Campagna per la Sicurezza Stradale

  • images/772.%20Conferenza%20AIPCR%20a%20Pechino_17_19.10.2018.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Pechino ha ospitato la Conferenza internazionale dell'AIPCR sulla sicurezza stradale

    di Roberto Arditi - SINA

    Lo scorso 17 ottobre Pechino ha ospitato per tre giorni il seminario internazionale sulle “Safer Roads that Save Lives: PIARC Contributions to the UN's Targets and Initiatives”. L’evento è stato organizzato dall’Associazione Mondiale della Strada (PIARC) e dal Ministero dei Trasporti della Repubblica Cinese congiuntamene ai due Comitati tecnici PIARC, C.1 (Politiche e programmi nazionali per la sicurezza stradale) di cui SINA ha la Presidenza e C.2 (Progettazione e funzionamento dell'infrastruttura stradale più sicura) che nell’ambito dell’Associazione si occupano della sicurezza stradale. La scelta di Pechino per animare la conferenza è stata certamente una sede degna di interesse: la Cina, infatti, è un paese ad altissima densità di popolazione dove gli incidenti stradali mietono milioni di vittime. L’Organizzazione Mondiale Sanità stima 261 mila persone morte sulle strade cinesi e aggiunge che nel mondo 100.000 persone restano uccise o ferite ogni giorno, con un costo stimato tra il 2 e il 5% del PIL annuale in ciascun paese. In risposta a questa sfida, le agenzie delle Nazioni Unite hanno stabilito obiettivi globali per la sicurezza stradale e i progressi sono stati tracciati a livello globale e stanno procedendo con l'istituzione di un Fondo di sicurezza stradale per accelerare l'azione globale. Infrastrutture più sicure saranno fondamentali per salvare vite umane e raggiungere gli obiettivi di sviluppo, di la sicurezza stradale, di investimenti infrastrutturali e l'accesso a trasporti sicuri e sostenibili a cui le Nazioni Unite ambiscono. Al seminario hanno partecipato rappresentanti di governi e agenzie affiliate, nonché esperti e ricercatori da numerosi paesi. Hanno condiviso le loro conoscenze e competenze, discusso idee ed esperienze, trasferito informazioni e tecnologie ed esaminato un'ampia gamma di domande per migliorare la sicurezza stradale a livello globale, arricchendo in questo modo Manuale di sicurezza stradale pensato per aiutare i Paesi in ogni fase di sviluppo delle infrastrutture nel soddisfare i propri obiettivi di sicurezza stradale. Il seminario mostrerà la politica globale e locale, la strategia, gli investimenti, l'innovazione e il successo della ricerca, che possono essere condivisi e duplicati in tutto il mondo attraverso risorse come il Manuale di sicurezza stradale e la comunità globale di PIARC.  

    Leggi tutto >>
  • images/767.%20AutotrasportoCalendarioDivietiCircolazione%202019.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Autotrasporto, il calendario dei divieti di circolazione 2019

    di Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

    Saranno 75 i giorni festivi del 2019 e altri giorni particolarmente critici per la circolazione stradale in cui è stato disposto il divieto di circolazione per particolari categorie di veicoli e di trasporti stradali. A prevederlo l'annuale decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, pubblicato sul sito istituzionale del Mit. Il provvedimento, che ha come obiettivo quello di garantire migliori condizioni di sicurezza nei periodi di maggiore traffico, è già stato registrato dagli organi contabili e sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni.Le limitazioni previste dal calendario interessano veicoli con massa superiore a 7,5 tonnellate adibiti al trasporto merci, quelli eccezionali o che hanno carichi eccezionali e quelli che trasportano merci pericolose. Sono previste agevolazioni per alcune tipologie di trasporto, come da e per l’estero, dalle isole maggiori e per chi trasporti merci verso gli interporti di rilevanza nazionale.Le limitazioni previste dal calendario 2019 non si applicano, invece, ad alcuni tipi di veicoli e di trasporti precisati nel decreto, come, ad esempio, i mezzi dei Vigili del fuoco e della Protezione Civile, i veicoli militari e di polizia per esigenze di servizio, quelli della Croce Rossa, i veicoli di Regioni e altri Enti locali, quelli per la nettezza urbana e la raccolta di rifiuti e altre tipologie meglio elencate nel provvedimento.Ulteriori deroghe potranno eventualmente essere concesse, a seguito di una domanda debitamente motivata, dalle Prefetture. È possibile consultare il testo integrale del decreto, con il relativo calendario dei divieti al seguente link: Decreto ministeriale numero 525 del 04/12/2018

