Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 48

Non essere invadente!

SE TU SEI FERMO ... GLI ALTRI NO

Noi per Voi
Le autostrade del Gruppo ASTM-SIAS sono provviste di piazzole ed aree di sosta dove, in caso di necessità, è possibile fermarsi in piena sicurezza. A volte però, può accadere che un guasto irreparabile non ci lasci arrivare alla prima piazzola utile ed è inevitabile doversi fermare sulla corsia d'emergenza o addirittura sul margine. Se il veicolo è in panne, o se il guidatore ha un malore e non è possibile continuare la marcia.
Anche qui è possibile fare una breve sosta per far fronte all'emergenza, non oltre le 3 ore, dice il Codice, ma possibilmente molto, molto molto meno perché questo tipo di sosta è una manovra estremamente pericolosa: il pericolo è dovuto alla differenza di velocità tra i veicoli in rapido movimento o addirittura i pedoni. E' importante accostarsi il più possibile a destra, usare gli indicatori luminosi, rendersi visibili indossando il giubbino ad alta visibilità prima di scendere dal veicolo (quindi bisogna conservarlo nell'abitacolo e non nel bagagliaio). Bisogna restare il più possibile lontani dalla corsia di marcia, Soprattutto in condizioni di scarsa visibilità, è bene che gli occupanti del veicolo escano dalla vettura e stiano il più possibile vicini al margine destro della strada, per evitare di essere investiti o tamponati; quando possibile è anche meglio mettere in sicurezza i passeggeri oltre il guardrail (però grande attenzione prima di passare il guardavia - soprattutto di notte - potreste essere su un viadotto o su una sezione stradale molto elevata!). Mai i pedoni devono invadere la corsia di marcia. Lungo le corsie di emergenza è consentito il transito dei pedoni solo per raggiungere i punti per le richieste di soccorso.

Quando ?
Sempre, durante la sosta d'emergenza.

Cosa ?
Se sei fermo sulla corsia d'emergenza o sul margine autostradale, o anche in una piazzola di sosta, tieniti il più possibile lontano dalla corsia in cui sfrecciano i veicoli. Non distrarti superando l'ideale linea di demarcazione tra la sicurezza e l'incoscienza. Indossa il giubbino ad alta visibilità, accendi le quattro frecce, metti in sicurezza i passeggeri e tieni costantemente d'occhio i bambini.

Perchè ?
La differenza di velocità è un grande pericolo. Le autostrade risultano molto più sicure delle altre strade, oltre che per l'assenza di incroci e pedoni, proprio perché la velocità dei veicoli è piuttosto omogenea. Per queste grandi infrastrutture autostradali come la Torino Milano, la Savona Ventimiglia ed altre hanno sperimentato anni interi e più senza avere neanche un incidente mortale.

In condizioni di sosta di emergenza, la differenza di velocità è enorme e ben superiore a quella che si sperimenta su altre strade. Tieni conto che chi guida potrebbe essere distratto o non vedervi, con il risultato di investirvi o di sbandare pericolosamente per evitarvi. Qualche volta basta anche lo spostamento d'aria per far fare un passo falso a chi è troppo vicino alla carreggiata di marcia, o talvolta i guidatori distratti possono avvicinarsi pericolosamente o addirittura sorpassare la linea di margine destro. Per rendere sicure le autostrade, non bastano le infrastrutture e i sistemi di sicurezza, occorre anche l'attenzione ed il buon senso di noi utenti.
Sottovalutare un rischio o una distrazione può costare cara a te stesso ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE) ART. 157 (ARRESTO, FERMATA E SOSTA DEI VEICOLI)
ART. 153. USO DEI DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE VISIVA E DI ILLUMINAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E DEI RIMORCHI
ART. 158 (DIVIETO DI FERMATA E DI SOSTA DEI VEICOLI)

Regolamento di Attuazione Codice della Strada
ART. 351 (ARRESTI E SOSTE DEI VEICOLI IN GENERALE)


fotoVignetta 47

Libertà, si! Ma per chi?

VICINO ALLE STRADE, LEGA IL CANE!

