Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 30

Protezione?

Non parliamo di crema solare

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati per mantenere un buon livello di aderenza e regolarità della pavimentazione con opere di manutenzione e periodiche campagne di misura, che sono verificate anche dell’Autorità di controllo indipendente (IVCA/ANAS). I Gestori hanno anche una buona linea di attenzione nel cercare di progettare e realizzare delle buone barriere di sicurezza e più recentemente anche opere di mitigazione degli impatti per i motociclisti. Ricorda, però, che la moto è il mezzo di trasporto più pericoloso. Ogni anno muoiono 1.500 motociclisti in Italia, tra cui, anche centinaia di eccellenti e prudenti centauri. Una porzione relativamente modesta di questo spaventoso tributo umano, muore per incidenti in autostrada. Le autostrade sono progettate per essere percorse a velocità relativamente elevate ed il contatto con l’asfalto e con gli altri elementi dell’arredo stradale mettono ancor più in pericolo il motociclista che non usa un abbigliamento e protezioni adeguate.

Quando?
Ogni volta che viaggi su una motocicletta.
Cosa?
Indossa il casco, un abbigliamento adatto e scegli quelli omologati. La tuta da moto protegge il corpo del pilota, riducendo gli effetti della caduta, inoltre può aumentare la penetrazione aerodinamica e conferire un maggiore comfort di guida. Insieme alla tuta utilizzata le altre protezioni complementari: come gli stivali e i guanti, che nella maggior parte dei casi sono abbondantemente arricchiti da protezioni di diverso genere. Inoltre ricorda di allacciare sempre il casco. Ci sono sistemi di airbag inseriti all'interno di gilet e di giubbotti tecnici ideati per proteggere il corpo umano in caso di incidente. Il sistema airbag, sfrutta lo stesso principio delle automobili ma con una protezione che avvolge tutte le parti "vitali" del corpo umano (torace, cervicale, fianchi e colonna vertebrale).
Perché?
Se non sei adeguatamente protetto, in caso di caduta o di incidente, risulti esposto ad un fortissimo attrito con l’asfalto che provoca gravi abrasioni e puoi battere la testa ed altre parti del corpo contro veicoli o contro gli altri ostacoli che incontri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 171 (USO DEL CASCO PROTETTIVO PER GLI UTENTI DI VEICOLI A DUE RUOTE)

fotoVignetta 31

Questa sera guido io

Bere fa male alla guida! Non far guidare chi ha bevuto

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati a progettare, realizzare e gestire in qualità dei tracciati che risultino sicuri e confortevoli. Tuttavia nessun tracciato è abbastanza dritto per chi ha bevuto o per chi ha assunto sostanze stupefacenti ed alteranti. Affrontare la guida in condizioni di alterazione è più un atteggiamento criminale che un comportamento a rischio. Fai attenzione anche alle piccole dosi di alcolici: possono rallentare i tuoi riflessi. La legge ha recentemente dato una stretta a questo tipo di fenomeno sia per i guidatori professionali, sia per i conducenti di età inferiore a ventuno anni ed ai guidatori inesperti (nei primi tre anni dal conseguimento della patente B). Le Concessionarie Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS supportano l’azione di repressione di quei comportamenti che risultano contrari al buon senso, ove non siano espressamente criminali. Pertanto forniscono al Servizio Polizia Stradale gli strumenti necessari per le verifiche del tasso alcolemico.

