Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 31

Questa sera guido io

Bere fa male alla guida! Non far guidare chi ha bevuto

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati a progettare, realizzare e gestire in qualità dei tracciati che risultino sicuri e confortevoli. Tuttavia nessun tracciato è abbastanza dritto per chi ha bevuto o per chi ha assunto sostanze stupefacenti ed alteranti. Affrontare la guida in condizioni di alterazione è più un atteggiamento criminale che un comportamento a rischio. Fai attenzione anche alle piccole dosi di alcolici: possono rallentare i tuoi riflessi. La legge ha recentemente dato una stretta a questo tipo di fenomeno sia per i guidatori professionali, sia per i conducenti di età inferiore a ventuno anni ed ai guidatori inesperti (nei primi tre anni dal conseguimento della patente B). Le Concessionarie Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS supportano l’azione di repressione di quei comportamenti che risultano contrari al buon senso, ove non siano espressamente criminali. Pertanto forniscono al Servizio Polizia Stradale gli strumenti necessari per le verifiche del tasso alcolemico.

Quando?
Quando hai intenzione di trascorrere fuori una serata con gli amici.
Cosa?
Individua il guidatore designato che, per quella sera, non berrà alcolici.
Perché?
Con l’uso di alcool diminuisce la tua capacità mentale, si limita la tua concentrazione, la tua capacità di valutare le distanze e le velocità; hai una percezione ridotta del campo visivo e della visibilità laterale, mentre aumenta la tua sensibilità all'abbagliamento nella guida notturna.
L’alcool rallenta o impedisce i riflessi e può provocare allucinazioni che fanno reagire in maniera inconsulta di fronte a situazioni impreviste, anche inesistenti, causando gravi rischi per te e per gli altri.
Scegliere di non bere per una sera e candidarsi a turno come guidatore designato è un atto responsabile e di maturità a tutela della propria sicurezza e di quella altrui. Molti giovani sono stati condannati a morire o a lesioni anche gravissime, solo per un bicchiere di troppo.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 186 (GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DELL’ALCOOL) 
ART. 186 BIS (GUIDA SOTTO L'INFLUENZA DELL'ALCOOL PER CONDUCENTI DI ETÀ INFERIORE A VENTUNO ANNI, PER I NEO-PATENTATI E PER CHI ESERCITA PROFESSIONALMENTE L'ATTIVITÀ DI TRASPORTO DI PERSONE O DI COSE)
ART. 187 (GUIDA IN STATO DI ALTERAZIONE PSICO-FISICA PER USO STUPEFACENTI)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 379 (GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DI ALCOOL)

 

 

fotoVignetta 24

Sonno … Magari ce la fai.

Ma sei disposto ad uccidere i tuoi amici per saperlo?

Noi per Voi
Quando viaggi è “meglio essere solo che male accompagnato”. Ricorda che quando viaggi con la “stanchezza” sei accompagnato molto male. 
Proprio per questo, quando il Gestore Autostradale progetta la sede stradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta e servizio, aree di parcheggio e piazzole di emergenza. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non aspettare che sia troppo tardi per trovare una stazione di servizio e riposarti.

Quando?
Ogni volta che ci si mette alla guida di un’auto non devi essere alterato dalla stanchezza e da altri fattori. 
Cosa?
Quando sei al volante devi essere in piena forma per prevenire i colpi di sonno, un fenomeno improvviso che spesso non ha fenomeni precursori.
Alla prime avvisaglie di stanchezza alla guida, fermati subito in un’area di servizio. Anche se ti senti riposato fai regolarmente delle pause di 10/20 minuti almeno ogni due ore.
Perché?
Il sonno e la stanchezza sono uno dei nemici più subdoli per chi guida; si stima che tra il 15 ed il 40% degli incidenti più gravi sia imputabile a sonno o stanchezza, il più delle volte associato a concause precise: alcool, medicinali, pasto abbondante. Innumerevoli sono poi gli incidenti evitati per un soffio. Siamo un po’ classisti: noi vogliamo gente “sveglia” sulle nostre autostrade. Aiutaci anche tu e scegli per la vita.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)