Noi per Voi
La circolazione sulle Autostrade del Gruppo ASTM-SIAS è protetta da migliaia di km di reti, poste ai limiti dell'autostrada per non permettere agli animali randagi di penetrare lungo il tracciato. I nostri servizi di manutenzione si impegnano per garantire la massima integrità possibile di tali protezioni.
Nei lunghi spostamenti in auto, è necessario provvedere alle esigenze delle persone e degli animali che viaggiano con noi. Le aree di servizio distribuite sulla rete autostradale sono provviste di zone pedonali, aree verdi o aiuole dove è possibile far passeggiare i cani. Tuttavia, per la sicurezza degli animali e ... per quella delle persone che viaggiano sulla strada, ogni cane deve essere assicurato al guinzaglio in modo che, anche se spaventato da un ambiente inusuale o da un evento occasionale, non possa scappare verso la strada.

Quando ?
Sempre, quando si fa scendere il cane dalla macchina.

Cosa ?
Tenere ben saldo il cane al guinzaglio quando ci si trova in prossimità di una strada percorsa da veicoli.

Perchè ?
Perché il rispetto di semplici regole di buon senso può evitare disastri irreparabili. Il cane potrebbe finire tra le ruote di una macchina e causare un grave incidente. Lasciare libero il cane non è un gesto di rispetto.

Al contrario, mette in pericolo non solo la sua stessa vita, ma anche quella di tante persone che transitano sulla strada. Un gesto compiuto con superficialità può avere conseguenze disastrose. Il cane, tenuto al guinzaglio, può passeggiare negli spazi esterni dei punti di ristoro delle autostrade, o nelle aree di sosta. Libertà per tutti, ma nei limiti del reciproco rispetto.

Codice della Strada
ART. 169 (TRASPORTO DI PERSONE, ANIMALI E OGGETTI SU VEICOLI A MOTORE)
ART. 160 - SOSTA DEGLI ANIMALI




fotoVignetta 49

Rispetto reciproco.

E' UNA BASE DELLA CIVILTA'.

Noi per Voi
Sono mille e poi mille le occasioni in cui pedoni e veicoli si incontrano. Allo stato attuale delle statistiche ogni dieci incidenti stradali almeno uno comporta l'investimento di un pedone. Ne viene un tributo sociale ed umano enorme perché l'investimento è un incidente che spesso risulta tra i più gravi, tanto è vero che non uno ogni dieci, ma ogni sette incidenti mortali abbiamo l'investimento di un pedone, per non parlare di tutti coloro che portano poi danni permanenti.
Anche in autostrada ci sono dei pedoni. Chi si ferma in autostrada per motivi di emergenza è un pedone, inoltre le autostrade gestite dal Gruppo ASTM-SIAS sono adeguatamente dotate di stazioni di servizio, aree di ristoro, con bar ed altri servizi: questi sono tutti servizi dove sono lecitamente presenti i pedoni. Noi cerchiamo di delimitare gli spazi, evidenziare con segnaletica e proteggere i percorsi pedonali. A questo punto è tuo il compito di fare quello che ti prescrive il Codice, ovvero circolare solo sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli spazi predisposti per i pedoni; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti devi camminare con prudenza senza distrarti e devi essere conscio che - pure essendo tu nel tuo buon diritto - qualche guidatore potrebbe lui essere ... distratto.
Quando invece sei un automobilista, sappi di avere l'altrui salute e vita nelle tue mani ed assumi comportamenti rispettosi e mai aggressivi anzi, ogni volta che ne hai la possibilità, arrestati e lascia passare i pedoni che vedi intorno a te, proteggili con la sagoma del tuo veicolo che è sicuramente più evidente e visibile dagli altri veicoli.

Quando ?
Sempre, quando sei un pedone o quando incontri un pedone.

Cosa ?
Se sei un pedone, marcia negli spazi previsti ed assumi un atteggiamento difensivo ... alla guida delle tue scarpe: non dare per scontato che i veicoli seguano con precisione quelle regole ideate per proteggerti perché il guidatore potrebbe essere distratto, stanco o addirittura alterato da sostanze vietate.

Se invece sei su un veicolo, allora sei protetto dalla massa e dalle lamiere del tuo mezzo, ma gli altri no. Se non vuoi rischiare di diventare un assassino, mettiti con serietà alla guida della tua vita.

Perchè ?
I pedoni, i ciclisti (che non ci sono in autostrada, ma che in Italia offrono un tributo di mortalità sostanzialmente pari all'insieme di tutte le autostrade) ed i motociclisti sono utenze deboli della strada, che meritano e richiedono una particolare attenzione. Quando sei a piedi, ricorda che sei un pedone e quando sei su un veicolo ricorda che sei alla guida di un'arma che ogni anno stronca decine di migliaia di vite in tutta Europa.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 190. (COMPORTAMENTO DEI PEDONI)
ART. 191.(COMPORTAMENTO DEI CONDUCENTI NEI CONFRONTI DEI PEDONI)

Regolamento di Attuazione Codice della Strada
ART. 351 (ARRESTI E SOSTE DEI VEICOLI IN GENERALE)


fotoVignetta 14

300€ di multa per le cinture?

