Campagna per la Sicurezza Stradale

  • images/816.%20Formazione%20barriere%20di%20sicurezza.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Al via la formazione SINA sul tema delle barriere di sicurezza

    di Roberto Arditi - SINA

    Nell’ambito della formazione aziendale SINA, è stata definita una seconda serie di incontri che verteranno sul tema delle barriere di sicurezza. Tali incontri sono stati programmati per il 12 e il 13 febbraio 2020 a Milano.   Il pomeriggio del 12 febbraio si terrà un seminario per i tecnici che operano direttamente nei processi di progettazione, installazione e manutenzione delle barriere del gruppo ASTM ed al quale sono invitati i soli tecnici dipendenti delle società nel perimetro del gruppo ASTM e che risultano attivi nei citati processi operativi. La mattina del 13 febbraio i temi saranno ripresi con un respiro più ampio e la giornata è stata aperta anche ad alcuni colleghi SINA che si occupano di tematiche diverse dalle barriere di sicurezza e ad altri esperti del settore, non necessariamente limitati allo staff del gruppo ASTM. Visto l’accordo stipulato da SINA con l’ordine degli ingegneri di Milano saranno riconosciuti 3 Crediti Formativi Professionali per ogni singolo evento (trattandosi di formazione aziendale questo riconoscimento vale solo per il personale SINA ed è esteso ai dipendenti del gruppo ASTM, se regolarmente iscritti all’ordine degli ingegneri). Il 6 febbraio si prevede la chiusura delle iscrizioni. Per ulteriori informazioni simonetta.sanasi@sina.co.it 

    Leggi tutto >>
  • images/811.%20SmartRoads_Formazione%20SINA.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Smart Roads: SINA studia le strade più sicure per il futuro

    di Simonetta Sanasi - SINA

    Il 24 ottobre 2019 si è svolto a Milano l’incontro dal titolo “Le Strade del Futuro”, nel quale si è discusso di come le tecnologie dell’informatica e delle telecomunicazioni stiano incidendo in modo sensibile sulle modalità di esercizio delle infrastrutture stradali. Questo è stato il primo di una serie di incontri formativi che SINA, curatrice di Autostradafacendo, sta organizzando a favore dei propri dipendenti. Si tratta di eventi aperti al personale del gruppo ASTM ed alle parti interessate. In questa occasione sono state messe a disposizione dei partecipanti alcune chiavi di lettura sulle principali evoluzioni in corso nel settore, con particolare riferimento ai temi in cui SINA è parte attiva, offrendo così l’occasione per diffondere informazioni relative alle prospettive delle “smart roads” a partire dai risultati della European ITS Platform ed e dei Corridoi Europei di interesse dell’Italia (MedTIS, URSA MAJOR, Crocodile). Gli interventi dei relatori di SINA sono stati aperti dal Direttore Generale SINA, ing. Stefano Torresani e conclusi dall’ing. Angelo Rossini, Amministratore Delegato di SAV. Al termine delle presentazioni la discussione finale è stata animata dall’intera platea che ha beneficiato di un pubblico proveniente da diverse realtà. Oltre ai dipendenti SINA, infatti, erano presenti ospiti esterni tra cui rappresentanti della Polizia Stradale, della Regione Lombardia, di Concessioni Autostradali Lombarde, di ASTM e SINELEC e grazie alla loro esperienza l’evento ha potuto concludersi beneficiando di punti di vista diversi ed interessanti. L’occasione è servita anche per allineare i dipendenti e gli ospiti che hanno partecipato all’evento, sul progetto a favore della sicurezza stradale. Il Gruppo che si impegna quotidianamente per garantire sicurezza sulle proprie infrastrutture è anche consapevole che sia soprattutto il comportamento umano il fattore principale della maggior parte degli incidenti. Per questo motivo da tempo investe parte delle proprie risorse sulla comunicazione della cultura della sicurezza stradale. Autostradafacendo, infatti vuole mettere in luce quei comportamenti virtuosi ed errati che possono fare la differenza tra un viaggio sicuro o rischioso.L’incontro è stato scandito da questo programma:- Prospettive tecnologiche per il mondo della grande viabilità - Concetti innovativi per l’uso degli spazi stradali - La normativa nazionale ed europea inerente i Sistemi Intelligenti di Trasporto - I programmi europei nella responsabilità di SINA- Le “Deployment Guidelines” della European ITS Platform - Attuali attività della European ITS Platform - Il telepedaggio europeo: normativa, azioni e prospettive per le concessionarie austostradali - Conclusioni e attuali indirizzi delle concessionarie sul tema

