Campagna per la Sicurezza Stradale

Vignette correlate

fotoVignetta 38

Viaggiatori professionali

San Tachigrafo vi protegge

Noi per Voi
Quando viaggi è “meglio essere solo che male accompagnato”. Ricorda che quando viaggi con la “stanchezza” sei accompagnato molto male. Il guidatore professionale poi ha le responsabilità che gli derivano dalla sua preparazione tecnica e dalle masse in gioco. 

Quando?
In caso di guida di veicoli commerciali ed industriali.
Cosa?
Il cronotachigrafo deve essere installato obbligatoriamente sui veicoli adibiti al trasporto di cose di peso complessivo superiore alle 3,5 tonnellate (autocarri, autotreni, autoarticolati) e su veicoli adibiti al trasporto di passeggeri (autobus, autosnodati) con numero di persone superiore a nove, compreso il conducente. Obiettivo del tachigrafo è quello di indicare e registrare dati sulla marcia di questa tipologia di veicoli e sui tempi di lavoro dei loro conducenti.
Perché?
L’utilizzo del tachigrafo consente un controllo sui tempi di guida e di riposo del conducente del veicolo e permette di migliorare le condizioni di lavoro degli autisti e di conseguenza la sicurezza stradale, oltre a garantire una concorrenza più equa tra le aziende di trasporto.
Un conducente che guida mezzi pesanti senza rispettare i tempi di lavoro e di riposo previsti dal regolamento mette gravemente a rischio la propria vita e quella degli altri utenti della strada. Il cronotachigrafo non è un limite ma un’opportunità di protezione per te e per gli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART.141 (VELOCITÀ)
ART.142 (LIMITI DI VELOCITÀ) 
ART. 178 (DOC. DI VIAGGIO PER TRASPORTI PROFESS. CON VEICOLI NON MUNITI DI CRONOTACHIGRAFO) 
ART.179 (CRONOTACHIGRAFO E LIMITATORE DI VELOCITÀ)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 342 (OBBLIGO DI LIMITARE LA VELOCITÀ)
ART. 343 (LIMITAZIONI TEMPORANEE DI VELOCITA’)
ART. 344 (LIMITAZIONI PERMANENTI DI VELOCITÀ)
ART. 345 (APPARECCHIATURE E MEZZI DI ACCERTAMENTO DELLA OSSERVANZA DEI LIMITI DI VELOCITÀ)
ART. 375 (DOCUMENTI DI VIAGGIO E CRONOTACHIGRAFO)

fotoVignetta 24

Sonno … Magari ce la fai.

Ma sei disposto ad uccidere i tuoi amici per saperlo?

Noi per Voi
Quando viaggi è “meglio essere solo che male accompagnato”. Ricorda che quando viaggi con la “stanchezza” sei accompagnato molto male. 
Proprio per questo, quando il Gestore Autostradale progetta la sede stradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta e servizio, aree di parcheggio e piazzole di emergenza. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non aspettare che sia troppo tardi per trovare una stazione di servizio e riposarti.

Quando?
Ogni volta che ci si mette alla guida di un’auto non devi essere alterato dalla stanchezza e da altri fattori. 
Cosa?
Quando sei al volante devi essere in piena forma per prevenire i colpi di sonno, un fenomeno improvviso che spesso non ha fenomeni precursori.
Alla prime avvisaglie di stanchezza alla guida, fermati subito in un’area di servizio. Anche se ti senti riposato fai regolarmente delle pause di 10/20 minuti almeno ogni due ore.
Perché?
Il sonno e la stanchezza sono uno dei nemici più subdoli per chi guida; si stima che tra il 15 ed il 40% degli incidenti più gravi sia imputabile a sonno o stanchezza, il più delle volte associato a concause precise: alcool, medicinali, pasto abbondante. Innumerevoli sono poi gli incidenti evitati per un soffio. Siamo un po’ classisti: noi vogliamo gente “sveglia” sulle nostre autostrade. Aiutaci anche tu e scegli per la vita.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)

 

fotoVignetta 36

Noi vogliamo solo gente sveglia sulle nostre autostrade!

Fai una sosta

Noi per Voi
Quando viaggi è “meglio essere solo che male accompagnato”. Ricorda che quando viaggi con la “stanchezza” sei accompagnato molto male. 
Proprio per questo, quando il Gestore Autostradale progetta la sede stradale prevede, ad intervalli predefiniti, aree di sosta e servizio, aree di parcheggio e piazzole di emergenza. Il territorio italiano è ricco di montagne e profonde valli in cui non è facile costruire questo tipo di rifugio. Noi ci impegniamo ed investiamo per la vostra sicurezza, ma tu usa, per favore, tutte le possibilità che riusciamo ad offrirti. Non aspettare che sia troppo tardi per trovare una stazione di servizio e riposarti.

Quando?
Soprattutto nei viaggi di lunga percorrenza.
Cosa?
Il calo di attenzione in autostrada, ossia un senso di torpore causato dalla combinazione di stimoli visivi ripetitivi e affaticamento, è uno dei maggiori pericoli che possono verificarsi durante la guida. Quando devi percorrere lunghe distanze è opportuno fare soste frequenti per concederti brevi riposi o praticare alcuni esercizi. Esercita gli occhi leggendo i segnali stradali o spostando lo sguardo su diversi punti della carreggiata. Se non riesci a tenere il capo eretto o si avverte perdita di concentrazione anche minima, devi FARE UNA SOSTA. Riposati un pochino! Giusto il tempo necessario 10 o 20 minuti e poi puoi proseguire.
Perché?
Il sistema autostradale è molto sicuro, ma a condizione che i guidatori siano attenti. Una piccola distrazione può costare molto cara a te stesso ed agli altri.

