Campagna per la Sicurezza Stradale

  • images/Senza_ritorno_Imm.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Senza ritorno - il video

    di Luciana IORIO – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

    Quando sei alla guida, non puoi ingannare nessuno, devi rispettare le regole. Prendiamo spunto dall'ultima edizione del festival mondiale del "Film per la sicurezza stradale", tenutosi nel febbraio del 2010 a Marrakech, sotto gli auspici delle Nazioni Unite (ECE), evento che ha visto tra i vincitori un breve filmato ideato e realizzato dalla Polizia Stradale Turca.  Molto spesso si pensa di aver trovato una alternativa furba e facciamo invece la mossa sbagliata. Questo è quello di cui tratta il film di Mehmet Kamil EKMEKCI (Polizia Nazionale Turca - Dipartimento per l'educazione e la ricerca).Il rispetto delle regole di sicurezza per noi e per i passeggeri non ha alternative.Se per fretta, incuria o banale superficialità, non si usano propriamente le cinture ed i dispositivi di sicurezza per bambini, se si cerca di silenziare una suoneria di sicurezza rompendo le regole, alla fine si toglie il sonoro alla vita stessa, ed il vero suono che segue al comportamento errato purtroppo è un altro … Guarda il video. Anche www.autostradafacendo.it affronta il tema con due vignette comportamentali inerenti le cinture di sicurezza. Guardale qui:        

    Leggi tutto >>
  • images/Formazione_VVFF_Imperia.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Pompieropoli 2012: 150 bambini e 360° di formazione alla sicurezza - anche Edoardo Svelto era presente

    di Natale Inzaghi - Presidente Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale Sezione Provinciale di Imperia

    L'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco attua azioni di solidarietà con le popolazione in caso di calamità, collabora con i reparti operativi di soccorso nelle funzioni logistiche, realizza attività culturali stabilendo contatti di collaborazione con Enti ed Associazioni, attua, sul territorio nazionale, il programma “Scuola sicura” intervenendo, in sinergia con il Comando Provinciale Vigili del Fuoco, nelle scuole di ogni ordine e grado, in programmi di sensibilizzazione e informazione nel campo della sicurezza domestica, scolastica, del tempo libero e, in proiezione, del lavoro.Per quanto riguarda la scuola primaria, i cicli di informazione si chiudono, normalmente, con una “manifestazione-festa” denominata “Pompieropoli” nella quale gli alunni si cimentano in semplici esercizi finalizzati all’acquisizione delle nozioni fondamentali di sicurezza individuale e di collaborazione con i compagni in semplici procedure di mutua assistenza e nel compiere correttamente azioni che nella vita potrebbero essere causa di incidente. Quest'anno, l’Associazione, unitamente ad Autostrada dei Fiori ha attuato, nei mesi di luglio e agosto del corrente anno, un programma di formazione alla sicurezza rivolto a gruppi di scolari della scuola primaria che hanno frequentato, per entrambi i mesi, il corso post scolastico denominato “Tempo libero estivo” organizzato dal Comune di Imperia in accordo con il Provveditorato agli Studi. Il programma si è sviluppato con due incontri settimanali di quattro ore per ciascun gruppo di circa trenta scolari, per un totale di circa 150 bambini, ognuno dei quali ha usufruito di 32 ore di corso. Gli incontri hanno avuto luogo presso la sede del Comando Provinciale Vigili del Fuoco della quale sono stati utilizzati gli spazi aperti, le aule didattiche e le attrezzature necessarie. Particolarmente interessante e formativo si è dimostrato il materiale audiovisivo e documentale messo a disposizione da Autostrada dei Fiori relativo ai rischi del traffico e all’illustrazione dei corretti comportamenti da adottare durante i viaggi e, per i genitori, durante la guida degli automezzi. (Ai bambini sono state distribuite un campione delle vignette elaborate da autostradafacendo.it e gli album da colorare).