    Leggi tutto >>
  • images/766.%20Frejus_nuovo%20piano%20emergenze.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Tunnel autostradale del Frejus: firmato il piano per la gestione delle emergenze

    di Fonte: Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Torino

    È stato sottoscritto dal prefetto di Torino e dal prefetto della Savoia il nuovo Piano Binazionale per la gestione delle emergenze all'interno del Tunnel Autostradale. Elaborato da un gruppo di lavoro binazionale e validato dal comitato sicurezza e dalla conferenza intergovernativa per il traforo del Frejus, il Piano tiene conto dei lavori di miglioramento della sicurezza effettuati dalla società concessionaria e, in particolare, della messa in funzione dei nuovi rami di collegamento con la seconda canna in fase di ultimazione, utilizzati come rifugi per l’evacuazione degli utenti in caso di incidenti. La elaborazione del piano è stata resa possibile grazie alla cooperazione transfrontaliera da tempo in atto con la prefettura francese della Savoia e con i servizi tecnici.

    Leggi tutto >>
  • images/771.%20Proroga%20concorso%20AIPCR.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Prorogata la consegna dell’abstract per il concorso AIPCR: "Le strade del futuro"

    di Autostradafacendo

    È stata prorogata alle ore 12.00 del 20 gennaio 2019 la consegna dell’abstract per partecipare al bando per ingegneri, architetti, geologi, avvocati e commercialisti indetto dall’Associazione Mondiale della Strada, Comitato Nazionale Italiano e dedicato a "Le strade del futuro".Autostradafacendo ha pubblicato la notizia al riguardo ed è disponibile a questo indirizzo.  Seguendo questo link link sarà possibile scaricare il bando del concorso con le modalità di partecipazione.  

    Leggi tutto >>
  • images/770.%20Incidenti%20stradali.%20Online%20le%20statistiche%202018.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Incidenti stradali: online il rapporto sulle statistiche 2018

    di Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

    Dopo una continua flessione nei quindici anni precedenti, sono aumentati gli incidenti mortali su strada che, nel 2017, hanno registrato un incremento del 2,4%. È questo uno dei principali e più preoccupanti dati che emergono dalla pubblicazione online del rapporto “Produzione di statistiche sull’incidentalità nei trasporti stradali, anche con riferimento alla tipologia di strada”, pubblicato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Si tratta di un compendio delle principali informazioni statistiche e dei documenti illustrativi sullo stato e sull’evoluzione dell’incidentalità stradale nel nostro Paese, raccolti tra i diversi enti preposti. Il lavoro è stato assemblato dall’Ufficio di statistica della Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici (Dgsis) del MIT all’interno del contesto dell’Obiettivo strategico Ministeriale 2018 denominato “Migliorare la sicurezza nelle costruzioni, nelle infrastrutture e nei cantieri”.Con tale lavoro, è scritto nella premessa, ci si propone “di fornire ai cittadini ed a tutti gli utenti della strada, informazioni il più possibile utili ed aggiornate, per una maggiore conoscenza e consapevolezza del gravissimo fenomeno dell’incidentalità stradale, per provare a vincere la battaglia contro le stragi quotidiane sulle nostre strade, eliminando le tragedie che tali eventi comportano per migliaia di famiglie, conseguendo tutti gli Obiettivi di sicurezza, di guida sicura e di rispetto del Codice della Strada indicati dai Programmi nazionali ed europei di settore”.Oltre all’aumento della mortalità, gli stessi dati indicano che, in media, il giorno con il maggior numero di incidenti è il venerdì, mentre quelli con il maggior numero di morti sono il sabato e la domenica e che il mese dell’anno più nero è luglio, mentre la Regione dove si contano il maggior numero di decessi appare la Lombardia.Un altro elemento allarmante indica come, in particolare nell’ultimo decennio, sia drammaticamente aumentato il numero di conducenti che non hanno prestato soccorso, dandosi alla fuga.L’elaborato si divide in diverse sezioni contenenti relazioni e file di dati che riguardano l’andamento dell’incidentalità stradale in Europa e in Italia, con una serie di elaborazioni specifiche: tra queste, ad esempio, un approfondimento sulle cosiddette stragi del sabato sera, uno sull’andamento dei sinistri nella rete autostradale e stradale ed uno sulla geolocalizzazione degli incidenti nelle diverse Regioni. Visualizza il Rapporto "Statistiche sulla incidentalità nei trasporti stradali, anche con riferimento alla tipologia di strada - edizione 2018"

