Campagna per la Sicurezza Stradale

  • images/Controlli_europei_veicoli.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Sicurezza stradale: l'Europa vuole controlli tecnici sui veicoli per salvare delle vite

    di Emanuela Stocchi - AISCAT

    Siim Kallas, il Vice Presidente della Commissione Europea responsabile della politica dei trasporti, ha illustrato agli eurodeputati il cosiddetto "pacchetto sui controlli tecnici dei veicoli a motore”, adottato dal Collegio dei Commissari prima della pausa estiva. Si tratta di un pacchetto contenente una serie di proposte legislative nell’ambito delle iniziative comunitarie a favore della sicurezza stradale, già ampiamente delineate nel Piano d ’azione europeo per la sicurezza stradale 2011-2020, volte all’introduzione di disposizioni più rigorose in merito ai controlli tecnici sui veicoli. La Commissione ha infatti rilevato che i problemi di carattere tecnico nei veicoli sono una delle principali cause di incidentalità; inoltre, per taluni aspetti e caratteristiche tecniche dei veicoli, in grado di incidere sulla sicurezza, non sono attualmente previste delle normative specifiche, com’è il caso dell’ABS e del controllo elettronico di stabilità. Per queste ragioni la Commissione ha deciso di rendere più rigorose le norme attuali e di estenderne la portata anche ad altre fattispecie di requisiti tecnici di un veicolo.La normativa attualmente vigente in Europa risale alla fine degli anni settanta ed è stata progressivamente aggiornata, ma in misura non opportunamente incisiva: per queste ragioni, la Commissione europea ha voluto proporre delle modifiche per migliorare le disposizioni vigenti, per adeguarle sia al recente progresso tecnologico dei veicoli, sia all’evoluzione nel comportamento degli utenti stradali.   Le nuove proposte sono in particolare centrate sull’introduzione di controlli tecnici obbligatori per scooter e moto, dato che i conducenti di scooter e moto, soprattutto giovani, rappresentano gli utenti della strada più vulnerabili, come anche evidenziato nel Piano d’azione europeo per la sicurezza stradale 2011-2020, nonché sulla maggiore frequenza dei controlli tecnici periodici per i veicoli di vecchia immatricolazione: la Commissione ha infatti rilevato che il numero di incidenti gravi dovuti a fattori tecnici aumenta in maniera esponenziale se sono coinvolti veicoli dal quinto al sesto anno di vita in poi; fondamentale inoltre la lotta alle falsificazioni del chilometraggio dei veicoli, grazie alla registrazione e conservazione delle letture del contachilometri: il fatto di mantenere i dati registrati permetterà peraltro, a detta della Commissione, un controllo più efficace del chilometraggio effettivo dei veicoli in questione, consentendo altresì l’utilizzazione di queste informazioni anche a livello transfrontaliero, una volta che verrà completata la connessione tra i relativi registri nazionali, in virtù della cosiddetta "direttiva sulla repressione transfrontaliera delle infrazioni". Gli eurodeputati della commissione Trasporti hanno accolto con favore l’iniziativa della Commissione europea, manifestando il loro sostegno ad azioni volte ad accrescere i livelli di sicurezza stradale in Europa; molti hanno inoltre espresso preoccupazione sulle differenze attualmente esistenti nelle legislazioni degli Stati membri in materia di controlli ed ispezioni tecniche dei veicoli, nonché sulla mancanza di reciprocità di riconoscimento di test effettuati in Stati membri diversi. Leggi l'intero articolo sul bollettino Aiscat.

