Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 23

Quest'anno in autostrada va di moda l’arancione

Perchè ti salva la vita

Noi per Voi
Sostare sulla carreggiata dell’autostrada è una manovra molto rischiosa, una manovra che si deve fare solo in caso di assoluta emergenza. Il rischio è dovuto alla differenza di velocità tra te, che sei fermo, ed i veicoli che sopraggiungono in rapido movimento. Proprio per questo, quando il Gestore Autostradale progetta la sede stradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta, aree di parcheggio e piazzole di emergenza. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa, per favore, tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti.
Quando, in condizioni di emergenza, sei costretto ad arrestare il veicolo fuori dai luoghi sicuri appositamente designati non dimenticare il pericolo ed indossa subito il giubbotto retroriflettente.

Quando?
Ogni volta che ti trovi nella necessità di dover scendere dal veicolo.
Cosa?
Controlla subito di avere in macchina il giubbotto retroriflettente.
Tutti coloro che hanno la necessità di scendere dal veicolo hanno la necessità di essere visibili, ancor prima dell’obbligo, per garantire la propria incolumità. Bisogna indossare il giubbotto retroriflettente anche se il mezzo è fermo sulla corsia d'emergenza o su una piazzola di sosta. È necessario tenere il giubbotto nell’abitacolo della macchina e non nel bagagliaio altrimenti dovresti scendere dalla macchina per prenderlo ed infrangeresti la legge!
Perché?
Indossare il giubbotto è un gesto importante per la tua sicurezza e per garantire una immediata visibilità a tutela della circolazione stradale.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 162 (SEGNALAZIONE DI VEICOLO FERMO)
ART. 175 CONDIZIONI E LIMITAZIONI DELLA CIRCOLAZIONE SULLE AUTOSTRADE E SULLE STRADE EXTRAURBANE PRINCIPALI)
ART. 176 (COMPORTAMENTI DURANTE LA CIRCOLAZIONE SU AUTOSTR. E STR. EXTRAUBANE)

 

fotoVignetta 48

Non essere invadente!

SE TU SEI FERMO ... GLI ALTRI NO

Noi per Voi
Le autostrade del Gruppo ASTM-SIAS sono provviste di piazzole ed aree di sosta dove, in caso di necessità, è possibile fermarsi in piena sicurezza. A volte però, può accadere che un guasto irreparabile non ci lasci arrivare alla prima piazzola utile ed è inevitabile doversi fermare sulla corsia d'emergenza o addirittura sul margine. Se il veicolo è in panne, o se il guidatore ha un malore e non è possibile continuare la marcia.
Anche qui è possibile fare una breve sosta per far fronte all'emergenza, non oltre le 3 ore, dice il Codice, ma possibilmente molto, molto molto meno perché questo tipo di sosta è una manovra estremamente pericolosa: il pericolo è dovuto alla differenza di velocità tra i veicoli in rapido movimento o addirittura i pedoni. E' importante accostarsi il più possibile a destra, usare gli indicatori luminosi, rendersi visibili indossando il giubbino ad alta visibilità prima di scendere dal veicolo (quindi bisogna conservarlo nell'abitacolo e non nel bagagliaio). Bisogna restare il più possibile lontani dalla corsia di marcia, Soprattutto in condizioni di scarsa visibilità, è bene che gli occupanti del veicolo escano dalla vettura e stiano il più possibile vicini al margine destro della strada, per evitare di essere investiti o tamponati; quando possibile è anche meglio mettere in sicurezza i passeggeri oltre il guardrail (però grande attenzione prima di passare il guardavia - soprattutto di notte - potreste essere su un viadotto o su una sezione stradale molto elevata!). Mai i pedoni devono invadere la corsia di marcia. Lungo le corsie di emergenza è consentito il transito dei pedoni solo per raggiungere i punti per le richieste di soccorso.

Quando ?
Sempre, durante la sosta d'emergenza.

Cosa ?
Se sei fermo sulla corsia d'emergenza o sul margine autostradale, o anche in una piazzola di sosta, tieniti il più possibile lontano dalla corsia in cui sfrecciano i veicoli. Non distrarti superando l'ideale linea di demarcazione tra la sicurezza e l'incoscienza. Indossa il giubbino ad alta visibilità, accendi le quattro frecce, metti in sicurezza i passeggeri e tieni costantemente d'occhio i bambini.

Perchè ?
La differenza di velocità è un grande pericolo. Le autostrade risultano molto più sicure delle altre strade, oltre che per l'assenza di incroci e pedoni, proprio perché la velocità dei veicoli è piuttosto omogenea. Per queste grandi infrastrutture autostradali come la Torino Milano, la Savona Ventimiglia ed altre hanno sperimentato anni interi e più senza avere neanche un incidente mortale.