    Leggi tutto >>
  • images/768.%20FORUM%20Utrecht_consuntivo.jpg

    Esercizio e tecnologie

    300 delegati da 21 paesi al Forum europeo organizzato dalla European ITS Platform

    di Roberto Arditi - SINA

    European ITS Platform ha organizzato lo scorso 14 e 15 novembre a Utrecht la conferenza Europea dal titolo “Traffic Management in a changing world: Digitalization, Multimodality, Smart Infrastructures”. All’evento hanno partecipato più di 300 delegati provenienti da 21 paesi. Hanno contribuito complessivamente oltre 100 relatori. Si sono organizzate 15 sessioni parallele in cui si sono fatte 89 presentazioni.  L’evento è stato popolato da autorevolissimi rappresentanti a livello europeo, a partire dall’apertura che è stata fatta da Cora van Nieuwenhuizen, Ministro olandese per le Infrastrutture e la Gestione delle acque. Nel corso dell’incontro ci sono stati interventi di Matthew Baldwin (Vicedirettore Generale della Commissione Europea - DG MOVE), Herald Ruijters (Direttore della Commissione Europea per gli Investimenti, i Trasporti innovativi e sostenibili), Isabelle Vandoorne (responsabile per i sistemi di trasporto sostenibili ed intelligenti), Pierpaolo Tona, (coordinatore dei responsabili di progetto presso la Commissione Europea – INEA). Sempre sul fronte della Commissione Europea, hanno contribuito al Forum i rappresentanti della GSA (Agenzia Europea per il progetto Galileo) e del JRC (Centro di ricerca della Commissione Europea sui trasporti). Hanno partecipato all’incontro i rappresentanti degli operatori autostradali e ministeriali di tutti i più importanti Paesi europei a partire da Germania, Francia, Spagna, Regno Unito, Svezia, Finlandia, Portogallo, oltre ovviamente al coordinatore italiano e gli ospitanti dei Paesi Bassi.SINA (gruppo Gavio) esercita il coordinamento tecnico internazionale della European ITS Platform, progetto che ha contribuito al lancio e contribuisce all’armonizzazione di diversi altri progetti co-finanziati dalla commissione Europea per il miglioramento dell’esercizio autostradale nella rete TERN. I più importanti sono i cosiddetti corridoi europei CEF ITS (Arc Atlantique, Crocodile, MedTIS, Next-ITS e Ursa Major). Grazie al Forum, la European ITS Platform ed i corridoi CEF ITS hanno avuto l'opportunità di condividere le conoscenze e dimostrare di essere attivi e debitamente performanti rispetto agli obiettivi contrattuali.Anche la comunità internazionale che sta alla base della Platform è vitale, impegnata a fornire una migliore mobilità per i cittadini europei: non solo il Forum, e quindi l’esposizione dei risultati concreti fino ad ora raggiunti, ma è di queste settimane la formalizzazione (24 ottobre) di diverse proposte in risposta al bando CEF Trasporti a cui molte realtà europee, tra cui le società del gruppo Gavio prima citate, hanno partecipato con proposte per accedere ai finanziamenti che consentiranno di proseguire il lavoro fatto fino ad oggi. La proposta della nuova Platform, attualmente all’attenzione delle autorità europee, prevede una conferma del coordinamento tecnico SINA nonché una partnership più ampia sia in termini di Stati membri che in termini di natura degli organismi di attuazione (operatori della rete TERN, autorità delle aree urbane europee, organizzazioni ad alta tecnologia, altre autorità e operatori).L’editoriale del prossimo numero della rivista LeStrade è stato scritto da SINA e sarà concentrato sul tema del forum. Detto editoriale è disponibile in questa pagina.Per approfondimenti (in lingua inglese) vi invitiamo a fare click sulle seguenti immagini   il discorso introduttivo del Ministro olandese, Cora van Nieuwenhuizen    una descrizione più approfondita delle due giornate di lavoro   il video di alcuni momenti della prima giornata di lavoro   il video con le fotografie delle due giornate di lavoro   il sito del Forum che, tra le altre cose, ospita gli atti