Codice della Strada
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 157 (ARRESTO, FERMATA E SOSTA DEI VEICOLI)
ART. 175 (CONDIZIONI E LIMITAZIONI DELLA CIRCOLAZIONE SULLE AUTOSTRADE E SULLE STRADE EXTRAURBANE PRINCIPALI)
ART. 176 (COMPORTAMENTI DURANTE LA CIRCOLAZIONE SU AUTOSTR. E STR. EXTRAUBANE)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 351 ARRESTI E SOSTE DEI VEICOLI IN GENERALE)

fotoVignetta 27

Cantiere: stai entrando nel mio ufficio

Rispetta limiti e segnali, per favore

Noi per Voi
I Gestori Autostradali del Gruppo ASTM-SIAS sono impegnati nel garantire continuamente la sicurezza della circolazione, possibilmente migliorare ulteriormente la qualità del tuo viaggio in autostrada. Per questa ragione vengono attivati cantieri per la manutenzione programmata e qualche volta cantieri per i ripristini d’urgenza.
I cantieri sono dotati di segnaletica a norma e sono presidiati secondo i migliori criteri di protezione adottati nel nostro Paese per garantire contemporaneamente la tua sicurezza, quella dei tecnici e degli operai impegnati in un cantiere di lavoro in cui la velocità dei veicoli è sicuramente un fattore critico. Pertanto chiediamo che anche tu dia il tuo contributo, mostrando rispetto per le persone che operano e per il lavoro che stanno svolgendo. Rispetta i limiti adottati e rispetta la segnaletica, per favore: questo è il nostro ufficio.

Quando?
In tutti i casi in cui percorri un tratto autostradale interessato da un cantiere di lavoro.
Cosa?
Presta estrema attenzione agli operai ed agli apprestamenti, rispetta la segnaletica e i limiti di velocità previsti. 
Perché?
Per tutelare vite umane che, in caso di tua inosservanza, verrebbero esposte a situazioni di pericolo, anche grave.

Codice della Strada
ART. 28 (OBBLIGHI DEI CONCESSIONARI DI DETERMINATI SERVIZI)
ART. 140 (PRINCIPIO INFORMATORE DELLA CIRCOLAZIONE)
ART. 141 (VELOCITÀ
ART. 142 (LIMITI DI VELOCITÀ)

Regolamento di Attuazione - Codice della Strada
ART. 41 LIMITAZIONI DI VELOCITÀ IN PROSSIMITÀ DI LAVORI O DI CANTIERI STRADALI)
ART 69 (OBBLIGHI DEI CONCESSIONARI DI DETERMINATI SERVIZI)
ART. 342 (OBBLIGO DI LIMITARE LA VELOCITÀ)

 

 

 

 

Bookmark and Share 

 

 

UN CAMION CHE NON RISPETTA I LIMITI DI VELOCITA' PERDE IL CONTROLLO PROBABILMENTE X UN COLPO DI SONNO DEL GUIDATORE E SPERONA UNA MACCHINA

fonte:

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Autostrada, Casi reali, Galleria, Prefessionisti della guida, Rischi da prevenire

Tags: rischi da prevenire galleria autostrada professionisti della guida casi reali

Altri media

videoUbriaco e drogato imbocca l'autostrada contromano - nel vano di carico porta 5 persone. Una muore

fonte: N.D.

tipologia: Casi reali

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da prevenire

 

videoThe AA - Now You See Me

fonte: The AAPatrol

tipologia: incidente

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire,

videoFondazione ANIA - Campagna 2013/14 - Pensaci Spot 1

fonte: Fondazione ANIA

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Video per pensare

videoGLI ADULTI HANNO LA RESPONSABILITA' DI FAR METTERE LE CINTURE AI BAMBINI, ANCHE NEI SEDILI POSTERIORI

fonte: POUŽÍVEJTE DĚTSKÉ AUTOSEDAČKY

tipologia: Campagna

lingua: Repubblica Ceca

categoria(e): Città, Drammatico, Famiglie, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

videoUN RAGAZZO PER LA FRETTA VIAGGIA TROPPO VELOCE E NON METTE LA CINTURA. CONCLUDE SUI DATI DEGLI INCIDENTI GIORNALIERI ITALIANI.

fonte: SAFE DRIVE

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

Video Correlati

videoVelocità...

fonte:  campagna inglese "Think" contro la velocità nei centri urbani

tipologia:

lingua: Inglese

categoria(e): Rischi da evitare, Drammatico

videoIl sorpasso - regia Dino Risi (1962)

fonte: Youtube

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Artistico, rischi da evitare

videoAnche la morte - Pietro Venier

fonte: Think and Drive

tipologia: Campagna di prevenzione

lingua: Italiano

categoria(e): buoni comportamenti, rischi da prevenire

videoVENGONO EVIDENZIATI I COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA GUIDA E POI CON LA SIMULAZIONE VIRTUALE DI UN VIDEOGIOCO VIENE EFFETTUATO UN INCIDENTE

fonte: N.D.

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Città, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>