    Leggi tutto >>
  • images/815.%20Esercitazione%20in%20galleria%20Fresonara.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Le Concessionarie si esercitano. Quello che gli utenti non vedono.

    di Alberto Binasco e Antonio Pezzoli Ruini – SALT, Ivano Barilli - SINA

    Recependo la Direttiva della Comunità Europea in materia di sicurezza per le gallerie della rete stradale, la mattina del 16 dicembre, all’interno della Galleria “Fresonara”, nella carreggiata ovest - direzione La Spezia dell’A15, attualmente oggetto di interventi manutentivi, ha avuto luogo un’esercitazione a cui hanno partecipato tutti quegli attori che sono coinvolti in caso di incidenti stradali. Erano presenti, infatti oltre ai Vigili del Fuoco con un mezzo appositamente allestito per l’intervento in ambienti confinati, la Polizia Stradale, il 118 e la Concessionaria Salt che si è avvalsa anche della collaborazione di Aciglobal, Vai Europa Assistance e Ima Servizi. Lo scenario è stato allestito pensando di testare la capacità di risposta operativa integrata delle strutture preposte ai servizi di pronto intervento e nella ricostruzione di un ipotetico incidente stradale sono stati messi a disposizione due autovetture e un mezzo pesante e simulati la presenza di feriti incastrati tra le lamiere di un’auto, un principio di incendio e il rilascio di carburante.L’esercitazione è stata segnalata dalla Società concessionaria tramite appositi cartelli e pannelli a messaggio variabile e non ha pregiudicato in alcun modo la possibilità per gli utenti di utilizzare l’autostrada percorrendo in doppio senso di circolazione della carreggiata est.

    Leggi tutto >>
  • images/814.%20Calendario%202020.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Siamo tutti frecce di un arco. Buon 2020 in sicurezza

    di Giovanni Frante – ASTM e Roberto Arditi – SINA

    Anche questo 2020 porta con sé il nuovo calendario che Autostradafacendo realizza ogni anno per assegnare ad ogni mese un messaggio di sicurezza stradale. 13 pillole di sicurezza stradale affidate come di consueto ai nostri eroi della sicurezza stradale e ambientate su luoghi di interesse ingegneristico o storico-culturale che scorrono lungo le autostrade che contribuiscono ad Autostradafacendo. La copertina è dedicata alla nuova iniziativa del gruppo Gavio su Luni, una concreta realizzazione per la valorizzazione del patrimonio artistico nazionale. Siamo arrivati al 2020. Mancano 12 mesi al momento per cui le istituzioni europee avrebbero voluto un dimezzamento ma l’Europa non sembra vicina a questo traguardo. Il compito è di tutti. Il compito è soprattutto di noi utenti che collaboriamo al progetto europeo con i nostri comportamenti alla guida. La maggioranza degli incidenti accadono con un contributo del comportamento umano: per disattenzione o imprudenza dei guidatori, per comportamenti sbagliati e azzardati, per stanchezza o solo per ignavia. La disponibilità di cellulari e varie tecnologie di comunicazione in movimento sta provocando una epidemia sotto forma di una recrudescenza degli incidenti stradali. Un numero significativo di Concessionarie contribuiscono ad Autostradafacendo e cercano di dare il proprio contributo, non solo con la loro professionalità nella costruzione e gestione, ma anche informando e comunicando la sicurezza stradale, sicurezza che è diventata cartina anche della sostenibilità. Anche in questa nuova edizione del calendario, il mese di aprile è dedicato al bilancio di sostenibilità che illustra i risultati del gruppo ASTM verso gli obiettivi globali per lo sviluppo sostenibile. L’obiettivo della Commissione Europea nel raggiungere un dimezzamento dei morti in Europa è certamente un obiettivo ambizioso, forse più alto di quanto non sia possibile realmente fare o di quanto non sia possibile poi mantenere ma questo è uno di quei casi in cui proprio non si può non puntare al massimo risultato. Nella volontà dell’Europa sembra di rileggere la metafora dell’arciere di Macchiavelli dove la Commissione è il Principe e tutti noi, operatori autostradali e utenti, le sue frecce. (…) e fare come gli arcieri prudenti, ai quali parendo il luogo, dove disegnano ferire, troppo lontano, e cognoscendo fino a quanto arriva la virtù del loro arco, pongono la mira assai più alta, che il luogo destinato, non per aggiugnere con la loro forza o freccia a tanta altezza, ma per potere con lo aiuto di sì alta mira pervenire al disegno loro. (Macchiavelli, Il Principe, Cap. VI) ll calendario è disponibile anche online, seguendo questo collegamento. Buon 2020 a tutti in sicurezza con Autostradafacendo.