    Leggi tutto >>
  • images/Nuovi_stampati.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Nuovi strumenti di comunicazione arricchiscono la campagna per la sicurezza stradale

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Nuovi strumenti per raggiungere e sensibilizzare i cittadini sono stati elaborati dai promotori della nostra campagna. L'obiettivo è quello di una continua diffusione ed un aumento delle possibilità per conseguire una sensibilizzazione degli utenti atta a promuovere comportamenti adeguati ed un atteggiamento responsabile e difensivo sulla strada.Grazie alle autorità ed alle concessionarie promotrici del progetto, ma soprattutto grazie alle iniziative ed al lavoro quotidiano dei partner, la campagna è stata ancora presente sia nell'ambito dei tradizionali canali di distribuzione del materiale informativo, ma anche proposta nell'ambito di eventi pubblici.Pertanto non solo si è dovuto procedere alla ristampa dei tradizionali vettori di comunicazione (ad esempio sono stati ristampati i tutti i volantini ed alcune serie dei poster), ma sono stati progettati e realizzati anche nuovi vettori di comunicazione da portare ai cittadini.Gli album per i bambini “Dai un colore alla sicurezza”, in cui le 43 vignette in bianco e nero sono affidate alla creatività dei più piccoli, sono stati progettati e stampati. Nel mese di agosto Autostrada dei Fiori ha già diffuso ai bambini imperiesi gli album in occasione della formazione alla sicurezza promossa dall’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in sinergia con il Comando Provinciale e gli stessi album, sempre ad Imperia, saranno oggetto di un piccolo programma di approfondimento dedicato ad un campione di bambini che frequentano la scuola elementare.Il volumetto “Istantanee di sicurezza” ha portato un contributo scientifico in termini di contenuti e comunicazione all'iniziativa del MOIGE (Movimento Italiano Genitori) in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, il Dipartimento delle Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Polizia Stradale ed Autostrade per l'Italia. Grazie ad una tiratura di 41.000 copie il volumetto è stato distribuito a tutti gli studenti di un 100 scuole di tutta Italia.Infine, sono già in distribuzione presso i centri servizi SATAP i nuovi segnalibri che riportano i comportamenti della campagna. I singoli segnalibri sono stati firmati dalle concessionarie e dai partner istituzionali della campagna e sono stati distribuiti dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta, che in collaborazione con S.A.V. e S.I.T.R.A.S.B., sarà presente il 13 ottobre ad Aosta nell’ambito dell’iniziativa “vinci in sicurezza” di cui abbiamo già dato notizia.Gli stessi segnalibri hanno dato colore anche all’incontro istituzionale tra le concessionarie aderenti ad AISCAT e la Polizia Stradale che quest’anno ha avuto luogo a Sorrento dal 14 al 16 ottobre.    

    Leggi tutto >>
  • images/Sicurezza_in_moto.jpg

    Esercizio e tecnologie

    La sicurezza in moto: i consigli degli esperti

    di Elisabetta Mancini – Polizia Stradale

    Qual è il rapporto tra motociclisti e Polizia? I poliziotti della Stradale come vedono i centauri e viceversa? Da questa domanda fatta al Direttore della Polizia Stradale è partita l’idea di iniziare il primo dei video che verranno dedicati alle regole per moto e scooter con una chiacchierata tra un giornalista motociclista, Riccardo Matesic di Due Ruote, e un poliziotto per cui la moto è lavoro e passione. Quello della sicurezza dei motociclisti è un tema centrale per la gravità del fenomeno infortunistico: non a caso la categoria rientra tra i c.d. utenti deboli della strada, insieme a ciclisti e pedoni. Un focus recente dell’ISTAT ha evidenziato che nel 2010 gli incidenti stradali che hanno causato lesioni a persone e in cui è stato coinvolto un ciclomotore o un motociclo sono stati 71.108, causando il decesso di 1.244 persone e il ferimento di 84.548. E se nel decennio 2001-2010 la riduzione generale della mortalità per incidente stradale è stata in Italia del 42%, scende al 19,2% se si considera il numero di morti in cui è stato coinvolto un motorino. Un fenomeno non solo italiano se la Commissione europea ha inserito tra le sette azioni positive chieste agli Stati membri, per dimezzare le vittime di incidenti stradali nel decennio 2011/2020, proprio la protezione degli utenti vulnerabile della strada e quindi anche dei motociclisti. Leggi qui gli orientamenti UE 2011-2020 per la sicurezza stradale. In questo primo video, l’attenzione viene rivolta all’importanza del sistema frenante, del casco e dell’abbigliamento protettivo. In programma, un secondo video in pista al Mugello con i piloti motociclisti delle Fiamme Oro. Per chiudere un terzo video su regole e comportamenti a rischio nei diversi ambienti, cittadino e granturismo. Col chiodo fisso della protezione della sicurezza dei motociclisti, perché è possibile divertirsi senza rischiare la vita!

