Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 13

La sicurezza dipende soprattutto da te

Non c’è strada abbastanza dritta per chi ha bevuto

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati a progettare, realizzare e gestire in qualità tracciati che risultino sicuri e confortevoli. Tuttavia nessun tracciato è abbastanza dritto per chi ha bevuto o per chi ha assunto sostanze stupefacenti ed alteranti. Affrontare la guida in condizioni di alterazione è più un atteggiamento criminale che un comportamento a rischio. Fai attenzione anche alle piccole dosi di alcolici: possono rallentare i tuoi riflessi. La legge ha recentemente dato una stretta a questo tipo di fenomeno sia per i guidatori professionali, sia per i conducenti di età inferiore a ventuno anni ed ai guidatori inesperti (nei primi tre anni dal conseguimento della patente B). Le Concessionarie Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS supportano l’azione di repressione di quei comportamenti che risultano contrari al buon senso, ove non siano espressamente criminali. Pertanto forniscono al Servizio Polizia Stradale gli strumenti necessari per le verifiche del tasso alcolemico.

Quando?
Prima di metterti alla guida.
Cosa?
Non guidare mai sotto l’effetto di alcool o droghe: evita di metterti al volante. Fai guidare altri o fermati per un buon tempo di riposo.
Perché?
Con l’uso di alcool e/o droghe diminuisce la tua capacità mentale, si limita la tua concentrazione, la tua capacità di valutare le distanze e le velocità; hai una percezione ridotta del campo visivo e della visibilità laterale, mentre aumenta la tua sensibilità all'abbagliamento nella guida notturna.
Alcool e droga rallentano o impediscono i riflessi e possono provocare allucinazioni che fanno reagire in maniera inconsulta di fronte a situazioni impreviste, anche inesistenti, causando gravi rischi per te e per gli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE) 
ART. 186 (GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DELL’ALCOOL) 
ART. 186 BIS (GUIDA SOTTO L'INFLUENZA DELL'ALCOOL PER CONDUCENTI DI ETÀ INFERIORE A VENTUNO ANNI, PER I NEO-PATENTATI E PER CHI ESERCITA PROFESSIONALMENTE L'ATTIVITÀ DI TRASPORTO DI PERSONE O DI COSE) 
ART. 187 (GUIDA IN STATO DI ALTERAZIONE PSICO-FISICA PER USO STUPEFACENTI)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 379 (GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DI ALCOOL)

fotoVignetta 36

Noi vogliamo solo gente sveglia sulle nostre autostrade!

Fai una sosta

Noi per Voi
Quando viaggi è “meglio essere solo che male accompagnato”. Ricorda che quando viaggi con la “stanchezza” sei accompagnato molto male. 
Proprio per questo, quando il Gestore Autostradale progetta la sede stradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta e servizio, aree di parcheggio e piazzole di emergenza. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa, per favore, tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non aspettare che sia troppo tardi per trovare una stazione di servizio e riposarti.

Quando?
Soprattutto nei viaggi di lunga percorrenza.
Cosa?
Il calo di attenzione in autostrada, ossia un senso di torpore causato dalla combinazione di stimoli visivi ripetitivi e affaticamento, è uno dei maggiori pericoli che possono verificarsi durante la guida. Quando devi percorrere lunghe distanze è opportuno fare soste frequenti per concederti brevi riposi o praticare alcuni esercizi. Esercita gli occhi leggendo i segnali stradali o spostando lo sguardo su diversi punti della carreggiata. Se non riesci a tenere il capo eretto o si avverte perdita di concentrazione anche minima, devi FARE UNA SOSTA. Riposati un pochino! Giusto il tempo necessario 10 o 20 minuti e poi puoi proseguire.
Perché?
Il sistema autostradale è molto sicuro, ma a condizione che i guidatori siano attenti. Una piccola distrazione può costare molto cara a te stesso ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 157 (ARRESTO, FERMATA E SOSTA DEI VEICOLI)
ART. 175 (CONDIZIONI E LIMITAZIONI DELLA CIRCOLAZIONE SULLE AUTOSTRADE E SULLE STRADE EXTRAURBANE PRINCIPALI)
ART. 176 (COMPORTAMENTI DURANTE LA CIRCOLAZIONE SU AUTOSTR. E STR. EXTRAUBANE)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 351 ARRESTI E SOSTE DEI VEICOLI IN GENERALE)

fotoVignetta 52

quando entri ...

MASSIMO RISPETTO E ... PRECEDENZA

Noi per Voi
I Gestori del Gruppo ASTM-SIAS, sin dalle fasi di progettazione e costruzione delle Autostrade hanno garantito che le intersezioni in autostrada fossero ben segnalate e dotate di corsie di accelerazione e decelerazione. Quotidianamente, i pannelli a messaggio variabile, collocati alle entrate e lungo l'autostrada, informano in tempo reale sullo stato della viabilità e sui problemi di sicurezza per la circolazione che si possono di volta in volta presentare.

Immettendosi in autostrada, si deve comunque usare la massima prudenza, rispettare i limiti di velocità, percorrere per intero le corsie di accelerazione in modo da entrare con una velocità comparabile agli altri veicoli e, soprattutto, dare la precedenza ai veicoli sopraggiungenti. L'art. 154 del Codice della Strada prevede che, per immettersi nel flusso della circolazione, l'autista debba assicurarsi di non creare pericolo o intralcio, tenendo conto della posizione, distanza e velocità dei veicoli sopraggiungenti.