    Leggi tutto >>
  • images/813.%20Il%20cioccolato%20e%20la%20sicurezza%20stradale%20non%20sono%20poi%20mondi%20così%20lontani.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Cioccolato e la sicurezza stradale. Sono mondi così lontani?

    di Assunta De Pascalis - SINA

    I pericoli della strada e la volontà di rendere consapevoli gli utenti, soprattutto i giovani, evidentemente sono preoccupazioni che accomunano molti a prescindere dal ruolo che si ha nella società. Genitori, insegnanti, Enti istituzionali, operatori stradali, aziende di prodotti, Polizia stradale… tutti coloro che si sentono coinvolti nella sicurezza stradale cercano, come possono, di spendersi per attirare l’attenzione sul tema ed evitare tragedie. Abbiamo il piacere di farvi leggere qui un messaggio in cui Lucio Forino, Campione Italiano di Cioccolato Artistico, testimonia il suo impegno a favore della sicurezza stradale. Colpito da un evento che lo ha coinvolto da vicino racconta la sua esperienza e ricorda i pericoli ai giovani colleghi che svolgono il suo lavoro.Ringraziamo l’Associazione Italiana Chef, partner di Autostradafacendo, di averci dato modo di condividere l’attenzione del sig. Forino al tema della sicurezza stradale.

    Leggi tutto >>
  • images/812.%20Nuove%20tecnologie%20x%20sicur%20strad%20su%20corridoio%20med.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Nuove tecnologie per la sicurezza stradale sul corridoio mediterraneo

    di Simonetta Sanasi - SINA

    Il 20 novembre 2019, negli uffici della Commissione Europea a Bruxelles si è tenuto il Forum del corridoio Mediterraneo.Organizzato dalla Commissione Europea, l’incontro è stato presieduto dalla sig.ra Iveta Radičová, già primo ministro della repubblica slovacca, attualmente alto rappresentante della Commissione per il coordinamento del Corridoio Mediterraneo.SINA (Gruppo ASTM) a nome della European ITS Platform, ha tenuto una relazione dal titolo “Towards a smarter and more efficient mobility: success cases on Mediterranean Core Network Corridor”, relazione curata da Roberto ARDITI.Il Corridoio Mediterraneo è il principale asse est-ovest della rete TEN-T a sud delle Alpi. Corre tra la regione mediterranea sud-occidentale della Spagna ed il confine ucraino dell'Ungheria. Seguendo le coste mediterranee di Spagna e Francia, il Corridoio attraversa le Alpi, l'Italia del Nord, la Slovenia e la Croazia, proseguendo attraverso l'Ungheria fino al confine orientale dell’Unione.