    Leggi tutto >>
  • images/Piccaro_Nord_imm_1.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Autofiori migliora e riapre al pubblico servizio l'Area di Sosta Piccaro Nord e ulteriori spazi per la stazione di Albenga

    di Federico Lenti - Autostrada dei Fiori

    Nel mese di luglio 2012, Autostrada dei Fiori, operando nella tratta Savona – Ventimiglia (Confine Francese), ha restituito al pubblico servizio due aree che nei mesi precedenti erano state oggetto di importanti lavori di ristrutturazione e riqualificazione: l’Area di Sosta di Piccaro Nord e il parcheggio utenti della Stazione di Albenga.Dal punto di vista della sicurezza stradale, è fondamentale che gli utenti utilizzino le aree di sosta, non solo per le pause di media durata, ma anche per pause di breve e brevissima durata, anche solo per fare una telefonata o rompere la fatica di un lungo viaggio. Dal punto di vista del gestore autostradale, in un territorio complesso e montagnoso come quello ligure, è tecnicamente complesso ed economicamente oneroso ricavare gli ampi spazi necessari per garantire questo servizio di pubblico interesse. Area di Sosta di Piccaro Nord (A10 km 75,5)Proprio in vista di garantire una maggiore efficienza e fruibilità da parte degli utenti, l’area di Sosta di Piccaro Nord è stata oggetto di riqualificazione sull’intera area verde attrezzata nonché sul parcheggio annesso ed è nuovamente accessibile a partire dal 20 luglio 2012.Gli interventi effettuati hanno migliorato la fruibilità dell’area mettendo in relazione la zona a verde, posta ad un livello superiore, ed il parcheggio ad uso utenti, a piano strada.Un nuovo asse pedonale, infatti, collega i parcheggi con l’edificio servizi igienici, le terrazze sino ai nuovi punti d’interesse realizzati nella parte alta (piazzetta tematica, punto informazione, giochi per bambini, percorso training, zona pic-nic), per invitare il viaggiatore ad usufruire di tutti gli spazi disponibili.Sulle terrazze sono collocate tavole da picnic che permettono all’utente di consumare un pasto al sole o all’ombra, a seconda della stagione, godendo della vista mare.Gli arredi sono completamente rinnovati per garantire una maggior funzionalità e comodità.Il parcheggio è destinato allo stallo di veicoli leggeri e pesanti, in numero di 17 stalli per i veicoli leggeri (di cui uno riservato ai veicoli degli utenti diversamente abili) e 9 stalli per i veicoli pesanti.La nuova definizione degli spazi permette di:• parcheggiare il veicolo in zona ombreggiata e ben visibile dall’area picnic;• permettere ai bambini di giocare in sicurezza, lontani dal traffico;• migliorare l’accessibilità e la fruibilità dei diversi punti di interesse.Alle persone con ridotta o impedita capacità motoria è possibile utilizzare l’area di parcheggio, usufruire dei servizi igienico-sanitari ed accedere tramite rampa alla prima terrazza.La ristrutturazione ha mantenuto invariati i flussi di traffico dedicati alle autovetture ed ai mezzi pesanti ed i relativi spazio di parcheggio. Stazione di AlbengaPresso la Stazione di Albenga sono stati effettuali lavori di ampliamento del parcheggio di interscambio a servizio utenti situato sull’argine sinistro del torrente Neva.In sintesi è stata aumentata la capacità ricettiva dell’area che attualmente consente il parcheggio di oltre 100 autovetture.È stata, inoltre, realizzata una rotatoria all’innesto sulla strada Provinciale per Garessio, che ha migliorato lo sviluppo dei i flussi di traffico della viabilità ordinaria e dello svincolo autostradale, nonché quelli di accesso ed uscita dal parcheggio utenti e dalle aree di deposito della Sezione Operativa Autostradale sita presso il casello di Albenga.    

