Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 04

Distanza di sicurezza!!! ... Per favore …

Quando viaggi: distanza è sicurezza!

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati per mantenere un buon livello di aderenza e regolarità della pavimentazione con opere di manutenzione e periodiche campagne di misura, che sono verificate anche della Autorità di controllo indipendente (IVCA/ANAS).
Il comportamento del guidatore e la distanza di sicurezza fanno la differenza! Quando viaggi, tieni conto della situazione del traffico e della condizione della pavimentazione stradale. In ogni caso, se sono presenti precipitazioni atmosferiche, non puoi superare i 110 km/h. Questo vuol dire che puoi andare fino ad un massimo di 110 km/h, raggiungendo tale limite solo se le circostanze locali (traffico, fondo stradale, limiti di velocità ecc.) te lo permettono.

Domanda/Risposta
Quando? Quando sei in movimento devi tenere conto del fattore velocità. Il tuo veicolo ed i veicoli degli altri non si fermano immediatamente.
Cosa? La distanza di sicurezza è fondamentale per prevenire gli incidenti e ridurre la gravità delle conseguenze, sia in galleria che all’aperto. Adatta la distanza di sicurezza anche in relazione alla situazione del fondo stradale e della pendenza:
• a 130 km/h tieni una distanza superiore ai 150 metri su fondo asciutto
• a 110 km/h tieni una distanza superiore ai 150 metri su fondo bagnato
• nelle gallerie mantieni comunque una distanza di sicurezza di 100 metri.
Perché? Il sistema frenante deve vincere l’inerzia: inoltre, quando c’è bagnato la frenata è meno efficiente perché l’aderenza tra pneumatico ed asfalto è minore.
Anche tu, al pari dei campioni del mondo di automobilismo, hai un tempo di reazione che è fisiologico e che ti impedisce l’attivazione immediata dei freni.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART.149 (DISTANZA DI SICUREZZA TRA I VEICOLI)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 348 (DISTANZA DI SICUREZZA TRA I VEICOLI)

 

fotoVignetta 15

Limiti di velocità

Ce la fai o hai bisogno di un tutore?

Noi per Voi 
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS hanno progettato barriere di sicurezza ad alte prestazioni, che permettono di contenere l’impatto dei veicoli pesanti, ma che nel contempo non risultano troppo rigide nei confronti dei veicoli leggeri. La barriera di sicurezza riaccompagna il veicolo in svio verso la carreggiata. Tuttavia la tua macchina ed il sistema autostradale non sono progettati per garantire la sicurezza quando i limiti vengono superati.
Ricorda che nelle autostrade italiane, a meno di specifiche segnalazioni, valgono i seguenti limiti:
- 130 km/h per le auto (su fondo asciutto)
- 110 km/h per le auto (in caso di precipitazioni atmosferiche)
- 100 km/h per autobus superiori alle 8 t
- 80 km/h per i veicoli superiori alle 12 t destinati al trasporto di cose, autoarticolati, autosnodati ed autotreni (ricorda che è considerato autotreno anche un'auto che traina un rimorchio leggero)

Questi sono i limiti massimi. Tu adegua sempre la velocità alle condizioni esterne (meteo, traffico, strada) e alle limitazioni specifiche della tratta che stai percorrendo.

Quando?
In qualunque situazione di guida
Cosa?
Rispetta i limiti di velocità stabiliti per la sicurezza della circolazione e tieni una velocità consona alle circostanze locali ed attuali.
Perché?
L’eccesso di velocità non solo aumenta il rischio d’incidente ma, nel caso in cui questo si verifichi, aumenta anche la probabilità di riportare lesioni gravi o mortali.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE) ART.141 (VELOCITÀ)
ART.142 (LIMITI DI VELOCITÀ) ART.148 (SORPASSO)
ART. 178 (DOC. DI VIAGGIO PER TRASPORTI PROFESS. CON VEICOLI NON MUNITI DI CRONOTACHIGRAFO)
ART.179 (CRONOTACHIGRAFO E LIMITATORE DI VELOCITÀ)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 342 (OBBLIGO DI LIMITARE LA VELOCITÀ)
ART. 343 (LIMITAZIONI TEMPORANEE DI VELOCITÀ)
ART. 344 (LIMITAZIONI PERMANENTI DI VELOCITÀ)
ART. 345 (APPARECCHIATURE E MEZZI DI ACCERTAMENTO DELLA OSSERVANZA DEI LIMITI DI VELOCITÀ)
ART. 347 (SORPASSO) ART. 375 (DOCUMENTI DI VIAGGIO E CRONOTACHIGRAFO)

fotoVignetta 52

quando entri ...

MASSIMO RISPETTO E ... PRECEDENZA

Noi per Voi
I Gestori del Gruppo ASTM-SIAS, sin dalle fasi di progettazione e costruzione delle Autostrade hanno garantito che le intersezioni in autostrada fossero ben segnalate e dotate di corsie di accelerazione e decelerazione. Quotidianamente, i pannelli a messaggio variabile, collocati alle entrate e lungo l'autostrada, informano in tempo reale sullo stato della viabilità e sui problemi di sicurezza per la circolazione che si possono di volta in volta presentare.