Quando ?
Quando ci si immette in autostrada, entrando da un ramo di svincolo, da un'area di servizio o di parcheggio.

Cosa ?
Percorrere la corsia di accelerazione, per raggiungere una velocità adeguata alla circolazione in autostrada, segnalando la manovra con gli indicatori luminosi di direzione e fare attenzione ai veicoli sopraggiungenti, dando loro la precedenza.

Perchè ?
La manovra di immissione va effettuata con la massima prudenza perché il rischio in autostrada è spesso legato alla differenza di velocità tra i veicoli in transito. E' poi evidente che, nelle fasi di immissione, tali differenze sono particolarmente elevate.
In particolare, si deve fare attenzione ai motocicli che, per la ridotta sezione frontale, sono più difficili da vedere ed inoltre possono dare una sensazione erronea sull'effettiva distanza; inoltre, proprio verso i motociclisti ci vuole una particolare attenzione perché il motociclista viaggia senza la protezione del veicolo, quindi costringere un motociclista ad una frenata di emergenza, soprattutto se in condizioni di fondo stradale bagnato, può provocare cadute, con conseguenze disastrose, per il conducente, per il passeggero della moto, e magari anche per i passeggeri di altri veicoli sopraggiungenti.




fotoVignetta 24

Sonno … Magari ce la fai.

Ma sei disposto ad uccidere i tuoi amici per saperlo?

Noi per Voi
Quando viaggi è “meglio essere solo che male accompagnato”. Ricorda che quando viaggi con la “stanchezza” sei accompagnato molto male. 
Proprio per questo, quando il Gestore Autostradale progetta la sede stradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta e servizio, aree di parcheggio e piazzole di emergenza. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non aspettare che sia troppo tardi per trovare una stazione di servizio e riposarti.

Quando?
Ogni volta che ci si mette alla guida di un’auto non devi essere alterato dalla stanchezza e da altri fattori. 
Cosa?
Quando sei al volante devi essere in piena forma per prevenire i colpi di sonno, un fenomeno improvviso che spesso non ha fenomeni precursori.
Alla prime avvisaglie di stanchezza alla guida, fermati subito in un’area di servizio. Anche se ti senti riposato fai regolarmente delle pause di 10/20 minuti almeno ogni due ore.
Perché?
Il sonno e la stanchezza sono uno dei nemici più subdoli per chi guida; si stima che tra il 15 ed il 40% degli incidenti più gravi sia imputabile a sonno o stanchezza, il più delle volte associato a concause precise: alcool, medicinali, pasto abbondante. Innumerevoli sono poi gli incidenti evitati per un soffio. Siamo un po’ classisti: noi vogliamo gente “sveglia” sulle nostre autostrade. Aiutaci anche tu e scegli per la vita.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)

 

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Lo sballo più bello è poterlo raccontare

fonte: Comune di Lecce

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da evitare, Artistico

Altri media

fotoFAI UNA SOSTA

fonte: SATAP

videoVuoi una martellata in testa dallo scienziato pazzo?

fonte: Fundacion Pro Moto

tipologia: Campagna

lingua: Portoghese

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire, Città

videoCrash test bambini senza seggiolino

fonte: Sicurauto

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Casi Reali, Rischi da prevenire

videoSicurezza stradale, video proiettato alla trasmissione "panariello non esiste" il 19 marzo 2012

fonte:Polizia di Stato

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Drammatico, Giovani, Rischi da prevenire

videoUNA COMPILATION DI INCIDENTI CATASTROFICI, SOPRATTUTTO CON IL COINVOLGIMENTO DI MOTO

fonte: N.D.

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Artistico, Autostrada, Casi reali, Città, Drammatico, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

videoPochi metri in più per frenare valgono una vita. Più vai veloce più è lungo lo spazio di frenata. Meglio rispettare i limiti di velocità.

fonte: MINISTERO FRANCESE

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Città, Drammatico, Rischi da prevenire

videoUna bambina resuscita e ci spiega quanto può essere pericoloso superare i limiti di velocità.

fonte: THINK!

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico, Città, Divertente, Famiglie, Rischi da prevenire

videoSIMULAZIONE A FUMETTI DI UN INCIDENTE IN MOTO.

fonte: PROVINCIA DI FOGGIA

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Divertente, Giovani, Rischi da prevenire

video12 000 morti per non aver indossato un casco.immagini molto forti.

fonte: Ogilvy and Mather Vietnam for Asia Injury Prevention Foundation

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Drammatico, Famiglie, Rischi da prevenire

Video Correlati

videoMotociclisti da salvare

fonte:  Campagna del governo federale brasiliano sulla sicurezza dei motociclisti

tipologia:

lingua: Portoghese

categoria(e): Rischi da prevenire, Drammatico

video'Facebook Live' video shows driver speeding on Route 6 before crash

fonte: You Tube

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): buoni comportamenti, giovani

videoJimi Crayon e Stika pitturano 16,5 metri di muro per supportare THINk!

fonte: THINK!

tipologia: Tratto da un programma televisivo o da un telegiornale

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico, Rischi da prevenire

videoProgetto VISS - Non lasciare un vuoto

fonte: Progetto VISS

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Artistico, rischi da evitare

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>