    Leggi tutto >>
  • images/Vinci_in_sicurezza.JPG

    Esercizio e tecnologie

    La Valle d'Aosta Vince in Sicurezza: ancora aperto il gioco/concorso per i giovani - vedi il filmato della presentazione

    di Fernando Fabrizio - SAV

    La Regione Autonoma Valle d’Aosta nello spirito di promuovere la sicurezza stradale ha assunto una partnership attiva per la diffusione presso la popolazione regionale dei contenuti della nostra Campagna per la Sicurezza Stradale. Tale azione è stata promossa in collaborazione con le Concessionarie autostradali S.A.V. S.p.A. e S.I.T.R.A.S.B. S.p.A., ovvero con gli altri partner della campagna presenti sul territorio regionale.Con l'avvio del nuovo anno scolastico è ripartito il concorso “Vinci in Sicurezza” promosso dall'Amministrazione regionale e riservato ai giovani Valdostani con età compresa tra i 18 e i 20 anni. Il concorso scadrà il 31 ottobre 2012 per il regolamento del concorso e per partecipare vi invitiamo a visitare il sito www.vinciinsicurezza.it.  Al termine del concorso saranno estratti tra tutti i concorrenti che hanno risposto correttamente al quiz sei giovani che saranno premiati con la partecipazione ad un corso di guida sicura organizzato presso la scuola di Andrea de Adamich. Tutti i partecipanti al concorso verranno iscritti alla newsletter di autostradafacendo.it e potranno quindi essere informati e divenire loro stessi parte attiva nella promozione della sicurezza stradale.L’iniziativa era stata presentata nel corso di una conferenza stampa tenutasi, il 20 aprile ultimo scorso, presso la sede della Regione ed era stata illustrata alla stampa dal Presidente Augusto Rollandin, dall’Assessore ai Trasporti Aurelio Marguerettaz, dal direttore della S.A.V. Marcello Christillin, dal direttore di esercizio della S.I.T.R.A.S.B. Mario Deffeyes, dal curatore della campagna Roberto Arditi e dal responsabile della scuola di guida sicura Gordon De Adamich.Al fine di diffondere al meglio i contenuti sociali della campagna ed il concorso “Vinci in Sicurezza”, la regione ha avviato la pubblicizzazione delle iniziative sul proprio sito istituzionale www.regione.vda.it, sui quotidiani locali, attraverso attività informative presso le scuole ed anche, via etere, tramite i notiziari di infoviabilità curati da Radio Traffic.Guarda il filmato trasmesso da RAI sulla conferenza stampa: {wmv}vinci_in_sicurezza{/wmv} Sabato 13 ottobre 2012, dalle ore 11.00 alle ore 19.00, l’iniziativa approderà nel capoluogo cittadino e precisamente in piazza Chanoux, dove sarà allestito uno stand all’interno del quale la Regione e SAV metteranno a disposizione dei cittadini materiale informativo sui comportamenti virtuosi da adottare alla guida dei veicoli ma soprattutto sarà possibile partecipare al gioco-quiz “vinci in sicurezza”.