Quando?
Quando hai intenzione di trascorrere fuori una serata con gli amici.
Cosa?
Individua il guidatore designato che, per quella sera, non berrà alcolici.
Perché?
Con l’uso di alcool diminuisce la tua capacità mentale, si limita la tua concentrazione, la tua capacità di valutare le distanze e le velocità; hai una percezione ridotta del campo visivo e della visibilità laterale, mentre aumenta la tua sensibilità all'abbagliamento nella guida notturna.
L’alcool rallenta o impedisce i riflessi e può provocare allucinazioni che fanno reagire in maniera inconsulta di fronte a situazioni impreviste, anche inesistenti, causando gravi rischi per te e per gli altri.
Scegliere di non bere per una sera e candidarsi a turno come guidatore designato è un atto responsabile e di maturità a tutela della propria sicurezza e di quella altrui. Molti giovani sono stati condannati a morire o a lesioni anche gravissime, solo per un bicchiere di troppo.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 186 (GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DELL’ALCOOL) 
ART. 186 BIS (GUIDA SOTTO L'INFLUENZA DELL'ALCOOL PER CONDUCENTI DI ETÀ INFERIORE A VENTUNO ANNI, PER I NEO-PATENTATI E PER CHI ESERCITA PROFESSIONALMENTE L'ATTIVITÀ DI TRASPORTO DI PERSONE O DI COSE)
ART. 187 (GUIDA IN STATO DI ALTERAZIONE PSICO-FISICA PER USO STUPEFACENTI)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 379 (GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DI ALCOOL)

 

 

fotoVignetta 13

La sicurezza dipende soprattutto da te

Non c’è strada abbastanza dritta per chi ha bevuto

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati a progettare, realizzare e gestire in qualità tracciati che risultino sicuri e confortevoli. Tuttavia nessun tracciato è abbastanza dritto per chi ha bevuto o per chi ha assunto sostanze stupefacenti ed alteranti. Affrontare la guida in condizioni di alterazione è più un atteggiamento criminale che un comportamento a rischio. Fai attenzione anche alle piccole dosi di alcolici: possono rallentare i tuoi riflessi. La legge ha recentemente dato una stretta a questo tipo di fenomeno sia per i guidatori professionali, sia per i conducenti di età inferiore a ventuno anni ed ai guidatori inesperti (nei primi tre anni dal conseguimento della patente B). Le Concessionarie Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS supportano l’azione di repressione di quei comportamenti che risultano contrari al buon senso, ove non siano espressamente criminali. Pertanto forniscono al Servizio Polizia Stradale gli strumenti necessari per le verifiche del tasso alcolemico.

Quando?
Prima di metterti alla guida.
Cosa?
Non guidare mai sotto l’effetto di alcool o droghe: evita di metterti al volante. Fai guidare altri o fermati per un buon tempo di riposo.
Perché?
Con l’uso di alcool e/o droghe diminuisce la tua capacità mentale, si limita la tua concentrazione, la tua capacità di valutare le distanze e le velocità; hai una percezione ridotta del campo visivo e della visibilità laterale, mentre aumenta la tua sensibilità all'abbagliamento nella guida notturna.
Alcool e droga rallentano o impediscono i riflessi e possono provocare allucinazioni che fanno reagire in maniera inconsulta di fronte a situazioni impreviste, anche inesistenti, causando gravi rischi per te e per gli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE) 
ART. 186 (GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DELL’ALCOOL) 
ART. 186 BIS (GUIDA SOTTO L'INFLUENZA DELL'ALCOOL PER CONDUCENTI DI ETÀ INFERIORE A VENTUNO ANNI, PER I NEO-PATENTATI E PER CHI ESERCITA PROFESSIONALMENTE L'ATTIVITÀ DI TRASPORTO DI PERSONE O DI COSE) 
ART. 187 (GUIDA IN STATO DI ALTERAZIONE PSICO-FISICA PER USO STUPEFACENTI)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 379 (GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DI ALCOOL)

fotoVignetta 15

Limiti di velocità

Ce la fai o hai bisogno di un tutore?

Noi per Voi 
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS hanno progettato barriere di sicurezza ad alte prestazioni, che permettono di contenere l’impatto dei veicoli pesanti, ma che nel contempo non risultano troppo rigide nei confronti dei veicoli leggeri. La barriera di sicurezza riaccompagna il veicolo in svio verso la carreggiata. Tuttavia la tua macchina ed il sistema autostradale non sono progettati per garantire la sicurezza quando i limiti vengono superati.
Ricorda che nelle autostrade italiane, a meno di specifiche segnalazioni, valgono i seguenti limiti:
- 130 km/h per le auto (su fondo asciutto)
- 110 km/h per le auto (in caso di precipitazioni atmosferiche)
- 100 km/h per autobus superiori alle 8 t
- 80 km/h per i veicoli superiori alle 12 t destinati al trasporto di cose, autoarticolati, autosnodati ed autotreni (ricorda che è considerato autotreno anche un'auto che traina un rimorchio leggero)

Questi sono i limiti massimi. Tu adegua sempre la velocità alle condizioni esterne (meteo, traffico, strada) e alle limitazioni specifiche della tratta che stai percorrendo.