    Leggi tutto >>
  • images/765.%20Premiazione%20ICARO%202018.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Sicurezza stradale: alla Sapienza consegnati i premi Icaro18

    di Fonte: Polizia Stradale

    Protagonisti sono stati i giovani delle scuole, formati da MIT e Polizia Stradale.Lavorare allo sviluppo di una cultura della sicurezza stradale che, a partire dall’educazione nelle scuole di ogni ordine e grado, plasmi una società consapevole alla guida e rispettosa delle regole del codice della strada in modo da privilegiare un approccio di prevenzione piuttosto che di repressione nei confronti dei comportamenti scorretti alla guida. Questo l’obiettivo a cui lavora il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e che è il pilastro alla base della giornata che si è svolta nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma, dove si è tenuta la cerimonia di premiazione della 18a edizione del Progetto Icaro. La cerimonia di premiazione si è svolta all’interno della giornata dedicata alla sicurezza stradale celebrata lo scorso 18 novembre presso l’aula magna della “Sapienza - Università di Roma” e di cui Autostradafacendo ha dato notizia la scorsa settimana. Un progetto nato nel 2001 da un’iniziativa della Polizia Stradale e del MIUR, e al quale il MIT ha immediatamente aderito, che ha il compito di favorire iniziative di educazione stradale nelle scuole con l’obiettivo di modificare i comportamenti scorretti in ambito stradale, usando strumenti comunicativi semplici ed efficaci e molteplici attività, svolte da operatori della DG Sicurezza Stradale del MIT e della Polizia Stradale opportunamente formati. Dopo i saluti istituzionali portati dal Magnifico Rettore Eugenio Gaudio e dal Capo della Polizia Franco Gabrielli, e alla presenza dei numerosi enti ed istituzioni che aderiscono e supportano le iniziative di Icaro, l’evento è proseguito con gli interventi – particolarmente significativi ed emozionanti – di Stefano Guarnieri, padre di Lorenzo, morto in un incidente stradale e in memoria del quale la famiglia ha fondato l’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus, che ha introdotto il tema dell’incidentalità stradale con il racconto della propria dolorosa esperienza, e dell’Assistente Capo Giuseppe Grassia, della Polizia Stradale, tra i primi a intervenire sul luogo della tragedia della caduta del bus dal viadotto Acqualonga sulla A16 in Irpinia. Alcuni agenti di polizia stradale e due funzionari della DG sicurezza stradale del MIT hanno presentato alcuni esempi di come vengono condotte le loro “pillole” di sicurezza stradale nelle scuole, riscuotendo l’interesse degli oltre 800 studenti di diverse scuole presenti alla cerimonia. In rappresentanza di Autostradafacendo, ha presenziato l’ing. Alberto Binasco, direttore di esercizio della società autostradale SALT che con altre otto concessionarie è promotrice del progetto di sicurezza stradale. Sono stati poi proiettati e premiati i lavori ritenuti più significativi ed in linea con l’obiettivo di Icaro 18, che prevedeva l’elaborazione e lo sviluppo di una narrazione legata ad un evento particolare e che fosse di stimolo per una riflessione sull’importanza della sicurezza stradale. Tra i lavori premiati spicca il premio al Liceo Bertrand Russell, dove l’intervento formativo è stato svolto proprio dagli operatori della Direzione Generale per la Sicurezza Stradale.