    Leggi tutto >>
  • images/Una_mattina_vicino_casa_Immagine_4.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Il Servizio esazione di SATAP per autostradafacendo.it

    di Claudio Gozzoli - SATAP

    Ricordate? In questo articolo vi avevo raccontato del mio viaggio verso l'ufficio. Adesso sto arrivando: la meta si avvicina e, all’orizzonte, si staglia la barriera autostradale; solito traffico e qualche temerario (non mancano mai … purtroppo), che cerca di uscire in retromarcia da una pista automatizzata. Imbocco una corsia Viacard e mentre svolgo le operazioni che mi consentono di regolarizzare il transito, noto sulle cabine delle grandi e colorate locandine che raffigurano simpatici personaggi; basta un colpo d'occhio e dal disegno ho già colto una pillola di sicurezza. Ma io sono del mestiere e me la prendo comoda visto che la fortuna mi aiuta: nessun veicolo è fermo dietro di me. Leggo alcuni nomi: Edoardo Svelto, nella sua vivace divisa arancione e con un sorriso smagliante sembra volermi dire di essere attento nella guida, mentre un serioso Emanuele Giusto con tanto di paletta in mano, infonde un certo che di sicurezza. Memorizzo il sito internet www.autostradafacendo.it ed, appena giunto in ufficio … la curiosità è tanta e non resisto alla tentazione di visitarlo: una quantità impressionante di informazioni e consigli che riguardano il viaggiare sicuro in Autostrada e non solo, supportati da stupende e allegre vignette e testi che indicano cosa fare e, soprattutto cosa non fare in determinate situazioni. Tra queste, anche il caso che avevo notato poco prima (retromarcia da una pista) è illustrato molto bene. E poi, articoli riportati anche dai giornali nazionali che collaborano all’iniziativa, interviste a chi, di Codice della Strada se ne intende veramente molto, lezioni tenute nelle scuole da Direttori di Esercizio di alcune Concessionarie Autostradali e … tante altre cose.Si tratta di una campagna per la sicurezza stradale intrapresa da primari Enti e molte  Società Concessionarie di Autostrade, rivolta non solo agli attuali utenti, ma anche e in particolar modo a coloro che in futuro lo diventeranno: corsi e dibattiti all’interno delle scuole, tendono a sensibilizzare le nuove generazioni di automobilisti a un comportamento responsabile e rispettoso del Codice della Strada, confidando anche che questo sia un valido sistema per veicolare un tale modo comportamentale a chi, oggi, rappresenta il loro esempio.Mentre leggo, il pensiero va a quanti di noi e delle istituzioni si stanno impegnando per rendere  possibile una tale iniziativa e, soprattutto, a tutti coloro che, ogni giorno e con un lavoro a volte poco appariscente, ci assistono nei nostri spostamenti; il resto dipende dal comportamento. Dipende da chi viaggia e dal rispetto del Codice della Strada.Facciamo in modo che "l’interruttore della Vita" sia sempre sulla posizione “acceso”.

    Leggi tutto >>
  • images/Una_mattina_vicino_casa_Immagine_2.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Noi per Voi. Ma cosa è mai il servizio di assistenza al traffico?