Quando?
In qualunque situazione di guida
Cosa?
Rispetta i limiti di velocità stabiliti per la sicurezza della circolazione e tieni una velocità consona alle circostanze locali ed attuali.
Perché?
L’eccesso di velocità non solo aumenta il rischio d’incidente ma, nel caso in cui questo si verifichi, aumenta anche la probabilità di riportare lesioni gravi o mortali.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE) ART.141 (VELOCITÀ)
ART.142 (LIMITI DI VELOCITÀ) ART.148 (SORPASSO)
ART. 178 (DOC. DI VIAGGIO PER TRASPORTI PROFESS. CON VEICOLI NON MUNITI DI CRONOTACHIGRAFO)
ART.179 (CRONOTACHIGRAFO E LIMITATORE DI VELOCITÀ)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 342 (OBBLIGO DI LIMITARE LA VELOCITÀ)
ART. 343 (LIMITAZIONI TEMPORANEE DI VELOCITÀ)
ART. 344 (LIMITAZIONI PERMANENTI DI VELOCITÀ)
ART. 345 (APPARECCHIATURE E MEZZI DI ACCERTAMENTO DELLA OSSERVANZA DEI LIMITI DI VELOCITÀ)
ART. 347 (SORPASSO) ART. 375 (DOCUMENTI DI VIAGGIO E CRONOTACHIGRAFO)

 

 

Bookmark and Share 

 

 

A volte tornano utili - Andrea Puglisi

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

Altri media

videoControesodo estivo 2016 - Pullman azzurro e motociclisti in A10

fonte: TG3 Liguria

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti

videoUbriaco e drogato imbocca l'autostrada contromano - nel vano di carico porta 5 persone. Una muore

fonte: N.D.

tipologia: Casi reali

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da prevenire

 

videoThe AA - Now You See Me

fonte: The AAPatrol

tipologia: incidente

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire,

videoBe part of the solution: don't speed

fonte:  CESQT

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Inglese

categoria(e):  Giovani, rischi da prevenire

videoSicurezza Stradale - Spot Meno Male Che ... - anno 2008

fonte:  Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e):  Rischi da evitare, Video per pensare

videoSE GUIDI IN STATO DI EBBREZZA PUOI ANCHE UCCIDERE PERSONE A TE CARE.

fonte: LANCASHIRE PARTNERSHIP FOR ROAD SAFETY

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

videoINCIDENTE IN CUI UNA MACCHINA SI INFILA SOTTO UN TIR

fonte: N.D.

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Casi reali

videoPARLARE AL TELEFONO MENTRE SI GUIDA PUÒ ESSERE MORTALE. SI PUÒ RISCHIARE DI NON TORNARE A CASA.

fonte: TH!NK

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Città, Drammatico, Rischi da prevenire

videoTELEFONARE ALLA GUIDA PUÒ ESSERE UNA DISTRAZIONE MORTALE

fonte: ORYAROK

tipologia: Campagna

lingua: Israeliano

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

Video Correlati

videoAndare un po' più piano non ti ucciderà

fonte: N.D.

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Giovani, Rischi da prevenire, Città

videoQuesto video/documentario ci spiega l' importanza e il funzionamento del casco

fonte: motorcycle industry council

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire

videoUN CANE ACCOMPAGNATORE DI UNA PERSONA NON VEDENTE BEVE ACCIDENTALMENTE DELLA BIRRA

fonte: HEINEKEN

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Famiglie, Giovani, Rischi da prevenire

videoWHO: Cambodia drinking and driving prevention campaigns 6

fonte:  WHO

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Inglese

categoria(e):  Giovani, rischi da prevenire

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>