    Leggi tutto >>
  • images/764.%20Roma-sicurezza%20stradale.jpg

    Esercizio e tecnologie

    ICARO: giornata dedicata alla sicurezza stradale

    di Fonte: Polizia Stradale

    L’incidente stradale rappresenta la prima causa di morte sotto i 30 anni. Già da solo questo dato ci fa capire l’importanza della prevenzione degli incidenti.Proprio per sensibilizzare e informare su questi temi, lo scorso 18 novembre si è celebrata la “Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada”, istituita per la prima volta dall’Onu nel 2005, per costituire un momento di ricordo e riflessione dedicato alle vittime di incidenti stradali e ai loro familiari.Un ulteriore mezzo messo in campo nella battaglia in atto per cercare di cambiare le abitudini negative degli automobilisti.In occasione di questa ricorrenza, che si celebra ogni anno la terza domenica di novembre, nell’aula magna della “Sapienza - Università di Roma” si è svolta, una giornata dedicata alla sicurezza stradale, alla quale hanno assistito circa 800 studenti romani.  All’evento ha partecipato anche il capo della Polizia Franco Gabrielli, insieme al rettore Eugenio Gaudio e alle Associazioni delle vittime.“Il mondo dei rischi evoca due termini fondamentali: consapevolezza e responsabilità - ha detto il prefetto Gabrielli durante il suo intervento - Se uno non conosce e non è consapevole dei rischi, difficilmente riuscirà ad affrontarli ponendo in essere comportamenti volti ad evitarli, quindi è fondamentale la cultura. È importante sviluppare un percorso culturale. La responsabilità va vissuta come capacità di comprendere le conseguenze dei nostri comportamenti”.Nel corso della mattinata, sostenuta da Fondazione Sapienza, è stato affrontato il delicato tema della vicinanza alle vittime di incidenti stradali e quello della prevenzione, in particolare quella rivolta ai giovani, particolarmente coinvolti dagli incidenti stradali.Secondo i dati Istat, nel 2017 si sono verificati in Italia 174.933 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato 3.378 vittime, 95 in più rispetto all’anno precedente, facendo quindi segnare un’inversione di tendenza rispetto al 2016, quando le vittime erano diminuite.C’è un dato però che fa pensare che forse la strada è quella giusta: le vittime di giovani fino a 29 anni sono state 668, con una diminuzione di 35 rispetto al 2016.Per prevenire l’incidentalità giovanile ed educare alla sicurezza stradale, la Polizia di Stato da 19 anni è impegnata nel Progetto Icaro, la campagna di educazione stradale rivolta agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, in collaborazione con il Dipartimento di psicologia della Sapienza, il MIT, il MIUR, il Moige, la Fondazione Ania, la Federazione ciclistica italiana, la società Autostrada del Brennero Spa, Enel green power, il Gruppo autostradale Astm-Sias/Autostradafacendo. Il progetto è stato rappresentato dall’ing. Alberto Binasco, direttore di esercizio della società autostradale SALT che con altre otto concessionarie è promotrice del progetto di sicurezza stradale Autostradafacendo. In 19 anni Icaro ha raggiunto circa 200mila studenti, ai quali bisogna aggiungere altre centinaia di migliaia di contatti avvenuti durante gli eventi organizzati in teatri, piazze e a bordo del Pullman Azzurro, l’aula multimediale itinerante della Polizia stradale.Icaro, nel 2009, è divenuto un progetto europeo (Icarus) con Polizia stradale capofila nell’Unione europea nel campo dell’educazione stradale.Nell’ambito dell’impegno della Polizia di Stato dedicato alle vittime di incidenti stradali e ferroviari, è stato avviato il Progetto Chirone, nato con lo scopo di delineare un nuovo ruolo dell’operatore di Polizia nella gestione dei rapporti con le vittime di incidenti stradali e ferroviari.Parlando del Progetto Chirone, il capo della Polizia ha sottolineato l’attività degli uomini e delle donne della Polizia stradale e ferroviaria: “Amo la polizia attenta a far rispettare le regole, ma ancora di più la polizia che si fa interprete dei bisogni e delle sofferenze degli altri, perché è questa la cifra dell’umanità che contraddistingue il nostro lavoro, soprattutto nei confronti di chi vive una condizione di dolore e sofferenza, che deve essere oggetto delle nostre attenzioni”.