    di Claudio Gozzoli - SATAP

    Finalmente entro in Autostrada. Sono partito in tempo, rientro nei tempi e posso quindi viaggiare senza forzare. Il primo Pannello a Messaggio Variabile mi dice il giorno, l’ora e la temperatura: penso con soddisfazione che il mio viaggio sarà tranquillo, altrimenti l’avviso sarebbe stato di ben altra natura. Il secondo pannello mi tranquillizza ulteriormente comunicandomi i tempi di percorrenza rilevati in tempo reale sull'autostrada. Ascolto alla radio le prime notizie della giornata, commentandole mentalmente, e mi permetto una riflessione su quanto siano importanti, per chi viaggia, le informazioni in tempo reale che i Concessionari Autostradali ed i vari Enti diramano sia via etere, sia via web, sia con l’ausilio delle scritte luminose sui portali che s’incontrano lungo il percorso.Più di una volta, grazie proprio alle informazioni, ho evitato soste forzate causate da incidenti ed, esperienza recente, anche un ostacolo in carreggiata. In quest’ultimo caso solo fortuna? Non penso. Come dicevano gli anziani: "uomo avvisato, mezzo salvato" quindi: informazione è … sicurezza. Qualche chilometro più avanti, la scritta lampeggiante di un altro pannello raccoglie la mia attenzione; una lettura completa del messaggio mi porta a capire che, questa volta, il contenuto è tutt’altro che rassicurante: si tratta di un incidente con l'ovvia possibilità che si formino rallentamenti e code.Egoisticamente, solo per un attimo, penso al mio viaggio. Mi chiedo se arriverò per tempo in ufficio. Subito però il pensiero si rivolge a chi, in quell’evento è rimasto coinvolto, con la speranza che i danni siano solo materiali.Nemmeno un chilometro e trovo sul margine un veicolo di emergenza della SATAP con lampeggianti accesi e munito di segnale attivo come ulteriore avviso di pericolo; più avanti, i professionisti della strada: persone avvolte in divise ad alta visibilità. Sono Ausiliari delle Viabilità che, coadiuvati da un loro responsabile, sventolano bandiere segnaletiche e fanno rallentare il traffico, incanalandolo in una sola corsia.Ovunque, vedo già i mezzi dei servizi di pronto intervento e poi le due vetture incidentate.Ancora una volta, il primo pensiero è per gli occupanti dei mezzi coinvolti, ma subito dopo penso con soddisfazione a come un tale sistema di soccorso ed assistenza si sia attivato in tempo così breve, grazie all’integrazione operativa dei vari organi competenti ed alla professionalità dei loro componenti.Quanto sopra descritto, rispecchia la realtà di un viaggio qualsiasi in un giorno qualunque; comportamenti dettati da un’euforia momentanea e che penso non si sarebbero intrapresi con il senno del poi, possono innescare situazioni altamente pericolose quando non drammatiche.Inoltre è interessante come interventi di grande complessità vengono svolti grazie al lavoro di persone che devono essere perfettamente coordinate tra di loro e professionalmente preparate, anche grazie ai continui corsi di formazione e di aggiornamento ai quali vengono coinvolte. Persone non sempre visibili ma che offrono il proprio essenziale contributo per la sicurezza della circolazione, per la tua sicurezza personale.Guarda alcune delle vignette di autostradafacendo.it che riguardano il sevizio autostradale:NON RISCHIARE: CHIAMACI CHIAMA! CI FAREMO IN QUATTRO PER AIUTARTI NOI NON PARTIAMO E DAREMO IL MASSIMO

    Leggi tutto >>
  • images/Prove_sicurezza_imm_1.JPG

    Costruzione e crash test

    Prove di sicurezza: guarda lo schianto di un veicolo in ambiente autostradale

    di Claudio Ardemagni - SINA

    Le barriere di sicurezza non sono solo sbarre di ferro e lamiere: sono ormai il frutto di una tecnica raffinata che parte dalla progettazione meccanica, passa per la simulazione numerica dell'impatto ed arriva a prove di verifica che permettono di valutare e misurare dal vero la prestazione della barriera di sicurezza e tutti parametri che influiscono sulla sicurezza dell'urto (accelerazioni sul veicolo, deformazione della barriera, ecc.).  Guarda la prova di impatto che il gruppo ASTM-SIAS ha fatto per validare una barriera ad alte prestazioni atta a separare le due carreggiate in ambiente autostradale (modello SINA - classe di contenimento H4B - ancorata al terreno con piastra bullonata). {wmv}articoli/Sina_Spartitraffico_Auto{/wmv} La prova è stata realizzata con i seguenti criteri:   Utilizzo di un veicolo leggero (autovettura da 900 kg) Velocità al momento dell'impatto: 100 km/h Angolo d'urto: 20°   Come è ben visibile dal video, la barriera ha una ampia potenzialità per fare fronte a questo tipo di impatto e la soluzione di riservare due diversi nastri di acciaio permette di avere un trattamento differenziato tra i veicoli pesanti che richiedono una elevato contenimento e le autovetture che trovando lamiere più deformabili e quindi subiscono delle decelerazioni meno violente.

