Campagna per la Sicurezza Stradale

Roberto AzzardaCristina SvegliaPierina Azzarda
Carletto AzzardaEster SciantosiEmanuele Giusto
Edoardo Svelto Federico Prudente Pio Claudia Semprepronta
Alberto Risoluto Mario Nero Teresa Tormenta
Fabrizio Sotuttoio Geremia Azzarda

 

 

Bookmark and Share 

 

 

Mettiti alla guida della tua vita!

Conosci tutti personaggi della Campagna

carletto

Carletto Azzarda

Giovane palestrato cui piacciono le auto sportive ed Ester. È il figlio grande di Roberto Azzarda e Cristina Sveglia. Ha preso più dal padre che dalla madre. Infatti i comportamenti a rischio sono tutti suoi: beve e poi guida, torna a casa la mattina dopo aver ballato tutta la notte con Ester.

Tutti i consigli [+]

Non bevete alcolici

Non fare uso di droghe e stupefacenti

Non mandate o leggete sms mentre guidate

NON BEVETE ALCOLICI

I giovani tra i 18 e 24 anni, i più esposti a questo rischio, sono bevitori occasionali del fine settimana. Pochi tra loro hanno ben chiaro l’effetto dell’alcol alla guida. Per esempio non sanno che anche assumendo alcolici dopo aver conumato un pasto, varia la velocità di assorbimento del’alcool, ma non il suo effetto.

DOMANDA: “Quanto tempo dopo aver bevuto si è di nuovo in regola per guidare?”

RISPOSTA:
Il tempo di eliminazione dell'alcool dipende dalla quantità ingerita ed è comunque influenzato da fattori individuali. Non date retta alle leggende sugli alimenti che vi fanno smaltire l’alcol in fretta.
Non esistono cipolle, liquerizie o caffè che possano accelerare il processo di smaltimento dell’alcool. I tempi d’eliminazione dell’alcol sono in ogni caso lunghi, con un tasso di 0,7 g/litro possono occorrere sette ore per smaltirlo completamente. Se si beve, meglio guidare solo il giorno dopo.

”GLI EFFETTI DELL’ALCOL”

ATTENZIONE!!! QUANDO SI BEVE

  • Non c’è pieno controllo del comportamento, ma si ha la sensazione di avere un controllo pieno
  • Diminuisce la percezione del rischio e delle sensazioni di dolore.


A partire dal 29 luglio 2010 le norme del Codice della Strada entrate in vigore prevedono zero alcol per neopatentati e conducenti professionali. Divieto assoluto di bere per i giovani in possesso della patente di guida da meno di tre anni e per autisti, tassisti e camionisti. In caso di violazione grave delle norme scattano sequestro del mezzo e denuncia penale.

NON FARE USO DI DROGHE E STUPEFACENTI

PERCHÉ?

  • Influenzano le prestazioni di guida
  • Modificano la concentrazione
  • Modificano la risposta agli stimoli riducendoli o esasperandoli a causa dell’aumento dell'aggressività e della della sottostima del rischio.


INSIEME ALL’ALCOL: tutte le sostanze psicotrope (anfetamine, eroina, cannabis, cocaina, sostanze di sintesi, etc) interagiscono con l'alcool determinano un reciproco potenziamento degli effetti negativi, causando disturbi a carico dell'attenzione e della percezione che sono più rilevanti in situazione di stanchezza, stress e mancanza di sonno.

"GLI EFFETTI DELLE DROGHE"

NON MANDATE O LEGGETE SMS MENTRE GUIDATE

Usare il cellulare, mandare o leggere sms riduce del 35% i tempi di reazione, percentuale addirittura superiore a quella di chi è ubriaco e di chi ha fumato uno spinello. Chi scrive un messaggio mentre guida ha il 91% di probabilità di sbandare fuori strada, addirittura superiore a chi è sotto l’effetto della cannabis. Abbassare lo sguardo sullo schermo del telefonino annulla la capacità di mantenere la direzione e la giusta distanza di sicurezza.



SE VAI IN MOTO, USA CASCHI OMOLOGATI

casco omologato Anche se sei tra quelli che pensano che il casco ti spettini i capelli o ti faccia sembrare uno ‘sfigato’, sappi che gli incidenti mortali che riguardano i motociclisti e chi viaggia con loro sono più di 1000 all’anno e che il 40% delle conseguenze di questi incidenti poteva essere evitato semplicemente indossando correttamente il casco. Se vuoi essere sicuro di avere un casco di qualità, specializzato per proteggere la testa del motociclista dagli incidenti stradali, controlla che abbia l’etichetta “R22”, è un marchio che significa che il tuo casco è stato provato ed omologato secondo criteri tra i più severi al mondo (ovvero in base al Regolamento No. 22 delle Nazioni Unite, sviluppato nel quadro dell’accordo del 1958 che rientra tra le responsabilità del Forum mondiale per l’armonizzazione dei regolamenti sui veicoli dell’ONU UN/WP.29).

Le vignette in cui è presente

Credits

Chi ha contribuito a ideare, realizzare e diffondere questa campagnaScopri >>

 

Diventa partner della campagna


Scopri come >>