    Leggi tutto >>
  • images/Imm_News_COSUF.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Un premio per chi studia la sicurezza - Crediamo nei giovani, siano questi ricercatori, studenti o esperti

    di Roberto Arditi - SINA

    SINA, in quanto membro del Direttivo Internazionale del COSUF (organo dell'International Tunneling Association deputato alla studio della Sicurezza nelle Infrastrutture in Sotterraneo), plaude alla decisione di istituire un premio volto ai giovani ricercatori, esperi o studenti. ITA COSUF intende così sviluppare e promuovere la cultura e la conoscenza nel campo della sicurezza nelle gallerie stradali, ferroviarie e metropolitane. Si intende così promuovere un miglioramento, facendo leva sul contributo di una nuova generazione di esperti, cercando nel contempo di catturare il loro interesse verso il tema della sicurezza. Il premio Il Direttivo di ITA COSUF ha deliberato l’assegnazione di un premio ad uno studente o professionista o giovane ricercatore che abbia completato un lavoro teorico o pratico nel campo della sicurezza/protezione operativa nelle opere in sotterraneo. I richiedenti non devono necessariamente essere membri dell’ITA COSUF.Oltre al certificato ed al trofeo, il vincitore verrà ospitato per la cerimonia di aggiudicazione e riceverà anche un piccolo premio in denaro. Il vincitore avrà inoltre la possibilità di esporre il proprio lavoro durante la sessione plenaria del seminario COSUF che si terrà nell'ambito del Convegno Mondiale delle Gallerie che si terrà il 4 giugno 2013 a Ginevra (Svizzera). La scadenzaLe principali informazioni sono riportate nel comunicato COSUF. Ulteriori dettagli per partecipare al concorso, incluso il regolamento e le modalità per formulare la domanda (da redigersi in lingua inglese) si trovano sul sito http://cosuf.ita-aites.org. La domanda deve essere ricevuta dalla segreteria ITA entro il 28 febbraio 2013. I vincitoriTra i giovani ai quali è stato conferito il premio risultano: Ben Nieman nel 2009, Stefan Kratzmeir nel 2010 e Ying Zhen Li nel 2012. I premi  loro assegnati coronano gli sforzi e gli studi che ognuno di loro ha effettuato per trovare soluzioni ai problemi inerenti la sicurezza delle opere in sotterraneo. Stefan Kratzmeir ha raggiunto i vertici della propria organizzazione e ricopre oggi il ruolo di amministratore delegato per l'Institute for Applied Fire Safety Research (IFAB). Il lavoro di Ying Zhen Li è stato pubblicato nel settembre 2012 ed è disponibile sul sito http://cosuf.ita-aites.org. Viste le competenze e l'importanza del patrimonio nazionale in sotterraneo, SINA auspica che possa essere un giovane italiano a vincere il premio internazionale. In ogni caso, SINA auspica che un giovane di qualunque nazionalità, purché di valore, possa consolidare la propria posizione o cominciare ad emergere, grazie anche a questo premio. Hanno diffuso la notizia del bando: Il Giorno: sull'edizione del 20 dicembre 2012 LeStrade: leggi l'editoriale "Le strade dell’efficienza … e della speranza"  

    Leggi tutto >>
  • images/fotoleft1.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Prove d'urto sui manichini. Guarda il video.

    di Francesco Mazzone - ACI

    Solo il 64% degli automobilisti allaccia le cinture di sicurezza, soprattutto in città dove avvengono tre incidenti su quattro. Come evidenzia uno studio dell’Istituto Superiore della Sanità, l’utilizzo delle cinture è difforme sul territorio: al Nord il 77,5% degli automobilisti le usa correttamente, mentre la percentuale scende al 66,5% al Centro e addirittura al 44,9% nel Mezzogiorno. Le campagne di sensibilizzazione funzionano (l’uso delle cinture è aumentato del 35% negli ultimi dieci anni), ma c’è ancora tanto da fare perché un italiano su tre sfida quotidianamente la legge e il buon senso viaggiando senza cinture.Tu credi che 30 km/h siano una piccola velocità. Guarda il video delle prove che ACI e l’Automobile Club tedesco ADAC e forse cambierai idea. Il video evidenzia l’utilità delle cinture in caso di incidente, comparando gli esiti di un urto frontale a 64 km/h con e senza cinture di sicurezza su un’auto con il massimo punteggio di “cinque stelle” nella protezione dei passeggeri. Guarda il video. Il test ha mostrato come gli occupanti dei sedili anteriori che viaggiano correttamente ancorati corrano un rischio estremamente modesto, mentre chi non usa le cinture – pur in presenza di airbag – riporta lesioni gravissime: ginocchia e gambe colpiscono lo sterzo e il cruscotto, quest’ultimo con una tale forza da deformarlo, mentre le teste dei passeggeri si scontrano violentemente tra loro. Dopo l’urto, il conducente rimane incastrato nella pedaliera con le gambe piegate, riportando ferite al torace e alla testa. Anche gli arti inferiori dei passeggeri subiscono traumi e lesioni fino al bacino.Lo studio è inoltre accompagnato dai risultati di un crash test effettuato dall’ADAC a soli 30 km/h, che dimostra la gravità delle lesioni subite dagli occupanti non cinturati, anche a velocità ridotte. Il test mostra come, oltretutto, a velocità ridotte esista il rischio che gli arbag non vengano attivati, peggiorando ulteriormente gli effetti dell’urto. Leggi ulteriori dettagli sullo studio.