    Leggi tutto >>
  • images/763.%20Ristampa%20eserciziario.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Autostradafacendo ristampa il cd-rom per le scuole “Esercitazioni in Sicurezza”

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Autostradafacendo nel 2018 ha pubblicato la ristampa del cd-rom “Esercitazioni in Sicurezza”, uno dei prodotti di ICARO che è stato, realizzato in collaborazione con Autostradafacendo nel 2014 e destinato alle scuole superiori, in particolare agli insegnanti che magari non hanno necessariamente scelto di sviluppare un progetto sul tema della sicurezza stradale, ma hanno competenze tecniche o umanistiche utili ad approfondire le varie discipline che possono illustrare alcuni dei molti risvolti interdisciplinari della sicurezza stradale.Infatti, l'idea base per la produzione delle “Esercitazioni in Sicurezza” è stata quella di approfondire le tematiche inerenti la sicurezza stradale suggerendo ai docenti dei prodotti già ritagliati in modo da essere posizionati direttamente nell'ambito delle attività curriculari, ovvero tenendo in considerazione le discipline previste nei piani ordinari di studio dei vari Licei e degli Istituti di Istruzione secondaria. La sicurezza stradale è una tematica interdisciplinare per eccellenza e può trovare degli agganci e degli spunti su una pluralità di discipline scolastiche: dalla fisica al diritto, dalla biologia alla lingua italiana ed a quella inglese.L'idea base del prodotto è quindi quella di mettere a disposizione degli insegnanti dei prodotti già utili promuovendo un inserimento della sicurezza stradale nell'ambito della programmazione didattica ordinaria, mettendo a disposizione dei docenti e degli alunni materiale pronto all'uso con esercitazioni, testi per verifica, letture integrative e testi a corredo per gli approfondimenti.In questo modo, la sicurezza stradale non viene trattata come una "materia di studio a se stante", ma sono le sue componenti base ad entrare nel lavoro scolastico cercando di appoggiarsi sul lavoro che viene ordinariamente fatto in classe, indipendentemente dalla sicurezza stradale.È da osservare che l’utilizzo della metodologia del problem solving adottata nel CD, propone agli studenti percorsi di studio su argomenti concreti per l’acquisizione di competenze e capacità, rendendo più immediato ai ragazzi il valore dello studio quale strumento di interpretazione della realtà. Gli studenti, pertanto, potranno essere stimolati all’accrescimento di una corretta formazione civica in maniera indiretta agendo con gli strumenti tipici dell’azione formativa nelle azioni di compito. Mille copie del cd-rom sono state inviate a dicembre dello scorso anno in occasione della formazione annuale degli operatori di Polizia Stradale che si è svolto a Spoleto lo scorso 5-6 dicembre presso la Scuola di Polizia Allievi Agenti. Ogni anno in questa occasione specialisti nazionali della Polizia Stradale, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell’Istruzione vengono formati e aggiornati sul progetto ICARO, la campagna nazionale rivolta agli studenti e finalizzata alla promozione e sensibilizzazione della cultura della sicurezza stradale. La notizia dell’incontro è disponibile a questo indirizzo.Seguendo questo link potete trovare anche online e scaricare i contenuti del cd-rom.

    Leggi tutto >>
  • images/762.%20Incontro%20ICARO-PoliziaStradale.docx.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Icaro torna a Spoleto per l’incontro annuale con la polizia stradale

