Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 18

Investiamo per il tuo comfort. Ma tu stai attento!

Si scivola (anche con asfalto drenante)

Noi per Voi 
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM/SIAS hanno adottato estensivamente le migliori tecnologie per garantire la sicurezza ed il comfort degli utenti. Gran parte delle nostre autostrade sono coperte da asfalto drenante/fonoassorbente che riduce il rumore e migliora la sicurezza stradale.
Tra gli utenti è diffusa la falsa opinione secondo la quale, in caso di pioggia, l’asfalto drenante consente di viaggiare ad una velocità superiore in totale sicurezza.
Stai attento! NON È VERO!! Gli asfalti drenanti migliorano la sicurezza perché permettono di evitare l’effetto acquaplaning e riducono le proiezioni d’acqua dai veicoli che ti precedono, migliorando la tua visibilità. Tuttavia, non ti ingannare! La SUPERFICIE STRADALE RESTA COMUNQUE BAGNATA anche se non sperimenti le difficoltà tipiche del viaggiare su asfalto bagnato. Di conseguenza devi ridurre la velocità del tuo veicolo. La carreggiata bagnata caratterizza un’altissima percentuale di incidenti, anche in presenza di asfalto drenante.

Quando?
In caso di pioggia e di asfalto bagnato.
Cosa?
Rispetta i limiti di velocità e ricorda che il limite massimo è quello stabilito per condizioni ottimali di traffico e visibilità. Tu sei il primo giudice delle circostanze locali e tu devi comportarti in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione ed in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale. Il Codice già prevede che in caso di pioggia la velocità deve essere ridotta. Nel caso delle autostrade, anche in presenza di asfalto drenante, non deve essere superata in ogni caso la velocità di 110 km/h. Questa è sempre una velocità massima. Tu devi adeguare la tua velocità, riducendola, anche in relazione al traffico ed alle altre condizioni locali ed ambientali.
Perché?
In caso di pioggia, l’asfalto drenante, può evitare l’acquaplaning e migliora sostanzialmente la visibilità ed il comfort di guida, tuttavia l’aderenza rimane quella di un asfalto bagnato, quindi inferiore rispetto ad un asfalto asciutto. 

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 141 (VELOCITÀ)
ART. 142 (LIMITI DI VELOCITÀ)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 343 (LIMITAZIONI TEMPORANEE DI VELOCITÀ)
ART 344 (LIMITAZIONI PERMANENTI DI VELOCITA’)
ART. 345 (APPARECCHIATURE E MEZZI DI ACCERTAMENTO DELLA OSSERVANZA DEI LIMITI DI VELOCITÀ)

fotoVignetta 32

Distrazione?

Mai abbassare la guardia alla guida!!

Noi per Voi
In fase di progettazione della strada, il Gestore Autostradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta e aree di parcheggio. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa, per favore, tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non distrarti con il rischio di costituire un pericolo per te e per gli altri. Se devi telefonare, consultare una carta, il navigatore o mandare un messaggio fermati, per favore, in un‘area di sosta o di servizio. Regala due minuti della tua vita per salvaguardare la tua vita intera e quella altrui. Scegli per la vita.

Quando?
In ogni momento, durante la guida.
Cosa?
Non escludere mai la presenza di imprevisti. Presta attenzione a tutte le manovre che svolgi ed al movimento degli ostacoli presenti nel tuo scenario.
Qualunque sia la tua fonte e l’urgenza del motivo di distrazione, fermati in un’area di servizio o in un’area di sosta. Le piazzole e la corsia di emergenza sono riservate ai soli casi di urgenza e crisi.
Perché?
Il sistema autostradale è molto sicuro, a condizione che i guidatori siano attenti. Una piccola distrazione può costare molto cara a te stesso ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)

 

fotoVignetta 15

Limiti di velocità

Ce la fai o hai bisogno di un tutore?

Noi per Voi 
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS hanno progettato barriere di sicurezza ad alte prestazioni, che permettono di contenere l’impatto dei veicoli pesanti, ma che nel contempo non risultano troppo rigide nei confronti dei veicoli leggeri. La barriera di sicurezza riaccompagna il veicolo in svio verso la carreggiata. Tuttavia la tua macchina ed il sistema autostradale non sono progettati per garantire la sicurezza quando i limiti vengono superati.
Ricorda che nelle autostrade italiane, a meno di specifiche segnalazioni, valgono i seguenti limiti:
- 130 km/h per le auto (su fondo asciutto)
- 110 km/h per le auto (in caso di precipitazioni atmosferiche)
- 100 km/h per autobus superiori alle 8 t
- 80 km/h per i veicoli superiori alle 12 t destinati al trasporto di cose, autoarticolati, autosnodati ed autotreni (ricorda che è considerato autotreno anche un'auto che traina un rimorchio leggero)

Questi sono i limiti massimi. Tu adegua sempre la velocità alle condizioni esterne (meteo, traffico, strada) e alle limitazioni specifiche della tratta che stai percorrendo.