    Leggi tutto >>
  • images/salute0.jpg

    Esercizio e tecnologie

    “Adrenalina pura”, 14mila ragazzi hanno scaricato la App - guarda il video dei Moderni

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Oltre 14mila ragazzi hanno scaricato finora sui loro smartphone “Adrenalina pura”, l’applicazione del Ministero della Salute che regala musica ai giovani e permette di giocare e calcolare il tasso alcolemico nel sangue. L'app è concepita in modo particolare per i giovani tra i 14 e i 25 anni, volendo informarli sull’abuso di alcool, e promuovendo così non solo l'adozione di buoni comportamenti alimentari, ma anche la sicurezza stradale visto che gli incidenti stradali rappresentano tutt'oggi la prima causa di morte per i giovani nella fascia degli adolescenti e dei giovani adulti. L’app “Adrenalina pura”, disponibile gratuitamente su iTunes, è composta da tre sezioni. Nella prima è possibile calcolare indicativamente il tasso alcolemico incrociando i propri dati su sesso e corporatura con le dosi di alcolici assunte. Nella seconda, invece, ci sono dei quiz per ragazzi con domande sulla musica e sul consumo di alcool: rispondendo esattamente viene via via sbloccata la terza sezione che contiene una playlist musicale di 20 canzoni. Al progetto di “Adrenalina pura” è stato affiancato un concorso durato quattro settimane e realizzato in collaborazione con Sony Music Italia: i ragazzi che scaricavano l’applicazione, rispondevano al quiz e si registravano potevano vincere 15 biglietti di concerti di artisti Sony per l’autunno-inverno 2012/2013. Guarda il video dei Moderni I Moderni, band seconda classificata della quinta stagione di X Factor e in uscita con un nuovo brano, sono stati i testimonial del concorso. Oltre 220mila i contatti registrati sugli spazi Sony su Facebook e sulle pagine web di tutti i loro gli artisti dedicate a “Adrenalina pura”: il 90% delle persone raggiunte ha tra i 14 e i 25 anni. Altre informazioni sono disponibili sul sito del Ministero.

    Leggi tutto >>
  • images/Esercitazione_Collle_Dico_Imm_1.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Galleria Colle Dico: vogliamo essere ancora più rapidi e precisi per la vostra sicurezza