In condizioni di sosta di emergenza, la differenza di velocità è enorme e ben superiore a quella che si sperimenta su altre strade. Tieni conto che chi guida potrebbe essere distratto o non vedervi, con il risultato di investirvi o di sbandare pericolosamente per evitarvi. Qualche volta basta anche lo spostamento d'aria per far fare un passo falso a chi è troppo vicino alla carreggiata di marcia, o talvolta i guidatori distratti possono avvicinarsi pericolosamente o addirittura sorpassare la linea di margine destro. Per rendere sicure le autostrade, non bastano le infrastrutture e i sistemi di sicurezza, occorre anche l'attenzione ed il buon senso di noi utenti.
Sottovalutare un rischio o una distrazione può costare cara a te stesso ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE) ART. 157 (ARRESTO, FERMATA E SOSTA DEI VEICOLI)
ART. 153. USO DEI DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE VISIVA E DI ILLUMINAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E DEI RIMORCHI
ART. 158 (DIVIETO DI FERMATA E DI SOSTA DEI VEICOLI)

Regolamento di Attuazione Codice della Strada
ART. 351 (ARRESTI E SOSTE DEI VEICOLI IN GENERALE)


fotoVignetta 47

Libertà, si! Ma per chi?

VICINO ALLE STRADE, LEGA IL CANE!

Noi per Voi
La circolazione sulle Autostrade del Gruppo ASTM-SIAS è protetta da migliaia di km di reti, poste ai limiti dell'autostrada per non permettere agli animali randagi di penetrare lungo il tracciato. I nostri servizi di manutenzione si impegnano per garantire la massima integrità possibile di tali protezioni.
Nei lunghi spostamenti in auto, è necessario provvedere alle esigenze delle persone e degli animali che viaggiano con noi. Le aree di servizio distribuite sulla rete autostradale sono provviste di zone pedonali, aree verdi o aiuole dove è possibile far passeggiare i cani. Tuttavia, per la sicurezza degli animali e ... per quella delle persone che viaggiano sulla strada, ogni cane deve essere assicurato al guinzaglio in modo che, anche se spaventato da un ambiente inusuale o da un evento occasionale, non possa scappare verso la strada.

Quando ?
Sempre, quando si fa scendere il cane dalla macchina.

Cosa ?
Tenere ben saldo il cane al guinzaglio quando ci si trova in prossimità di una strada percorsa da veicoli.

Perchè ?
Perché il rispetto di semplici regole di buon senso può evitare disastri irreparabili. Il cane potrebbe finire tra le ruote di una macchina e causare un grave incidente. Lasciare libero il cane non è un gesto di rispetto.

Al contrario, mette in pericolo non solo la sua stessa vita, ma anche quella di tante persone che transitano sulla strada. Un gesto compiuto con superficialità può avere conseguenze disastrose. Il cane, tenuto al guinzaglio, può passeggiare negli spazi esterni dei punti di ristoro delle autostrade, o nelle aree di sosta. Libertà per tutti, ma nei limiti del reciproco rispetto.

Codice della Strada
ART. 169 (TRASPORTO DI PERSONE, ANIMALI E OGGETTI SU VEICOLI A MOTORE)
ART. 160 - SOSTA DEGLI ANIMALI




 

 

Bookmark and Share 

 

 

HILARIOUS! Road Safety Hedgehogs Advert

fonte:  Think

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Inglese

categoria(e):  Artistico, Buoni comportamenti

Altri media

fotoTrasporto dei bambini in Vietnam

 

Fonte: Autostradafacendo

videoL'ultima corsa - Gianmarco Lupaioli

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

videoCrash test, unrestrained children

fonte: ieARB

tipologia: Campagna

lingua: English

categoria(e): veicoli

videoNe vous laissez pas surprendre par les motards. Redoublez d'attention

fonte: N.D.

tipologia: Amatoriale

lingua: francese

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire, Divertente

videoICARUS – presentati a Roma i risultati della ricerca ed il film Young Europe

fonte: POLIZIA STRADALE

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Giovani, Rischi da prevenire

videoDEI RAGAZZI CI SPIEGANO IL RIMORSO PER AVER INDOSSATO IL CASCO DI UN ALTRO CHE SI E' FATTO MALE

fonte: SCUOLE SUPERIORI MARANO

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Giovani, Rischi da prevenire

videovideo divertente sulla guida sotto l' effetto di sostanze stupefacenti

fonte: N.D.

tipologia: Amatoriale

lingua: Tedesco

categoria(e): Artistico, Divertente, Giovani, Rischi da prevenire

videoInteressante presentazione in cui vengono mostrate delle statistiche sugli incidenti stradali causati dalla distrazione.

fonte: NATIONAL SAFETY COUNCIL

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Rischi da prevenire

Video Correlati

videoPillole di sicuezza stradale - l'atttraversamento

fonte: Autostradafacendo

tipologia: Campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Giovani, Rischi da prevenire

videoPolizia Stradale al Giro d'Italia 2014 - intervista a Vittorio Brumotti

fonte: Polizia di Stato

tipologia: Campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Artistico

videoSafe Driving during Power Outages and Load Shedding

fonte: Arrive Alive

tipologia: Campagna sulla sicurezza stradale

lingua: Inglese

categoria(e): Rischi da prevenire

videoBici-Film: Di notte, luci sempre accese!

fonte:  Veloplus

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e):  Video per pensare, buoni comportamenti

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>