 

fotoVignetta 27

Cantiere: stai entrando nel mio ufficio

Rispetta limiti e segnali, per favore

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati nel garantire continuamente la sicurezza della circolazione, possibilmente migliorare ulteriormente la qualità del tuo viaggio in autostrada. Per questa ragione vengono attivati cantieri per la manutenzione programmata e qualche volta cantieri per i ripristini d’urgenza.
I cantieri sono dotati di segnaletica a norma e sono presidiati secondo i migliori criteri di protezione adottati nel nostro Paese per garantire contemporaneamente la tua sicurezza, quella dei tecnici e degli operai impegnati in un cantiere di lavoro in cui la velocità dei veicoli è sicuramente un fattore critico. Pertanto chiediamo che anche tu dia il tuo contributo, mostrando rispetto per le persone che operano e per il lavoro che stanno svolgendo. Rispetta i limiti adottati e rispetta la segnaletica, per favore: questo è il nostro ufficio.

Quando?
In tutti i casi in cui percorri un tratto autostradale interessato da un cantiere di lavoro.
Cosa?
Presta estrema attenzione agli operai ed agli apprestamenti, rispetta la segnaletica e i limiti di velocità previsti. 
Perché?
Per tutelare vite umane che, in caso di tua inosservanza, verrebbero esposte a situazioni di pericolo, anche grave.

Codice della Strada
ART. 28 (OBBLIGHI DEI CONCESSIONARI DI DETERMINATI SERVIZI)
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 141 (VELOCITÀ
ART. 142 (LIMITI DI VELOCITÀ)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 41 LIMITAZIONI DI VELOCITÀ IN PROSSIMITÀ DI LAVORI O DI CANTIERI STRADALI)
ART 69 (OBBLIGHI DEI CONCESSIONARI DI DETERMINATI SERVIZI)
ART. 342 (OBBLIGO DI LIMITARE LA VELOCITÀ)

 

 

fotoVignetta 39

Targa arancione? Merce pericolosa!

Cautela! Raddoppia la distanza

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati a progettare, realizzare e gestire in qualità dei tracciati che risultino sicuri e confortevoli. D’altra parte, noi tutti abbiamo bisogno di carburante, ossigeno terapeudico e di tanti altri prodotti il cui trasporto è pericoloso per la natura intrinseca delle sostanze che vengono trasportate.
Per questo tipo di trasporto vengono utilizzati dei veicoli speciali, guidati da personale che ha specifiche qualifiche.
Il Servizi Sanitari locali ed il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco sono quotidianamente pronti per intervenire per risolvere qualsiasi emergenza. Tuttavia una buona prevenzione sulle strade evita l'insorgenza di qualsiasi situazione di pericolo per l’incolumità dell'utente.
La cautela è d’obbligo quando si è alla guida, ma ancora di più quando il rischio è elevato. PER MAGGIOR CAUTELA RADDOPPIA LA DISTANZA DI SICUREZZA QUANDO L'AUTOMEZZO CHE TI PRECEDE ESPONE SUL RETRO LA TARGA ARANCIONE ED EFFETTUA IL SORPASSO, SE NECESSARIO, CON LA MASSIMA PRUDENZA.

Quando?
Quando incontri sulla strada un mezzo che, oltre alla targa ordinaria ha dei pannelli arancioni, devi prevedere che sta trasportando un materiale pericoloso definito come dalla tabella che segue:
- Classe 1 Materie e oggetti esplosivi
- Classe 2 Gas compressi, liquefatti o disciolti
- Classe 3 Materie liquide infiammabili
- Classe 4.1 Materie solide infiammabili
- Classe 4.2 Materie soggette ad accensione spontanea
- Classe 4.3 Materie che a contatto con l’acqua sviluppano gas infiammabili
- Classe 5.1 Materie comburenti
- Classe 5.2 Perossidi organici
- Classe 6.1 Materie tossiche
- Classe 6.2 Materie ripugnanti che possono causare infezioni
- Classe 7 Materie radioattive
- Classe 8 Materie corrosive
- Classe 9 Materie diversamente pericolose
Cosa fare?
Tienilo a distanza e raddoppia le misure di cautela.
Perché?
I veicoli, che sul retro oltre alla targhe hanno un pannello arancione, trasportano merci pericolose. Quando vedi un veicolo di questo tipo devi aumentare la cautela in quanto un incidente che coinvolge questo tipo di veicolo può avere conseguenze molto severe sulle persone, sull’ambiente e sulle strutture. Infatti, per caratterizzare il prodotto pericoloso si ricorre all'uso di "pannelli di pericolo" suddivisi orizzontalmente in due spazi:
* su quello superiore viene riportato il "numero di identificazione del pericolo" o numero Kemler
* su quello inferiore viene riportato il "numero di identificazione della materia o numero ONU" che serve a riconoscere esattamente la materia

