare una carta, il navigatore o mandare un messaggio fermati, per favore, in un‘area di sosta o di servizio. Regala due minuti della tua vita per salvaguardare la tua vita intera e quella altrui. Scegli per la vita.

Quando?
In ogni momento, durante la guida.
Cosa?
Non escludere mai la presenza di imprevisti. Presta attenzione a tutte le manovre che svolgi ed al movimento degli ostacoli presenti nel tuo scenario.
Qualunque sia la tua fonte e l’urgenza del motivo di distrazione, fermati in un’area di servizio o in un’area di sosta. Le piazzole e la corsia di emergenza sono riservate ai soli casi di urgenza e crisi.
Perché?
Il sistema autostradale è molto sicuro, a condizione che i guidatori siano attenti. Una piccola distrazione può costare molto cara a te stesso ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)

 

fotoVignetta 12

Distrazione, cellulare

Di chi è la colpa

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS hanno avuto cura che anche in galleria fosse disponibile la telefonia cellulare. Ma tu fai attenzione, per favore!! È un servizio utile per l’emergenza ed una comodità per i passeggeri. Guidare al telefono moltiplica per 5 la probabilità di un incidente. È vietato al conducente di far uso di apparecchi radiotelefonici e di usare cuffie sonore. È consentito l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare, purché il conducente abbia adeguate capacità uditive da entrambe le orecchie, che non richiedano per il loro funzionamento l'uso delle mani. Fermati nell’area di servizio per comporre i numeri e, mi raccomando, mai leggere e scrivere SMS o mail mentre guidi!! Scegli la vita.

Quando?
In ogni momento, durante la guida. 
Cosa?
Non escludere mai la presenza di imprevisti. Presta attenzione a tutte le manovre che svolgi ed al movimento degli ostacoli nel tuo scenario. Evita di distrarti con il telefono cellulare, con il navigatore o con altri dispositivi. Organizza il tuo viaggio prima di metterti alla guida. Se devi mandare un messaggio, arresta il veicolo in sicurezza in un’area di servizio. In situazioni di reale necessità, accosta il veicolo su una piazzola di emergenza, ma solo per il tempo strettamente necessario a svolgere qualsiasi manovra che ti comporterebbe distrazioni dalla guida. 
Perché?
Il sistema autostradale è molto sicuro, ma a condizione che i guidatori siano attenti. Una piccola distrazione può costare molto cara a te stesso ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 173 (USO DI LENTI O DI DETERMINATI APPARECCHI DURANTE LA GUIDA)

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Cellulari, cosa può accadere se ci si distrae in strada. Video choc della polizia di Losanna

fonte: aluises

tipologia: Campagna sulla sicurezza stradale

lingua: Francese

categoria(e): Rischi da prevenire

Altri media

videoRICOSTRUZIONE IN 3D-DELL'INCIDENTE AUTOBUS SULLA A16 NAPOLI-CANOSA

fonte: Polizia Stradale

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): rischi da evitare

videoConduire pour le travail. Les dangers du téléphone portable au volant

fonte: INRSFrance

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Artistico, rischi da evitare

video« Combien de temps » - Rendre la #routeplussure ne dépend que de nous

fonte: Sécurité routière

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Artistico, Rischi da prevenire

videoVelocità...

fonte:  campagna inglese "Think" contro la velocità nei centri urbani

tipologia:

lingua: Inglese

categoria(e): Rischi da evitare, Drammatico

videoINCIDENTE IN CUI UNA MACCHINA SI INFILA SOTTO UN TIR

fonte: N.D.

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Casi reali

videoVideo amatoriale che ci mostra l' importanza dei limiti di velocità.

fonte: N.D.

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti, Città, Giovani, Rischi da prevenire

Video Correlati

videoLa magie de Noël - Un film de Mathieu Amalric pour la Sécurité routière

fonte: Sécurité routière

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire

videoMULTE E SANZIONI ANCHE PER CHI FUMA MENTRE È ALLA GUIDA.

fonte: TG1

tipologia: Tratto da un programma televisivo o da un telegiornale

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire, Testimonianze

videoANCHE FUMARE ALLA GUIDA È FONTE DI DISTRAZIONE. IL FUMO UCCIDE ANCHE SULLA STRADA

fonte: DGT

tipologia: Campagna

lingua: Spagnolo

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

videoLa campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale

fonte:  Cinecittà Luce

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e):  Divertente, Casi reali

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>