Immettendosi in autostrada, si deve comunque usare la massima prudenza, rispettare i limiti di velocità, percorrere per intero le corsie di accelerazione in modo da entrare con una velocità comparabile agli altri veicoli e, soprattutto, dare la precedenza ai veicoli sopraggiungenti. L'art. 154 del Codice della Strada prevede che, per immettersi nel flusso della circolazione, l'autista debba assicurarsi di non creare pericolo o intralcio, tenendo conto della posizione, distanza e velocità dei veicoli sopraggiungenti.

Quando ?
Quando ci si immette in autostrada, entrando da un ramo di svincolo, da un'area di servizio o di parcheggio.

Cosa ?
Percorrere la corsia di accelerazione, per raggiungere una velocità adeguata alla circolazione in autostrada, segnalando la manovra con gli indicatori luminosi di direzione e fare attenzione ai veicoli sopraggiungenti, dando loro la precedenza.

Perchè ?
La manovra di immissione va effettuata con la massima prudenza perché il rischio in autostrada è spesso legato alla differenza di velocità tra i veicoli in transito. E' poi evidente che, nelle fasi di immissione, tali differenze sono particolarmente elevate.
In particolare, si deve fare attenzione ai motocicli che, per la ridotta sezione frontale, sono più difficili da vedere ed inoltre possono dare una sensazione erronea sull'effettiva distanza; inoltre, proprio verso i motociclisti ci vuole una particolare attenzione perché il motociclista viaggia senza la protezione del veicolo, quindi costringere un motociclista ad una frenata di emergenza, soprattutto se in condizioni di fondo stradale bagnato, può provocare cadute, con conseguenze disastrose, per il conducente, per il passeggero della moto, e magari anche per i passeggeri di altri veicoli sopraggiungenti.




 

 

Bookmark and Share 

 

 

Numbers

fonte: NZTransportAgency

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico, Rischi da prevenire

Altri media

videoUna nota dolente la sicurezza stradale e le sue terribili conseguenze - Miriam Pezzati

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

videoSlow down. Take it easy (Official Videoclip)

fonte: Campagna Svizzera - UPI

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): rischi da evitare, buoni comportamenti

videoLo sballo più bello è poterlo raccontare

fonte: Comune di Lecce

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da evitare, Artistico

videoVECCHIO VIDEO. UNO DEI PRIMI A PROMUOVERE L'USO DELLA CINTURA DI SICUREZZA, INFATTI È COSÌ VECCHIO DA ESSERE ANCORA IN BIANCO E NERO

fonte: UK ROAD SAFETY

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti, Città, Famiglie, Luoghi comuni, Prefessionisti della guida

videoUNA VETTURA INCENDIATA VIENE RIPRESA DAL MOMENTO DELLA CHIAMATA DEI VIGILI FINO ALLA FINE DEL SOCCORSO

fonte:

tipologia: Amatoriale

lingua: Non Disponibile

categoria(e): Autostrada, Casi reali, Drammatico

videoALCUNI RAGAZZI UBRIACHI SI METTONO AL VOLANTE E EFFETTUANO UN INCIDENTE, IL VIDEO MOSTRA ANCHE TUTTE LE FASI DEL SOCCORSO DRAMMATICO E DELLA COMUNICAZIONE ALLA FAMIGLIA DELLA MORTE DEL RAGAZZO

fonte: MINISTERO FRANCESE

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Città, Drammatico, Giovani, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

videosimulazione effettuata con una macchina radiocomandata della guida in stato di ebbrezza.

fonte: TAC

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Divertente, Giovani, Rischi da prevenire

videoUN CANE ACCOMPAGNATORE DI UNA PERSONA NON VEDENTE BEVE ACCIDENTALMENTE DELLA BIRRA

fonte: HEINEKEN

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Famiglie, Giovani, Rischi da prevenire

videoVideo molto inquietante sulla guida in stato di ebbrezza realizzato dalla UK road safety per il Natale del 2000.

fonte: UK ROAD SAFETY

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Casi reali, Divertente, Rischi da prevenire

Video Correlati

videoINSEGNA BUONI COMPORTAMENTI PER COMPRARE LE AUTO, E ESPONE I DATI DEGLI INCIDENTI IN ITALIA

fonte: TG2 MOTORI

tipologia: Documentario o filmato con scopo educativo

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Città, Giovani, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

videoAutovelox

fonte:  Cortometraggio presentato dal ministro della Gioventù al Giffoni Film Festival, per diffondere il tema della sicurezza stradale. Il filmato, punta a far riflettere facendo sorridere i ragazzi. E' un esperimento che utilizza un linguaggio semplice, giovanile, divertente ma efficace. Una storia articolata in tre atti, che inizia con la bravata di due giovani 'fotografati' dall'autovelox, dal finale sorprendente. E' un video a costo zero, dagli attori al regista, ci auguriamo possa essere utile per affrontare il problema della sicurezza stradale che ogni anno fa 3000 morti sulle strade.

tipologia:

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da evitare, Giovani,

videoUn automobilista che non rispetta i limiti di velocità, la paga cara e viene rallentato per sempre.

fonte: SAAQ QUEBEC GOVERNMENT

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Drammatico, Rischi da prevenire

video100.000 lives saved... - Road Safety Video Campaign (EC)

fonte: Commissione Europea

tipologia: Artistico

lingua: Inglese

categoria(e): Comportamenti, Rischi da prevenire, Luoghi comuni

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>