    di Claudio Fossati - Autostrada dei Fiori

    Nella notte tra il 15 e il 16 novembre 2012, Autostrada dei Fiori ed i Servizi di Pronto Intervento della Provincia di Savona hanno effettuato un’esercitazione su scala reale nella Galleria Colle Dico di Via Francia, che in considerazione della collocazione geografica della galleria, a cavallo delle due Provincie di Imperia e Savona, ha coinvolto altresì il Servizio 118 della Provincia di Imperia. 70 specialisti tra tecnici, operatori ed osservatori si sono dati appuntamento per verificare la catena di comunicazione e le modalità di gestione del seguente scenario: un automezzo pesante in avaria fermo all’interno della galleria Colle Dico, un mezzo leggero incastrato nel mezzo pesante, un secondo mezzo leggero che, presumibilmente nell’intento di schivare il mezzo pesante, lo ha invece sfiorato ed è andato ad urtare, alcuni metri oltre il mezzo pesante, contro la parete della galleria.Sempre secondo lo scenario, su uno dei mezzi, a causa del tamponamento, si è innescato un principio di incendio con produzione di fumi tossici. Massima allerta per la sicurezza degli utenti ed intervento immediato di tutte le squadre di Vigili del Fuoco, Polizia Stradale, Servizio Sanitario Urgente 118 ed Autostrada dei Fiori.                       Lo scenario incidentale   Il personale medico intervenuto ha contato sei feriti: tre sul mezzo leggero incastrato, due sul mezzo leggero che ha urtato contro la parate della galleria e l’autista del mezzo pesante. I soccorritori del  118, hanno quindi richiesto l’invio di una seconda automedica che la Centrale Operativa 118 di Savona, considerata la vicinanza al luogo dell’incidente, ha richiesto alla Centrale Operativa 118 di Imperia. Al fine di agevolare e velocizzare l’arrivo di questa seconda automedica e di un’ambulanza da Imperia, lo scenario incidentale è stato raggiunto via autostrada utilizzando, con l’ausilio del personale di Autostrada dei Fiori e della Polizia Stradale, il by-pass posto all’interno della galleria stessa. L’esercitazione, organizzata ed effettuata in ottemperanza alla normativa vigente ('), ha consentito di testare i tempi e le modalità di intervento, nonché la comunicazione tra i diversi enti coinvolti. Il giorno 16 novembre i responsabili dei diversi servizi di emergenza sono stati convocati dalla prefettura di Savona per una valutazione congiunta dei risultati. Buona la soddisfazione delle parti, anche per i numerosi spunti di miglioramento emersi. Operatori dei VVF e del servizio 118 in azione Per ulteriori informazioni sulla rete e sulla sicurezza di Autostrada dei Fiori visita www.autofiori.it Guarda la notizia di una precedente esercitazione. (') Art. 5 dell’Allegato 4 del D.Lgs. 264 del 5 ottobre 2006 “Attuazione direttiva 2004/54/CE in materia di sicurezza per le gallerie della rete stradale transeuropea”

    Leggi tutto >>
  • images/Gomme_invernali_2012.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Dove credi di andare con le gomme estive? Oltre al rischio, ti attendono anche le sanzioni!

    di Edoardo Svelto - ASTM-SIAS

    I gestori della grande viabilità mettono a disposizione migliaia di mezzi e uomini per garantire sicurezza ed efficienza della viabilità invernale. Tuttavia l’esperienza dimostra che, in presenza di forti nevicate, ogni organizzazione ed impegno rischia di saltare: un banale tamponamento dovuto ad imprudenza, oppure anche un solo mezzo pesante non dotato di pneumatici invernali o catene perde facilmente il controllo e va ad occupare in modo irrimediabile la sede stradale: il traffico viene bloccato ed il lavoro di sgombero neve e trattamento con sale risulta impedito. Queste situazioni possono provocare conseguenze disastrose: la chiusura di tratti autostradali strategici in caso di precipitazione, il collasso della mobilità, il rischio per decine di persone bloccate nei loro veicoli.  Per le tratte storicamente più a rischio, i gestori di strade e autostrade hanno emesso delle "Ordinanze": questo vuole dire che su certe strade è obbligatorio avere i pneumatici invernali o quanto meno le catene a bordo. Le Forze di Polizia sono attivate per i controlli (e la comminazione delle eventuali sanzioni!). Possiamo rivolgerti un appello? Mai girare in autostrada senza catene a bordo o con le gomme estive; mai e poi mai, metterti in viaggio senza queste dotazioni invernali, se è prevista la neve. Se sono poi in atto delle precipitazioni intense, rimanda, se possibile, l’inizio del viaggio. In ogni caso, usa la massima prudenza e riduci la velocità; presta attenzione alle indicazioni fornite dalla Polizia, dal personale autostradale e dai pannelli a messaggio variabile. Sommando  questi comportamenti, da parte di voi automobilisti e conducenti professionali, al nostro lavoro, affronteremo con buone possibilità di successo anche le situazioni più critiche.Leggi lo schema riassuntivo delle tratte soggette ad ordinanze aggiornato al 30 novembre 2012.Consulta l'ultima versione direttamente sul sito della Polizia (Viabilità Italia).Guarda se la Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo per il tuo territorio.

