Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 38

Viaggiatori professionali

San Tachigrafo vi protegge

Noi per Voi
Quando viaggi è “meglio essere solo che male accompagnato”. Ricorda che quando viaggi con la “stanchezza” sei accompagnato molto male. Il guidatore professionale poi ha le responsabilità che gli derivano dalla sua preparazione tecnica e dalle masse in gioco. 

Quando?
In caso di guida di veicoli commerciali ed industriali.
Cosa?
Il cronotachigrafo deve essere installato obbligatoriamente sui veicoli adibiti al trasporto di cose di peso complessivo superiore alle 3,5 tonnellate (autocarri, autotreni, autoarticolati) e su veicoli adibiti al trasporto di passeggeri (autobus, autosnodati) con numero di persone superiore a nove, compreso il conducente. Obiettivo del tachigrafo è quello di indicare e registrare dati sulla marcia di questa tipologia di veicoli e sui tempi di lavoro dei loro conducenti.
Perché?
L’utilizzo del tachigrafo consente un controllo sui tempi di guida e di riposo del conducente del veicolo e permette di migliorare le condizioni di lavoro degli autisti e di conseguenza la sicurezza stradale, oltre a garantire una concorrenza più equa tra le aziende di trasporto.
Un conducente che guida mezzi pesanti senza rispettare i tempi di lavoro e di riposo previsti dal regolamento mette gravemente a rischio la propria vita e quella degli altri utenti della strada. Il cronotachigrafo non è un limite ma un’opportunità di protezione per te e per gli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART.141 (VELOCITÀ)
ART.142 (LIMITI DI VELOCITÀ) 
ART. 178 (DOC. DI VIAGGIO PER TRASPORTI PROFESS. CON VEICOLI NON MUNITI DI CRONOTACHIGRAFO) 
ART.179 (CRONOTACHIGRAFO E LIMITATORE DI VELOCITÀ)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 342 (OBBLIGO DI LIMITARE LA VELOCITÀ)
ART. 343 (LIMITAZIONI TEMPORANEE DI VELOCITA’)
ART. 344 (LIMITAZIONI PERMANENTI DI VELOCITÀ)
ART. 345 (APPARECCHIATURE E MEZZI DI ACCERTAMENTO DELLA OSSERVANZA DEI LIMITI DI VELOCITÀ)
ART. 375 (DOCUMENTI DI VIAGGIO E CRONOTACHIGRAFO)

fotoVignetta 32

Distrazione?

Mai abbassare la guardia alla guida!!

Noi per Voi
In fase di progettazione della strada, il Gestore Autostradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta e aree di parcheggio. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa, per favore, tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non distrarti con il rischio di costituire un pericolo per te e per gli altri. Se devi telefonare, consultare una carta, il navigatore o mandare un messaggio fermati, per favore, in un‘area di sosta o di servizio. Regala due minuti della tua vita per salvaguardare la tua vita intera e quella altrui. Scegli per la vita.

Quando?
In ogni momento, durante la guida.
Cosa?
Non escludere mai la presenza di imprevisti. Presta attenzione a tutte le manovre che svolgi ed al movimento degli ostacoli presenti nel tuo scenario.
Qualunque sia la tua fonte e l’urgenza del motivo di distrazione, fermati in un’area di servizio o in un’area di sosta. Le piazzole e la corsia di emergenza sono riservate ai soli casi di urgenza e crisi.
Perché?
Il sistema autostradale è molto sicuro, a condizione che i guidatori siano attenti. Una piccola distrazione può costare molto cara a te stesso ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)

 

fotoVignetta 22

Cadendo dal terzo piano, ti pianti a 50 km/h

Ti butteresti giù senza la cintura?

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS hanno progettato barriere di sicurezza ad alte prestazioni, che permettono di contenere l’impatto dei veicoli pesanti, ma che nel contempo non risultano troppo rigide nei confronti dei veicoli leggeri. La barriera di sicurezza riaccompagna il veicolo in svio verso la carreggiata. Tuttavia le autostrade sono progettate per essere percorse a velocità relativamente elevate. Tu non puoi neanche immaginare di resistere all’urto, senza le cinture di sicurezza. Anzi, fai una bella cosa, rispetta il codice e metti le cinture anche in città: una macchina che cade dal terzo piano di un palazzo arriva a terra con una velocità di 50 km/h. Se cadi dal primo piano arrivi a 30 km/h e se cadi dal nono piano non raggiungi gli 85 km/h. Cerca di essere razionale: ti butteresti in macchina dal terzo piano, o anche solo dal primo, senza prima indossare le cinture?