    Leggi tutto >>
  • images/810.%20Manuale%20di%20sicurezza%20stradale_aggiornamento.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Politiche per la Sicurezza Stradale: il nuovo manuale è disponibile online

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Il XXVI Congresso Mondiale della Strada svoltosi ad Abu Dahbi lo scorso 6-10 ottobre è stata l’occasione per pubblicare la terza edizione del Manuale per la sicurezza stradale dell'Associazione Mondiale della Strada. La delibera A/RES/72/271 “Improving global road safety” è la prova tangibile di come l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite riconosca nel Manuale un testo capace di offrire ai responsabili della sicurezza stradale di tutto il mondo un set di politiche e criteri in grado di migliorare la sicurezza delle infrastrutture stradali. Questa nuova edizione è stata redatta dal Comitato Internazionale “Politiche e programmi per la sicurezza stradale”, comitato che attualmente vanta una presidenza italiana ma che beneficia di esperti provenienti da diverse parti del mondo. Il testo aggiornato offre nuove riflessioni sulla sicurezza stradale, fornendo aggiornamenti per ciascuno dei capitoli e incorporando nuove informazioni e casi di studio. Sin dalla sua prima stesura del 2003, il Manuale ha voluto proporre un approccio olistico alla sicurezza stradale sfruttando la vasta gamma di conoscenze ed esperienze fornite dagli esperti dell’Associazione Mondiale, ma mantenendosi sempre in linea con i "pilastri" definiti per il Decennio ONU di iniziative della sicurezza stradale (2011-2020) ed in particolare: • Pilastro 1: gestione in sicurezza delle strade• Pilastro 2: Strade più sicure e mobilità• Pilastro 4: utenti della strada più sicuri Il Manuale, che può essere scaricato anche per capitoli, è diviso in tre parti ed è disponibile gratuitamente on-line in lingua inglese e francese. Lo spagnolo sarà disponibile a breve, mentre versioni cartacee del manuale sono già state realizzate in lingua cinese ed in lingua farsi.

    Leggi tutto >>
  • images/809.%20Distrazione%20alla%20guida_Canada.jpg

    Esercizio e tecnologie

    In Canada l’allarme pubblico per la distrazione alla guida cresce sensibilmente

    di Simonetta Sanasi - SINA

    La canadese Traffic Injury Research Foundation (TIRF), un istituto indipendente di ricerca sulla sicurezza stradale, annuncia una nuovo studio che sintetizza le tendenze negli atteggiamenti e le pratiche relative alla guida distratta.La scheda tecnica redatta nell’ottobre 2019 si basa sui dati del Road Safety Monitor (RSM), che è un sondaggio annuale di opinione pubblica. Confrontando le tendenze dal 2004 al 2018, le preoccupazioni relative alla guida distratta sono notevolmente aumentate da un minimo del 33,4% nel 2004 al 75,9% nel 2018. I risultati indicano anche che mentre la maggior parte dei canadesi sembra capire che mandare SMS mentre si guida è pericoloso, rimane una minoranza che non comprende questo principio. Sulla base delle interviste del 2018, il 36,5% dei canadesi ha ammesso di parlare in vivavoce al telefono durante la guida rispetto alla analoga registrazione del 2010 che si fermava al 21,7%; questo è un aumento assai significativo. Forse la cosa più preoccupante è però l'aumento del 56% di coloro che hanno ammesso di inviare messaggi di testo (si è passati da 4,8% del 2010 al 7,5% del 2018).Per ulteriori informazioni si rimanda al sito della Traffic Injury Research Foundation. Scarica la scheda tecnica in inglese e francese.