Quando?
In qualunque situazione di guida
Cosa?
Rispetta i limiti di velocità stabiliti per la sicurezza della circolazione e tieni una velocità consona alle circostanze locali ed attuali.
Perché?
L’eccesso di velocità non solo aumenta il rischio d’incidente ma, nel caso in cui questo si verifichi, aumenta anche la probabilità di riportare lesioni gravi o mortali.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE) ART.141 (VELOCITÀ)
ART.142 (LIMITI DI VELOCITÀ) ART.148 (SORPASSO)
ART. 178 (DOC. DI VIAGGIO PER TRASPORTI PROFESS. CON VEICOLI NON MUNITI DI CRONOTACHIGRAFO)
ART.179 (CRONOTACHIGRAFO E LIMITATORE DI VELOCITÀ)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 342 (OBBLIGO DI LIMITARE LA VELOCITÀ)
ART. 343 (LIMITAZIONI TEMPORANEE DI VELOCITÀ)
ART. 344 (LIMITAZIONI PERMANENTI DI VELOCITÀ)
ART. 345 (APPARECCHIATURE E MEZZI DI ACCERTAMENTO DELLA OSSERVANZA DEI LIMITI DI VELOCITÀ)
ART. 347 (SORPASSO) ART. 375 (DOCUMENTI DI VIAGGIO E CRONOTACHIGRAFO)

fotoVignetta 30

Protezione?

Non parliamo di crema solare

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati per mantenere un buon livello di aderenza e regolarità della pavimentazione con opere di manutenzione e periodiche campagne di misura, che sono verificate anche dell’Autorità di controllo indipendente (IVCA/ANAS). I Gestori hanno anche una buona linea di attenzione nel cercare di progettare e realizzare delle buone barriere di sicurezza e più recentemente anche opere di mitigazione degli impatti per i motociclisti. Ricorda, però, che la moto è il mezzo di trasporto più pericoloso. Ogni anno muoiono 1.500 motociclisti in Italia, tra cui, anche centinaia di eccellenti e prudenti centauri. Una porzione relativamente modesta di questo spaventoso tributo umano, muore per incidenti in autostrada. Le autostrade sono progettate per essere percorse a velocità relativamente elevate ed il contatto con l’asfalto e con gli altri elementi dell’arredo stradale mettono ancor più in pericolo il motociclista che non usa un abbigliamento e protezioni adeguate.

Quando?
Ogni volta che viaggi su una motocicletta.
Cosa?
Indossa il casco, un abbigliamento adatto e scegli quelli omologati. La tuta da moto protegge il corpo del pilota, riducendo gli effetti della caduta, inoltre può aumentare la penetrazione aerodinamica e conferire un maggiore comfort di guida. Insieme alla tuta utilizzata le altre protezioni complementari: come gli stivali e i guanti, che nella maggior parte dei casi sono abbondantemente arricchiti da protezioni di diverso genere. Inoltre ricorda di allacciare sempre il casco. Ci sono sistemi di airbag inseriti all'interno di gilet e di giubbotti tecnici ideati per proteggere il corpo umano in caso di incidente. Il sistema airbag, sfrutta lo stesso principio delle automobili ma con una protezione che avvolge tutte le parti "vitali" del corpo umano (torace, cervicale, fianchi e colonna vertebrale).
Perché?
Se non sei adeguatamente protetto, in caso di caduta o di incidente, risulti esposto ad un fortissimo attrito con l’asfalto che provoca gravi abrasioni e puoi battere la testa ed altre parti del corpo contro veicoli o contro gli altri ostacoli che incontri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 171 (USO DEL CASCO PROTETTIVO PER GLI UTENTI DI VEICOLI A DUE RUOTE)

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Azzerucistradale - Damiano Cavallari

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

Altri media

videoRispetta la vita, se bevi non guidare!

fonte: Polizia Locale Consorzio Nordest, Vicentino in collaborazione con Regione Veneto Provincia di Vicenza Autostrada BS-BR-VI-PD

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

videoConduire pour le travail. Sécuriser les chargements

fonte: INRSFrance

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Artistico, rischi da evitare

videoNon correre papà! (da Il Pap'Occhio)

fonte: Youtube

tipologia: Artistico

lingua: Italiano

categoria(e): Artistico, Rischi da evitare

videoDistractions and Teen Driver Crashes

fonte: AAA Foundation for Traffic Safety

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Casi Reali, Rischi da prevenire

videoAttraversare sulle strisce pedonali in Vietnam

fonte: Utenti web

tipologia: amatoriale

lingua: Francese

categoria(e): Casi Reali, Rischi da prevenire

videoEmanuele Giusto ti spiega la corsia di emergenza

fonte:Polizia di Stato

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti

videoUN CAMION IN UNA PIAZZOLA DI SERVIZIO DELLA A 21 PRENDE FUOCO

fonte:

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Autostrada, Casi reali, Drammatico, Prefessionisti della guida

videoCHE PERCENTUALE HAI DI VIVERE SE FAI UN INCIDENTE IN MOTO E SEI SENZA CASCO?

fonte: GOBIERNO MUNICIPAL PEUBLA ZARAGOZA

tipologia: Campagna

lingua: Spagnolo

categoria(e): Buoni comportamenti, Città, Rischi da prevenire

Video Correlati

videoUN RAGAZZO VIENE UCCISO DA UN AUTOMOBILISTA AL CELLULARE.

fonte: N.D.

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Città, Giovani, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

videoSafety Pleasure - Simone Gaita

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

videoSIMULAZIONE A FUMETTI DI UN INCIDENTE IN MOTO.

fonte: PROVINCIA DI FOGGIA

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Divertente, Giovani, Rischi da prevenire

videoBisogna avere comportamenti responsabili alla guida, ma senza casco, si rischia la vita…

fonte: CHENNAY TRAFFIC POLICE (INDIA)

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Città, Drammatico, Famiglie, Rischi da prevenire

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>