    Leggi tutto >>
  • images/Una_mattina_vicino_casa_Immagine_1.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Una mattina, vicino a casa …

    di Claudio Gozzoli - SATAP

    Un’alba stupenda fa brillare le alte vette che circondano il mio grazioso paesino montano. Ogni giorno d'estate, alle prime luci, salgo a bordo della mia vettura ed intraprendo un discreto viaggetto per andare in ufficio.Come al solito il paesaggio che mi circonda è coinvolgente; l’ho ammirato migliaia di volte ma, ogni giorno, mi riserva sempre qualche sorpresa e, devo ammetterlo, mi infonde quella serenità di cui ho bisogno per affrontare la giornata. Oggi è poi giorno di mercato ed i mezzi carichi di merce arrancano ruggendo lungo i tornanti e vincolano tutti ad una velocità ridotta. Il traffico, nonostante l’ora, diventa sempre più intenso; furgoni, vetture, autobus di linea e anche autoarticolati che trasportano lunghi tronchi o macchinari pesanti reclamano il loro diritto a viaggiare, ma la sede stradale è quella e non la si può allargare o raddrizzare a seconda delle esigenze e la montagna … tanto meno. Ecco che, all’improvviso, ogni beato torpore e la sicura circolazione vengono cancellati dall’insensata manovra di qualcuno che si crede un mancato campione di rally, ma che evidentemente non lo è.Eccolo: un sorpasso sotto curva, un sorpasso in una curva cieca per chi viaggia nel senso opposto. Un pilota che manca completamente di rispetto per se stesso e per gli altri ancor prima di ignorare il significato della doppia striscia continua.Purtroppo è una manovra che più volte ho avuto la sfortuna di notare; un comportamento pazzesco che mette a repentaglio non solamente la vita di chi lo compie, ma anche e soprattutto, quella di altre ignare e incolpevoli persone; e poi perché tutto questo? Per guadagnare un po’ di secondi sull’orario di arrivo? Mah! Chissà quanto, lui stesso, si riterrebbe un idiota se si fermasse un attimo a riflettere sulla realtà e sui rischi, lasciandosi alle spalle le emozioni del momento.Guarda alcune delle vignette di autostradafacendo.it che riguardano alcuni comportamenti a rischio: LA VELOCITÀ LA DISTANZA DI SICUREZZALA NEBBIALE CATENE DA NEVE

    Leggi tutto >>

Pagina 53 di 58

Multimedia

Guarda le immagini raccolte dal Gruppo ASTM-SIAS e le campagne disponibili in rete

fotoVelocità eccessiva 1

Fonte: Polstrada

videoSocial death

fonte: Roadsafetyfilm

tipologia: Divertente

lingua: Inglese

categoria(e): Artistico

videoGiorgio Panariello - Campagna Contro la Velocità e le Stragi del Sabato Sera

fonte:  internet

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Italiano

categoria(e):  Drammatico, Casi reali,

videoBe part of the solution: be seen on the road

fonte:  WHO

tipologia: campagna di sensibilizzazione

lingua: Inglese

categoria(e):  Giovani, rischi da prevenire

videoIl fumo uccide anche sulla strada

fonte:  Campagna spagnola della DGT (Direzione generale del Traffico) contro la distrazione alla guida

tipologia:

lingua: Spagnolo

categoria(e): Rischi da evitare, Drammatico

videoBASTA POCO PER AVERE UN COLPO DI SONNO. SE SEI STANCO NON METTERTI ALLA GUIDA.

fonte: TH!NK!

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Divertente, Rischi da prevenire

videoUNA VETTURA INCENDIATA VIENE RIPRESA DAL MOMENTO DELLA CHIAMATA DEI VIGILI FINO ALLA FINE DEL SOCCORSO

fonte:

tipologia: Amatoriale

lingua: Non Disponibile

categoria(e): Autostrada, Casi reali, Drammatico

Statistiche Approfondisci >>
Aiutaci a diffondere la Sicurezza
Abbiamo bisogno del contributo di tutti per diffondere la cultura e le pratiche della Sicurezza sulle strade.

Scopri come collaborare con noi in questa importante missione >>

Seggiolino-336X280

Iscriviti alla newsletter
Abbiamo bisogno di te per diffondere la cultura della sicurezza. Resta collegato. Scopri come >>

augusto

Q.V.M.S. QVOD VIAE MUNITAE SVNT

Le strade tra storia ed archeologia a 2000 anni da Augusto Imperatore

Clicca qui per scaricare l'ebook.

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>