    Leggi tutto >>
  • images/Senza_ritorno_Imm.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Senza ritorno - il video

    di Luciana IORIO – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

    Quando sei alla guida, non puoi ingannare nessuno, devi rispettare le regole. Prendiamo spunto dall'ultima edizione del festival mondiale del "Film per la sicurezza stradale", tenutosi nel febbraio del 2010 a Marrakech, sotto gli auspici delle Nazioni Unite (ECE), evento che ha visto tra i vincitori un breve filmato ideato e realizzato dalla Polizia Stradale Turca.  Molto spesso si pensa di aver trovato una alternativa furba e facciamo invece la mossa sbagliata. Questo è quello di cui tratta il film di Mehmet Kamil EKMEKCI (Polizia Nazionale Turca - Dipartimento per l'educazione e la ricerca).Il rispetto delle regole di sicurezza per noi e per i passeggeri non ha alternative.Se per fretta, incuria o banale superficialità, non si usano propriamente le cinture ed i dispositivi di sicurezza per bambini, se si cerca di silenziare una suoneria di sicurezza rompendo le regole, alla fine si toglie il sonoro alla vita stessa, ed il vero suono che segue al comportamento errato purtroppo è un altro … Guarda il video. Anche www.autostradafacendo.it affronta il tema con due vignette comportamentali inerenti le cinture di sicurezza. Guardale qui:        

    Leggi tutto >>
  • images/Formazione_VVFF_Imperia.JPG

    Esercizio e tecnologie

    Pompieropoli 2012: 150 bambini e 360° di formazione alla sicurezza - anche Edoardo Svelto era presente

    di Natale Inzaghi - Presidente Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale Sezione Provinciale di Imperia

    L'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco attua azioni di solidarietà con le popolazione in caso di calamità, collabora con i reparti operativi di soccorso nelle funzioni logistiche, realizza attività culturali stabilendo contatti di collaborazione con Enti ed Associazioni, attua, sul territorio nazionale, il programma “Scuola sicura” intervenendo, in sinergia con il Comando Provinciale Vigili del Fuoco, nelle scuole di ogni ordine e grado, in programmi di sensibilizzazione e informazione nel campo della sicurezza domestica, scolastica, del tempo libero e, in proiezione, del lavoro.Per quanto riguarda la scuola primaria, i cicli di informazione si chiudono, normalmente, con una “manifestazione-festa” denominata “Pompieropoli” nella quale gli alunni si cimentano in semplici esercizi finalizzati all’acquisizione delle nozioni fondamentali di sicurezza individuale e di collaborazione con i compagni in semplici procedure di mutua assistenza e nel compiere correttamente azioni che nella vita potrebbero essere causa di incidente. Quest'anno, l’Associazione, unitamente ad Autostrada dei Fiori ha attuato, nei mesi di luglio e agosto del corrente anno, un programma di formazione alla sicurezza rivolto a gruppi di scolari della scuola primaria che hanno frequentato, per entrambi i mesi, il corso post scolastico denominato “Tempo libero estivo” organizzato dal Comune di Imperia in accordo con il Provveditorato agli Studi. Il programma si è sviluppato con due incontri settimanali di quattro ore per ciascun gruppo di circa trenta scolari, per un totale di circa 150 bambini, ognuno dei quali ha usufruito di 32 ore di corso. Gli incontri hanno avuto luogo presso la sede del Comando Provinciale Vigili del Fuoco della quale sono stati utilizzati gli spazi aperti, le aule didattiche e le attrezzature necessarie. Particolarmente interessante e formativo si è dimostrato il materiale audiovisivo e documentale messo a disposizione da Autostrada dei Fiori relativo ai rischi del traffico e all’illustrazione dei corretti comportamenti da adottare durante i viaggi e, per i genitori, durante la guida degli automezzi. (Ai bambini sono state distribuite un campione delle vignette elaborate da autostradafacendo.it e gli album da colorare).