    di Roberto Arditi - SINA

    Il 5 e il 6 dicembre 2018 la Scuola di Polizia Allievi Agenti di Spoleto ha ospitato l’annuale incontro dedicato agli specialisti nazionali della Polizia Stradale, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell’Istruzione che sono stati formati e aggiornati sul progetto ICARO, la campagna nazionale rivolta agli studenti e finalizzata alla promozione e sensibilizzazione della cultura della sicurezza stradale che vede il contributo attivo del gruppo SIAS tramite Autostradafacendo.La 19° edizione di ICARO dimostra certamente il proprio successo a livello nazionale ma a suo onore è giusto ricordare che il progetto è stato promosso anche a livello europeo grazie al progetto ICARUS il cui obiettivo è stato quello di costruire in Europa una rete di ricercatori, educatori ed operatori di polizia per una ricerca sui comportamenti di guida dei giovani guidatori e sui principali fattori che mettono a repentaglio la sicurezza stradale. Nel corso dell’evento italiano, le autorità e gli operatori di pubblica sicurezza, alcuni docenti dell’Università di Roma La Sapienza ed un tecnico del gruppo SIAS, hanno avuto il compito di aggiornare i presenti sui percorsi da attuarsi nel corso dell’anno scolastico 2018-2019, nelle scuole di primo e secondo grado.In tale autorevole contesto, Autostradafacendo è stata invitata ad intervenire mettendo a disposizione del progetto nazionale alcune delle proprie vignette, ovvero mettendo a disposizione la rappresentazione grafica di una serie di comportamenti che sono stati illustrati sulla base dei propri contributi scientifici al progetto ICARO. In questo modo la “cassetta degli attrezzi” messa a disposizione dei formatori di Icaro conterrà anche i comportamenti di Autostradadafacendo che potranno quindi essere diffusi nelle scuole secondarie di primo grado.Oltre a quanto sopra Autostradafacendo ha messo a disposizione dei formatori presenti a Spoleto 1.000 copie della ristampa delle “Esercitazioni in sicurezza”, in questo modo, nel corso di questo anno scolastico, i poliziotti che faranno formazione per le scuole italiane e gli insegnanti che sceglieranno di affrontare in aula progetti dedicati alla sicurezza stradale potranno avere a disposizione il CD-ROM con il materiale didattico realizzato da Autostradafacendo nell’ambito del progetto ICARO.Spoleto ha dato l’opportunità di confermare il costante impegno che da anni Autostradafacendo sta ponendo sull'educazione stradale certi dell’ulteriore spinta che è arrivata a Spoleto dagli esperti della Polizia Stradale e degli altri ministeri presenti e successivamente tramite gli operatori di pubblica sicurezza e gli insegnanti che vorranno sviluppare in aula la cultura della sicurezza stradale.

    Leggi tutto >>

Pagina 2 di 61

Multimedia

Guarda le immagini raccolte dal Gruppo ASTM-SIAS e le campagne disponibili in rete

videoLondra, in 100 accorrono per sollevare l’autobus che aveva schiacciato un ciclista

fonte: Youtube

tipologia: Casi Reali

lingua: Inglese

categoria(e): Casi reali, testimonianze

videoLo sballo più bello è poterlo raccontare

fonte: Comune di Lecce

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e): Rischi da evitare, Artistico

videoIl fumo uccide anche sulla strada

fonte:  Campagna spagnola della DGT (Direzione generale del Traffico) contro la distrazione alla guida

tipologia:

lingua: Spagnolo

categoria(e): Rischi da evitare, Drammatico

videoICARUS – presentati a Roma i risultati della ricerca ed il film Young Europe

fonte: POLIZIA STRADALE

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Buoni comportamenti, Giovani, Rischi da prevenire

videoINCIDENTE PROVOCATO DALL' ALCOOL AL VOLANTE.

fonte: CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO

tipologia: Campagna

lingua: Italiano

categoria(e): Città, Giovani, Rischi da prevenire

videoGUIDARE È PERICOLOSO. NON BISOGNA SOTTOVALUTARE IL RISCHIO QUANDO SI GUIDA.

fonte: ITIS AVOGADRO DI TORINO

tipologia: Amatoriale

lingua: Italiano

categoria(e): Città, Giovani, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

videoSimulazione di ragazzi che guidano sotto l' effetto di droghe. Le pupille si dilatano involontariamente e la polizia se ne accorge.

fonte: THINK!

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

videoIL FILMATO MOSTRA COME CAMBIARE E CONTROLLARE I FRENI

fonte:

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Buoni comportamenti

Statistiche Approfondisci >>
Aiutaci a diffondere la Sicurezza
Abbiamo bisogno del contributo di tutti per diffondere la cultura e le pratiche della Sicurezza sulle strade.

Scopri come collaborare con noi in questa importante missione >>

Seggiolino-336X280

Iscriviti alla newsletter
Abbiamo bisogno di te per diffondere la cultura della sicurezza. Resta collegato. Scopri come >>

augusto

Q.V.M.S. QVOD VIAE MUNITAE SVNT

Le strade tra storia ed archeologia a 2000 anni da Augusto Imperatore

Clicca qui per scaricare l'ebook.

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>