33
1114

BENZOLO

La prima cifra del numero di identificazione del pericolo indica il pericolo principale come segue:

2Gas
3Liquido infiammabile
4Solido infiammabile
5Materia comburente o perossido organico
6Materia tossica
8Corrosivo


La seconda e la terza cifra indicano i pericoli secondari:

0Nessun significato
1Esplosione
2Emissione di gas
3Infiammabile
5Proprietà comburenti
6Tossicità
8Corrosività
9Pericolo di reazione dovuta a decomposizione spontanea o a polimerizzazione


Quando le prime due cifre sono uguali sta ad indicare un accresciuto pericolo principale.
Esempio:

66materia estremamente tossica
33liquido estremamente infiammabile
(punto di infiammabilità inferiore a 21°C)
88materia estremamente corrosiva
22gas refrigerato
42solido che a contatto con l’acqua può emettere gas
Xmateria che reagisce violentemente con l’acqua
X333liquido spontaneamente infiammabile,
reagisce pericolosamente con l’acqua
X423solido infiammabile, reagisce pericolosamente con l’acqua e può sviluppare gas infiammabili


Una "X" che precede il numero di identificazione del pericolo rammenta che la sostanza trasportata è fortemente reattiva all'acqua (holeum, carburo di calcio, etc).

Ecco alcuni esempi di targhe:

30
1202

GASOLIO

 

33
1114

BENZINA

 

68
****

SOSTANZA MOLTO
CORROSIVA

55
****

SOSTANZA MOLTO
COMBURENTE

Codice della Strada
ART. 168 (DISCIPLINA DEL TRASPORTO SU STRADA DEI MATERIALI PERICOLOSI)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 365 ( DEFINIZIONI)
ART. 366 (CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI CHE TRASPORTANO MERCI PERICOLOSE)
ART. 370 (INCIDENTI IN CUI SIANO COINVOLTI VEICOLI CHE TRASPORTANO MERCI PERICOLOSE)

 

 

Bookmark and Share 

 

 

GUIDARE È PERICOLOSO. NON BISOGNA SOTTOVALUTARE IL RISCHIO QUANDO SI GUIDA.

fonte: ITIS AVOGADRO DI TORINO

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Città, Giovani, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

Tags: rischi da prevenire luoghi comuni città giovani

Altri media

fotoFAI UNA SOSTA

fonte: SATAP

videoGestione emergenze

fonte: vigili del fuoco volontari di Königsbrunn

tipologia: Campagna

lingua: Austriaco

categoria(e):Rischi da prevenire, Galleria, Casi reali, Autostrada

videoBe part of the solution: wear a seat-belt

fonte:  CESQT

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Inglese

categoria(e):  Giovani, rischi da prevenire

videoEmanuele Giusto ti spiega la corsia di emergenza - Seconda parte

fonte:Polizia di Stato

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti

videoNEL FILMATO VENGONO SPIEGATE CON DISEGNI ILLUSTRATI LE CIFRE E LE LETTERE DEI PNEUMATICI

fonte: MICHELIN

tipologia: CA/IN

lingua: Italiano

categoria(e):

videoincidente causato dall' alcool alla guida.

fonte:

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Drammatico, Giovani, Rischi da prevenire

videose ti distrai alla guida, metti in pericolo tutti

fonte: TAC

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Rischi da prevenire

Video Correlati

videoin questo video un guidatore in stato di ebbrezza causa un incidente e uccide la moglie.

fonte: TAC

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Drammatico, Famiglie, Giovani, Rischi da prevenire

videoConduire pour le travail. Le rendez-vous

fonte: INRSFrance

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Artistico, rischi da evitare

videoQuattro amici esagerano con l'alcool e si schiantano in macchina.

fonte: NEW ZELAND POLICE

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

videoIl fumetto per la sicurezza stradale

fonte: Provincia di Lucca, SALT, SATAP

tipologia: Lucca Comics & Games 2011

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire, Luoghi comuni

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>