    Leggi tutto >>
  • images/Nuovi_stampati.jpg

    Esercizio e tecnologie

    Nuovi strumenti di comunicazione arricchiscono la campagna per la sicurezza stradale

    di Assunta De Pascalis - SINA

    Nuovi strumenti per raggiungere e sensibilizzare i cittadini sono stati elaborati dai promotori della nostra campagna. L'obiettivo è quello di una continua diffusione ed un aumento delle possibilità per conseguire una sensibilizzazione degli utenti atta a promuovere comportamenti adeguati ed un atteggiamento responsabile e difensivo sulla strada.Grazie alle autorità ed alle concessionarie promotrici del progetto, ma soprattutto grazie alle iniziative ed al lavoro quotidiano dei partner, la campagna è stata ancora presente sia nell'ambito dei tradizionali canali di distribuzione del materiale informativo, ma anche proposta nell'ambito di eventi pubblici.Pertanto non solo si è dovuto procedere alla ristampa dei tradizionali vettori di comunicazione (ad esempio sono stati ristampati i tutti i volantini ed alcune serie dei poster), ma sono stati progettati e realizzati anche nuovi vettori di comunicazione da portare ai cittadini.Gli album per i bambini “Dai un colore alla sicurezza”, in cui le 43 vignette in bianco e nero sono affidate alla creatività dei più piccoli, sono stati progettati e stampati. Nel mese di agosto Autostrada dei Fiori ha già diffuso ai bambini imperiesi gli album in occasione della formazione alla sicurezza promossa dall’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in sinergia con il Comando Provinciale e gli stessi album, sempre ad Imperia, saranno oggetto di un piccolo programma di approfondimento dedicato ad un campione di bambini che frequentano la scuola elementare.Il volumetto “Istantanee di sicurezza” ha portato un contributo scientifico in termini di contenuti e comunicazione all'iniziativa del MOIGE (Movimento Italiano Genitori) in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, il Dipartimento delle Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Polizia Stradale ed Autostrade per l'Italia. Grazie ad una tiratura di 41.000 copie il volumetto è stato distribuito a tutti gli studenti di un 100 scuole di tutta Italia.Infine, sono già in distribuzione presso i centri servizi SATAP i nuovi segnalibri che riportano i comportamenti della campagna. I singoli segnalibri sono stati firmati dalle concessionarie e dai partner istituzionali della campagna e sono stati distribuiti dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta, che in collaborazione con S.A.V. e S.I.T.R.A.S.B., sarà presente il 13 ottobre ad Aosta nell’ambito dell’iniziativa “vinci in sicurezza” di cui abbiamo già dato notizia.Gli stessi segnalibri hanno dato colore anche all’incontro istituzionale tra le concessionarie aderenti ad AISCAT e la Polizia Stradale che quest’anno ha avuto luogo a Sorrento dal 14 al 16 ottobre.    