C’è anche chi paga più caro!!

Noi per Voi 
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS hanno progettato barriere di sicurezza ad alte prestazioni, che permettono di contenere l’impatto dei veicoli pesanti, ma che nel contempo non risultano troppo rigide nei confronti dei veicoli leggeri. La barriera di sicurezza riaccompagna il veicolo in svio verso la carreggiata. Tuttavia le autostrade sono progettate per essere percorse a velocità relativamente elevate. Tu non puoi neanche immaginare di resistere all’urto, senza le cinture di sicurezza. Anzi, fai una bella cosa, rispetta il codice e metti le cinture anche in città: un veicolo che cade dal terzo piano di un palazzo arriva a terra con una velocità di 50 km/h. Ti butteresti in macchina dal terzo piano senza indossare le cinture?

Quando?
Quando sei in movimento, sia da guidatore, sia da passeggero.
Cosa?
Tu ed i tuoi compagni di viaggio dovete avere la cintura. Prima di partire, controlla che tutti abbiano le cinture di sicurezza allacciate sia davanti sia dietro. Se ci sono dei bambini, questi devono avere sistemi di ritenuta adeguati alla loro altezza e peso. Ricorda che i più piccoli non devono mai occupare il sedile anteriore del veicolo.
Perché?
In caso di incidente, quei passeggeri che non sono saldamente ancorati al veicolo vengono proiettati ad alta velocità nella direzione di marcia. Stai attento!! È falso pensare che chi occupa i sedili posteriori non corra questi rischi. Chiunque non porti le cinture allacciate può essere sbalzato fuori dall’auto con conseguenze gravissime.
Inoltre, il movimento incontrollato di chi non usa le cinture può essere pericoloso anche per gli altri passeggeri occupanti del veicolo: una persona che viene proiettata a corpo morto sugli altri passeggeri può indurre danni gravissimi a sé ed agli altri.

Codice della strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 172 (USO DELLE CINTURE DI SICUREZZA E SISTEMI DI RITENUTA PER BAMBINI)

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Trailer IL SOGNO DI BRENT

fonte: Rai Fiction - Lucky Dream

tipologia: Docufilm

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Artistico

Altri media

videoIl pericolo non manda notifiche

fonte:  Istituto tecnico Amedeo Avogadro di Torino

tipologia: Progetto scolastico

lingua: Italiana

categoria(e): Rischi da prevenire

fotoFAI UNA SOSTA

fonte: SATAP

videoProgetto VISS - Non lasciare un vuoto

fonte: Progetto VISS

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Artistico, rischi da evitare

videoWHO: Cambodia drinking and driving prevention campaigns 6

fonte:  WHO

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Inglese

categoria(e):  Giovani, rischi da prevenire

videovideo divertente sulla guida sotto l' effetto di sostanze stupefacenti

fonte: N.D.

tipologia: Amatoriale

lingua: Tedesco

categoria(e): Artistico, Divertente, Giovani, Rischi da prevenire

videoprima di bere e guidare pensaci bene

fonte: TAC

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Drammatico, Famiglie, Giovani, Rischi da prevenire

videoIL FILMATO MOSTRA COME CAMBIARE E CONTROLLARE I FRENI

fonte:

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti

Video Correlati

videoNI Road Safety Advert 2012

fonte: DOE

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Inglese

categoria(e):  Rischi da prevenire, Drammatico

videoVECCHIO VIDEO. UNO DEI PRIMI A PROMUOVERE L'USO DELLA CINTURA DI SICUREZZA, INFATTI È COSÌ VECCHIO DA ESSERE ANCORA IN BIANCO E NERO

fonte: UK ROAD SAFETY

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti, Città, Famiglie, Luoghi comuni, Prefessionisti della guida

videoThe Junction - Federico Marangi

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

videoEFFETTO DELLA MANCANZA DI CINTURA SU UN OMINO DI CERAMICA

fonte: PROVINCIA DI TREVISO PER LA SICUREZZA STRADALE

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da prevenire

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>