    Leggi tutto >>
  • images/808.%20Torino_Incontro%20europeo%20guida%20automatizzata.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Quale sarà la mobilità del futuro? A Torino l’incontro Europeo in preparazione di una guida ad elevata automazione in autostrada

    di Claudio Gombi - SINA

    Presso la sede torinese di ASTM (gruppo Gavio) i primi due giorni di ottobre 2019 si sono incontrati 40 esperti da 14 Paesi in rappresentanza delle principali amministrazioni europee, degli operatori autostradali e della Commissione Europea. Organizzato su iniziativa dell’European ITS Platform il workshop ha affrontato il tema dell’“Highly Automated Driving: an exploration of benefits, costs and ODD in Europe” con lo scopo di individuare gli sviluppi necessari al fine di preparare la grande viabilità europea in vista di una mobilità sempre più automatizzata e di valutare le opportunità che l’automazione può portare. L’evento ha potuto beneficiare della presenza di importanti attori che operano nel settore, a vari livelli istituzionali e operativi. A rappresentare la Commissione Europea è intervenuto Tom Alkim che ha presentato le principali politiche comunitarie nello specifico ambito tecnologico. Risto Kulmala, dell’ Agenzia finlandese dei Trasporti ha illustrato il punto di vista degli operatori stradali, portando anche l’esperienza della Conferenza europea dei direttori delle Strade. La prima giornata di workshop è stata aperta da Angelo Rossini, amministratore delegato della Società per le Autostrade Valdostane e da Roberto Arditi di SINA (gruppo Gavio) ed è stata moderata da Maarten Amelink, in rappresentanza del Ministero Olandese delle Infrastrutture e Gestione delle acque (RWS). Era presente anche il Centro Ricerche FIAT, con Luisa Andreone, in rappresentanza del consorzio internazionale produttori di veicoli L3Pilot. Sul tema del trasporto merci ha coordinato il dibattito il rappresentante dell’Amministrazione Svedese dei Trasporti, Magnus Hjalmdahl. La seconda giornata ha sviluppato il tema dei costi/benefici della mobilità automatizzata.Come già accennato, l’incontro è stato organizzato dalla European ITS Platform ovvero la piattaforma europea delle autorità e degli operatori stradali nata con lo scopo di favorire l’armonizzazione dei sistemi intelligenti di trasporto in Europa. L’iniziativa è coordinata dal Ministero italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti e il consorzio internazionale ha affidato a SINA il coordinamento del progetto. L’evento è stato oggetto di un articolo pubblicato sulla rivista “Strade e Autostrade” che è possibile scaricare da questo link.

    Leggi tutto >>
  • images/807.%20Torino_17.10.19_Workshop_Tecn_Form.jpg

    Esercizio e tecnologie

    A Torino si è dibattuto sui Sistemi Elettronici di Assistenza alla Guida per la sicurezza stradale. Minaccia o opportunità? L'on. Donina apre l'evento

    di Simonetta Sanasi - SINA

    Lo scorso 17 ottobre l’EFA (European Driving School Association) e SIMUSAFE (Simulation of behavioural aspects for safer transport) hanno organizzato nel capoluogo piemontese il 2° Workshop Internazionale con l’obiettivo di rispondere alla domanda “Tecnologia e Formazione: una minaccia o un’opportunità?”. La giornata di Torino prende spunto da un precedente incontro che EFA ha organizzato a Bruxelles lo scorso maggio alla presenza dei responsabili della Direzione Generale della Mobilità e dei Trasporti della Commissione Europea (DG Move), incontro in cui è stato affrontato il tema dei veicoli autonomi e della sicurezza considerando l’aspetto della formazione sia dei conducenti che degli istruttori di guida.Questa nuova occasione europea ha offerto l’opportunità di focalizzare ancor più le riflessioni sulla massiccia presenza della tecnologia nei veicoli e su come questo cambiamento affidi importanti responsabilità anche a coloro che andranno a formare i futuri guidatori.L’incontro è stato aperto dall’on. Donina e organizzato dal dr. Picardi (EFA). Nel corso della giornata di lavoro un gruppo di esperti paneuropei ha lavorato per dare una prospettiva all’insegnamento della guida per i ragazzi: insegnamento della guida con le attuali metodologie o c’è l’esigenza di pensare a sistemi interattivi più efficaci sia nell’insegnamento alla guida che negli stessi esami da sostenere per ottenere la patente.In sostanza, il tema della giornata è ruotato attorno alla domanda su quale debba essere la formazione corretta da dare ai futuri guidatori perché le macchine del futuro, così tecnologicamente prestanti, possano essere effettivamente tutrici della sicurezza stradale e non armi pericolose in mano a guidatori acerbi.Al workshop hanno partecipato i delegati delle associazioni nazionali, le istituzioni nazionali, le Università, le autoscuole italiane e altri soggetti che sono coinvolti nel mondo della formazione e della sicurezza stradale. Al riguardo SINA (Gruppo ASTM), che ha posto la sicurezza stradale al centro della propria azione e cerca di dare un contributo anche con Autostradafacendo, è stata presente all’evento contribuendo, a nome della European ITS Platform, nell’ambito di un dibattito sui sistemi elettronici di assistenza alla guida (ADAS - Advanced Driver Assistance Systems) e sulle possibilità che questi siano in grado di cambiare il modo di guidare e su quanto l’attuale società sia davvero pronta a questo cambiamento.