    Leggi tutto >>
  • images/Sicurezza_in_moto.jpg

    Esercizio e tecnologie

    La sicurezza in moto: i consigli degli esperti

    di Elisabetta Mancini – Polizia Stradale

    Qual è il rapporto tra motociclisti e Polizia? I poliziotti della Stradale come vedono i centauri e viceversa? Da questa domanda fatta al Direttore della Polizia Stradale è partita l’idea di iniziare il primo dei video che verranno dedicati alle regole per moto e scooter con una chiacchierata tra un giornalista motociclista, Riccardo Matesic di Due Ruote, e un poliziotto per cui la moto è lavoro e passione. Quello della sicurezza dei motociclisti è un tema centrale per la gravità del fenomeno infortunistico: non a caso la categoria rientra tra i c.d. utenti deboli della strada, insieme a ciclisti e pedoni. Un focus recente dell’ISTAT ha evidenziato che nel 2010 gli incidenti stradali che hanno causato lesioni a persone e in cui è stato coinvolto un ciclomotore o un motociclo sono stati 71.108, causando il decesso di 1.244 persone e il ferimento di 84.548. E se nel decennio 2001-2010 la riduzione generale della mortalità per incidente stradale è stata in Italia del 42%, scende al 19,2% se si considera il numero di morti in cui è stato coinvolto un motorino. Un fenomeno non solo italiano se la Commissione europea ha inserito tra le sette azioni positive chieste agli Stati membri, per dimezzare le vittime di incidenti stradali nel decennio 2011/2020, proprio la protezione degli utenti vulnerabile della strada e quindi anche dei motociclisti. Leggi qui gli orientamenti UE 2011-2020 per la sicurezza stradale. In questo primo video, l’attenzione viene rivolta all’importanza del sistema frenante, del casco e dell’abbigliamento protettivo. In programma, un secondo video in pista al Mugello con i piloti motociclisti delle Fiamme Oro. Per chiudere un terzo video su regole e comportamenti a rischio nei diversi ambienti, cittadino e granturismo. Col chiodo fisso della protezione della sicurezza dei motociclisti, perché è possibile divertirsi senza rischiare la vita!

    Leggi tutto >>

Pagina 54 di 60

Multimedia

Guarda le immagini raccolte dal Gruppo ASTM-SIAS e le campagne disponibili in rete

videoSicurezza stradale: telefonino e guida

fonte:  Campagna inglese sull'uso del telefonino alla guida

tipologia: Spot inglese

lingua: Inglese

categoria(e): Rischi da prevenire

videoSicurezza stradale, Delrio: 80% di incidenti gravi provocato dall'uso del cellulare

fonte: Repubblica TV

tipologia: Campagna

lingua: ItalianoSalva

categoria(e): buoni comportamenti

videoToll Booth Hits VOL 1

fonte: Youtube

tipologia: Campagna

lingua: Inglese

categoria(e): Casi Reali, Rischi da evitare

videoMACCHINE CHE PERDONO TOTALMENTE IL CONTROLLO A CAUSA DELLA NEVE

fonte: KING5.COM

tipologia: Telecamera autostradale o cittadina

lingua: Italiano

categoria(e): Casi reali, Città, Divertente, Luoghi comuni

videoALCUNI RAGAZZI UBRIACHI SI METTONO AL VOLANTE E EFFETTUANO UN INCIDENTE, IL VIDEO MOSTRA ANCHE TUTTE LE FASI DEL SOCCORSO DRAMMATICO E DELLA COMUNICAZIONE ALLA FAMIGLIA DELLA MORTE DEL RAGAZZO

fonte: MINISTERO FRANCESE

tipologia: Campagna

lingua: Francese

categoria(e): Città, Drammatico, Giovani, Luoghi comuni, Rischi da prevenire

videoPensa a quando bevi. Non è necessario andare in macchina per avere un incidente (messaggio per pedoni).

fonte: Students of Nottingham Trent University

tipologia: Amatoriale

lingua: Inglese

categoria(e): Giovani, Rischi da prevenire

videoNEL VIDEO SI MOSTRA LO STUDIO E IL MODO DI FABRICAZIONE DEI PNEUMATICI

fonte: MICHELIN

tipologia: CA/IN

lingua: Italiano

categoria(e):

Statistiche Approfondisci >>
Aiutaci a diffondere la Sicurezza
Abbiamo bisogno del contributo di tutti per diffondere la cultura e le pratiche della Sicurezza sulle strade.

Scopri come collaborare con noi in questa importante missione >>

Seggiolino-336X280

Iscriviti alla newsletter
Abbiamo bisogno di te per diffondere la cultura della sicurezza. Resta collegato. Scopri come >>

augusto

Q.V.M.S. QVOD VIAE MUNITAE SVNT

Le strade tra storia ed archeologia a 2000 anni da Augusto Imperatore

Clicca qui per scaricare l'ebook.

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>