Quando?
Quando sei in movimento, sia da guidatore, sia da passeggero.
Cosa?
Tu ed i tuoi compagni di viaggio dovete avere la cintura. Prima di partire, controlla che tutti abbiano le cinture di sicurezza allacciate, sia davanti sia dietro. Se ci sono dei bambini, questi devono avere sistemi di ritenuta adeguati alla loro altezza e peso. Ricorda che i più piccoli non devono mai occupare il sedile anteriore del veicolo.
Perché?
In caso di incidente, quei passeggeri che non sono saldamente ancorati al veicolo vengono proiettati ad alta velocità nella direzione di marcia. Stai attento!! È falso pensare che chi occupa i sedili posteriori non corra questi rischi. Chiunque non porti le cinture allacciate può essere sbalzato fuori dall’auto con conseguenze gravissime.
Inoltre, il movimento incontrollato di chi non usa le cinture può essere pericoloso anche per gli altri passeggeri: una persona che viene proiettata a corpo morto sugli altri passeggeri può indurre danni gravissimi a sé ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 172 (USO DELLE CINTURE DI SICUREZZA E DEI SISTEMI DI RITENUTA PER BAMBINI)

 

fotoVignetta 29

Tutti sanno che fumare fa male

Guidando fa ancora più male: fai una sosta!

Noi per Voi
In fase di progettazione della strada, il Gestore Autostradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta ed aree di parcheggio. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa, per favore, tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non distrarti con il rischio di costituire un pericolo per te e per gli altri. Scegli la vita. Tieni presente che distogliere l’attenzione dalla guida per raccogliere le sigarette, per accendere, ecc. comporta momenti di distrazione che potrebbero costare degli incidenti. Inoltre, tieni presente che in caso di impatto l'airbag viene gonfiato in 30/50 millesimi di secondo ad una velocità di oltre 300 km/h e può spingere all'indietro la tua testa. Perciò, è importante che il poggiatesta del sedile sia adeguatamente regolato. Inoltre tutte le cose che tieni con te (pipa, sigari, sigarette, penne, ecc.) vengono proiettate con forza contro di te o dentro di te. In caso di incidente con apertura dell’airbag rischi pertanto di ingurgitare o comunque di essere ustionato da una sigaretta accesa. Perché rischiare per così poco? Prenditi una pausa.

Quando?
In ogni momento, durante la guida
Cosa?
Non escludere mai la presenza di imprevisti. Presta attenzione a tutte le manovre che svolgi e al movimento degli ostacoli che si presentano nel tuo scenario.
Anche se non ti interessa che il carcinoma polmonare abbia nei fumatori una frequenza statistica 20 volte superiore rispetto ai non fumatori, pensa almeno alla sicurezza stradale. Evita di distrarti con l’accensione delle sigarette mentre sei in marcia ma, se proprio devi fumare, arresta il veicolo in sicurezza, in un’area di servizio, e dedica una sosta a questo momento.
Perché?
Il sistema autostradale è molto sicuro, ma a condizione che i guidatori siano attenti. Una piccola distrazione può costare molto cara a te stesso ed agli altri. Considera anche che, in caso di incidente e di apertura dell’airbag, la sigaretta costituisce un aggravante dei pericoli cui sei esposto.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)

 

 

 

Bookmark and Share 

 

 

BERE QUALCOSA CON GLI AMICI PUÒ ESSERE DIVERTENTE. METTERSI ALLA GUIDA DOPO AVER BEVUTO E DISTRARSI INVECE PUÒ ESSERE FATALE.

fonte: N.D.

tipologia: AM

lingua: Inglese

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

Tags: rischi da prevenire giovani

Altri media

videoAnche la morte - Pietro Venier

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

videoSocial death

fonte: Roadsafetyfilm

tipologia: Divertente

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico

videoIncidente: auto contro portico a Minerbio (BO)

fonte:  utenti di youtube

tipologia: video reale

lingua: Italiano

categoria(e): Divertente, Casi reali

videoIL FILMATO MOSTRA COME VERIFICARE LO STATO DEI FRENI

fonte:

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti

videoPochi metri in più per frenare valgono una vita. Più vai veloce più è lungo lo spazio di frenata. Meglio rispettare i limiti di velocità.

fonte: MINISTERO FRANCESE

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Città, Drammatico, Rischi da prevenire

videoUN CANE ACCOMPAGNATORE DI UNA PERSONA NON VEDENTE BEVE ACCIDENTALMENTE DELLA BIRRA

fonte: HEINEKEN

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Famiglie, Giovani, Rischi da prevenire

videoIn questo video un bambino ed una multa spiegano al padre l' importanza di rispettare i limiti di velocità.

fonte: GWENT POLICE

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Famiglie, Giovani, Passeggeri, Rischi da prevenire

Video Correlati

videoSilly Video Instructs Philly Residents to Wear Bubble Wrap on Streets

fonte: ITSROADSAFETY.COM

tipologia: Artistico

lingua: Inglese

categoria(e): Divertente, Artistico

videogli agenti di polizia fermano gli automobilisti per fare gli alcool-test.

fonte: TAC

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Drammatico, Giovani, Rischi da prevenire

videoSe fai uso di sostanze stupefacenti e ti metti alla guida, metti in conto di essere arrestato.

fonte: HULL

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>