    Leggi tutto >>

Pagina 2 di 65

Multimedia

Guarda le immagini raccolte dal Gruppo ASTM e le campagne disponibili in rete

videoSave Kids Lives - A film by Luc Besson

fonte: FIA - Federation Internationale de l'automobile

tipologia: Campagna sulla sicurezza stradale

lingua: Inglese

categoria(e): Rischi da prevenire

videoSicurezza Stradale - Spot Meno Male Che ... - anno 2008

fonte:  Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e):  Rischi da evitare, Video per pensare

videoArmi su strada

fonte:  film d'animazione di Bruno Bozzetto contro la velocità e l'abuso di alcool...

tipologia: film d'animazione

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da evitare, Artistico, Drammatico

videoAutovelox

fonte:  Cortometraggio presentato dal ministro della Gioventù al Giffoni Film Festival, per diffondere il tema della sicurezza stradale. Il filmato, punta a far riflettere facendo sorridere i ragazzi. E' un esperimento che utilizza un linguaggio semplice, giovanile, divertente ma efficace. Una storia articolata in tre atti, che inizia con la bravata di due giovani 'fotografati' dall'autovelox, dal finale sorprendente. E' un video a costo zero, dagli attori al regista, ci auguriamo possa essere utile per affrontare il problema della sicurezza stradale che ogni anno fa 3000 morti sulle strade.

tipologia:

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da evitare, Giovani,

videoQUESTO BREVISSIMO VIDEO CI RICORDA CHE IL TELEFONO ALLA GUIDA PUÒ ESSERE UN ARMA MORTALE.

fonte: THINK!

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti, Rischi da prevenire

videoVIDEO PER LA SICUREZZA STRADALE CON GIGI PROIETTI

fonte: MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Divertente, Famiglie, Passeggeri, Rischi da prevenire

videoGuidare sotto l' effetto di sostanze stupefacenti può essere mortale

fonte: Bernd Pietsch in Perfect Life

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico, Giovani, Rischi da prevenire

videoincidente causato dall' alcool alla guida.

fonte:

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Drammatico, Giovani, Rischi da prevenire

videoImmagini di incidenti stradali causati dall' alta velocità.

fonte: PREFETTURA DI VERONA E SEZIONE POLIZIA STRADALE DI VERONA

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Casi reali, Città, Rischi da prevenire

Statistiche Approfondisci >>
Aiutaci a diffondere la Sicurezza
Abbiamo bisogno del contributo di tutti per diffondere la cultura e le pratiche della Sicurezza sulle strade.

Scopri come collaborare con noi in questa importante missione >>

Seggiolino-336X280

Iscriviti alla newsletter
Abbiamo bisogno di te per diffondere la cultura della sicurezza. Resta collegato. Scopri come >>

augusto

Q.V.M.S. QVOD VIAE MUNITAE SVNT

Le strade tra storia ed archeologia a 2000 anni da Augusto Imperatore

Clicca qui per scaricare l'ebook.

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>